Clara Caroli: ne La casa dei cuori sospesi, leggerezza e ironia per storie torinesi

Ho letto La casa dei cuori sospesi di Clara Caroli (La Corte Editore) poche settimane fa, al mare, e me ne sono innamorata. Si svolge a Torino ed è la principale ragione per cui mi ha incuriosito, poi mi ha intrigato la trama, che racconta una storia corale, ricca di incastri e di sorprese, con al centro Romina e Stella, amiche che gestiscono insieme la libreria Non è una pizza (e la nascita di questa libreria ha lati esilaranti, oltre a essere una dichiarazione d'amore ai libri) e sono coinquiline in una casa sulla collina di Moncalieri, che fa venire voglia di viverci per qualche tempo. Tutt'intorno a loro, storie, personaggi, anche animali, che mano a mano si incastrano come in un puzzle divertente e leggero, che si legge d'un fiato sotto l'ombrellone e mantiene alta la curiosità fino alla fine, con momenti di comicità, di riflessione e di sorpresa. Essendomi innamorata della storia, della città che racconta e dello stile, è stato inevitabile contattare Clara Carol

Il Gran Tour di primavera 2017, tra parchi e giardini piemontesi

Con la bella stagione, parte il nuovo ciclo di visite e itinerari di Gran Tour, tutto dedicato ai giardini e ai parchi di Torino e del Piemonte: ben 40 appuntamenti, tra primavera ed estate, per riscoprire gioielli come i giardini delle Residenze Sabaude o i parchi postindustriali torinesi. La prima visita dà già un'idea delle intenzioni di questo Gran Tour: Villa della Regina, scenografico fondale della città (8 aprile / 21 maggio), seguiranno poi il Parco della Tesoriera (19 aprile / 7 giugno), Environment Park e Parco Dora: due parchi urbani nella Torino post-industriale (22 aprile), Piante officinali sulla collina di Torino (3 maggio / 30 maggio). Basterebbe citare questi primi quattro appuntamenti per mostrare non solo la varietà delle proposte, ma anche gli obiettivi: sono visite che intendono mostrare come l'idea di gardino e di parco si sia trasformata nel tempo, dall''età barocca a oggi, dal loisir di corte a quello dei cittadini.

Ma non c'è solo Torino, che pure presenta piccole chicche come Il giardino contemporaneo del Casino Barolo (nei pressi dello Juventus Stadium) o la scoperta dei giardini nella riserva della biosfera Collina Po. Ci sono anche i percorsi e gli appuntamenti fuori città: dal Lago Maggiore, con la Rocca Borromea e Villa Pallavicino (9 aprile), al Lago d'Orta: il Sacro Monte, il Boro e Palazzo Tornielli (22 aprile), dalle risaie del Vercellese (23 aprile) alla passeggiata in carrozza nel Parco di Racconigi (30 aprile), dai giardini della Val Sangone (14 maggio) al Forte di Gavi e la Riserva del Neirone. Sono itinerari che permettono di scoprire la grande varietà di paesaggi e di culture della nostra regione, dalle valli alpine alle colline fino alla pianura.

Sul sito piemonte.abbonamentomusei.it trovate il programma completo delle visite, con possibilità di prenotare quelle che vi interessano. Le prenotazioni possono essere effettuate anche tramite il numero verde 800.329.329, attivo tutti i giorni dalle 9 alle 18, e all'Infopiemonte-Torino Cultura, via Garibaldi angolo piazza Castello, Torino, aperto tutti i giorni dalle 9 alle 18.


Commenti