Nei Giardini Reali di Torino, riaperti al pubblico

I Giardini Reali hanno riaperto al pubblico e a Torino è subito uno degli eventi culturali dell'anno. È la prima volta, da quando è iniziata la riorganizzazione di Palazzo Reale, Armeria Reale, Galleria Sabauda e Museo d'Antichità in una sola realtà museale, che ne sapesse leggere le identità specifiche all'interno di un unico complesso, ovvero i Musei Reali, che i Giardini possono essere visitati nella loro completezza. Si tratta del lato dei Giardini da viale dei Partigiani verso ovest, verso la Manica Nuova, che ospita oggi la Galleria Sabauda (il "peccato originale" che impedisce una visita a tutto il complesso e di leggere l' unicum che è stato è proprio la costruzione di viale dei Partigiani, che taglia in due i Giardini, ma pazienza, la stratificazione storica è anche questo). Già aperti al pubblico il Giardino Ducale, che fu voluto dal duca Emanuele Filiberto, e il Boschetto, in questi giorni è tornato visitabile anche il Giardino di Levante, che

Verso il Salone del Libro: dalla Regione 12mila buoni libro per i ragazzi

Non si fermano le belle iniziative che avranno luogo al 30° Salone Internazionale del Libro. La Regione Piemonte lancerà infatti Buono da leggere, che, spiega il comunicato stampa della Fondazione per il Libro, la Musica e la Cultura, intende promuovere la "lettura tra gli adolescenti del Piemonte" ed è costituito da "12mila buoni libro, del valore di 15 euro ciascuno, messi a disposizione dei giovani in visita al prossimo Salone, per consentire ai ragazzi l'acquisto di un titolo di proprio gradimento".

Il buono potrà essere usato negli stand delle case editrici e nelle librerie presenti nei padiglioni del Salone del Libro (la Libreria della Piazza dei lettori - Pad. 3, la Libreria a Stelle e Strisce - Pad. 2, Babel – La libreria internazionale - Pad. 3, la Libreria dei ragazzi - Pad. 5, la Libreria dello Spazio gasTrOnomica - Pad. 1), tutti dotati della necessaria segnaletica.


"Ottomila buoni libro sono destinati alle scuole secondarie di secondo grado del Piemonte. I docenti delle scuole superiori piemontesi (o gli intermediari per la scuola) che hanno già prenotato la visita sul sito del Salone riceveranno una mail con la quale verranno informati della possibilità di ottenere un buono libro da 15 euro per ciascuno dei propri studenti in visita al Salone. I docenti che si iscriveranno nelle prossime settimane riceveranno informazioni dettagliate nel corso della procedura online di prenotazione. L’assegnazione è disponibile fino a esaurimento degli 8.000 buoni disponibili. Una volta effettuata la richiesta tutti riceveranno una mail di conferma e potranno ritirare i buoni per i ragazzi al desk all'interno del Salone (Galleria Visitatori, di fronte al Pad. 2).

Quattromila buoni libro sono invece a disposizione dei singoli giovani visitatori del Salone, nati negli anni 1999-2000-2001-2002 e residenti in Piemonte. I giovani visitatori interessati potranno ritirare il buono presso il desk del Salone (Galleria Visitatori, di fronte al Pad. 2) presentando il biglietto di ingresso ridotto (non il biglietto scuole) e un documento di identità. I 4.000 buoni saranno ripartiti nella misura di 800 al giorno fino a esaurimento disponibilità" spiega ancora il comunicato stampa.

Per tutte le info, buonodaleggere@salonelibro.it; sempre più speciale il 30° Salone del Libro di Torino!


Commenti