Un menù autunnale a filiera cortissima e autoprodotta, la svolta di Affini

Un menù autunnale che è risultato di un progetto bello e ambizioso, pensato avendo l'Agenda 2030 dell'ONU come direzione. Il Gruppo Affini svolta verso il controllo della filiera produttiva, sempre più corta, così da rispondere in modo concreto alle esigenze di sostenibilità, più urgenti da dopo il lockdown. Da Green Pea, dove il suo terzo locale (gli altri due sono a San Salvario ea Porta Palazzo) sta per festeggiare un anno di apertura, Davide Pinto spiega come il periodo di chiusura sia stato utilizzato per lo studio e le sperimentazioni: "Il delivery ci ha annoiato subito, sapevamo che non era la nostra soluzione" ha spiegato. Così, durante la pausa delle attività, insieme al suo team, (l'aromatiere e distillatore Alfedo La Cava e il bar manager Michele Marzella in primis ), si è dedicato alla ricerca di nuovi metodi di produzione, con cui sono arrivate anche nuove collaborazioni. Artigiani Gentili , questo il nome del progetto, ha una parte legata alle

Per un pugno di corti: il bando di concorso per la prima edizione

Per un pugno di corti è un festival cinematografico organizzato da Per un pugno di ascolti, programma che va in onda ogni giovedì sera, alle ore 21, sulla torinese radiobandalarga.it. Si svolgerà a luglio nel Bar Sociale di via Baltea 3, in Barriera di Milano, e in questi giorni invita i videomakers di qualunque età, purché maggiorenni, a inviare un cortometraggio della durata massima di 15 minuti entro il 25 giugno 2017.


Il tema scelto dagli organizzatori è L'ascolto. "È bene sottolineare che la traccia può essere concepita in tutte le sue possibili accezioni. Vi chiediamo quindi di andare a esplorare con il vostro progetto multimediale tutte quelle situazioni in cui l'ascoltare diventa necessario, utile, piacevole o persino deleterio. La giuria del festival sarà composta da un cospicuo numero di esperti cinematografici, sceneggiatori, accademici e cinefili, attivi nel mondo della cinematografia e della narrazione visiva e letteraria da tanti anni" spiega il comunicato stampa. Il cortometraggio dev'essere stato realizzato non prima del 1° gennaio 2015.

Tutti i cortometraggi selezionati saranno proiettati a luglio, con modalità e tempi che verranno resi noti entro il 25 giugno 2017, nel Bar Sociale di via Baltea 3. Il vincitore verrà proclamato entro il mese di luglio e vincerà 500 euro. Ma, attenzione, il premio intende essere un sostegno dell'attività artistico-culturale del regista, dunque verrà consegnato se c'è una previsione di spesa per viaggi di studio, nuovi progetti, ecc ecc.

L'iscrizione al Festival e l'invio del corto possono essere effettuate solo per via digitale, secondo le modalità che trovate descritte a questo link.


Commenti