Tre visite al cantiere di restauro della Fontana del Nettuno di Villa della Regina

L'ingresso a Villa della Regina, la residenza sabauda più panoramica di Torino, avviene attraverso un lungo viale, in salita, chiuso dal grandioso Grand Rondeau, al cui centro c'è la Fontana del Nettuno. È affiancata da due monumentali scalinate laterali simmetriche, disposte a tenaglia, mentre lo sguardo è già attirato dalla villa, finalmente a due passi. Le simmetrie scenografiche, l'asse visuale, la meraviglia sono tutti elementi del barocco torinese che trovano espressione in questa residenza. Saranno ancora più leggibili dopo il restauro delle sculture della fontana, che parte in questi giorni e che avviene grazue al lavoro degli studenti del primo anno del settore di specializzazione in Materiali lapidei e derivati; Superfici decorate dell'architettura del Corso di Laurea magistrale in Conservazione e Restauro dei Beni Culturali dell'Università degli Studi di Torino, in convenzione con la Fondazione Centro Conservazione e Restauro "La Venaria Reale&q

La #MuseumWeek celebra le donne, fino al 25 giugno

Potrei dire di aver visto nascere la Museum Week. Alla prima edizione, nel 2014, Rotta su Torino aveva pochi mesi di vita e poche decine di visitatori giornalieri, credo che Google facesse ancora fatica a riconoscerlo. Da sempre più appassionata di Twitter che di Facebook, ero rimasta colpita da questo hashtag su Twitterdedicato ai Musei, che presentavano le proprie collezioni e interagivano con gli utenti e tra di loro, dando un'idea di accessibilità e vicinanza che non avevano mai dato prima sui social. All'epoca la Museum Week coinvolgeva pochi Paesi europei, mi sembra fossero UK, Francia, Germania e Italia; mi piaceva che Torino fosse la città più attiva d'Italia e che Palazzo Madama fosse diventato nel giro di pochi giorni uno dei nodi più importanti di passaggio dei tweet. Ricordo come, nella spontaneità e nell'entusiasmo di quei giorni, si cercasse di coinvolgere in questo progetto di divulgazione anche i grandi Musei dei Paesi non partecipanti alla Museum Week e come da altri Paesi, vedendo questo hashtag nei TT mondiali, si cercasse di partecipare e di far partecipare i propri gioielli culturali. Le prime volte sono sempre le più entusiasmanti e le più appassionanti: la curiosità, la scoperta, il desiderio di non perdersi niente.

Poi anche la Museum Week ha iniziato a far parte del paesaggio, le edizioni seguenti sono state di successo crescente e hanno coinvolto gli enti culturali dei cinque continenti. Adesso siamo alla quarta edizione. Rotta su Torino si è guadagnato il suo spazio tra i blog cittadini, continua ad avere molta attenzione e molta passione per la cultura cittadina, ha allargato lo sguardo verso il Piemonte e oltre i suoi confini, ha affinato i suoi interessi, come è giusto che sia (un blog è pur sempre espressione degli interessi di chi lo firma). E la Museum Week è diventata una delle certezze del calendario annuale di Twitter.

La quarta edizione si svolge con un certo ritardo, rispetto alle precedenti, e inizia oggi, 19 giugno 2017, per terminare domenica 25 giugno, con un filo conduttore intrigante: le donne. La #MuseumWeek 2017 vuole infatti essere un omaggio all'universo femminile in tutti i suoi aspetti: le artiste, le protagoniste delle opere d'arte e, allargando ancora gli orizzonti, le donne che hanno saputo distinguersi. Gli argomenti e gli hashtag variano tutti i giorni: oggi si parla di #foodMW, il 20 giugno di #sportsMW, il 21 giugno #musicMW, il 22 giugno #storiesMW, il 23 giugno #booksMW, il 24 giugno #travelsMW, il 25 giugno #heritageMW.

I Musei torinesi continuano a essere tra i più attivi d'Italia (ma è bello vedere come la partecipazione italiana sia aumentata in maniera esponenziale, coinvolgendo non solo le grandi realtà museali, ma anche i piccoli musei che caratterizzano il nostro territorio e le nostre regioni; che bella scoperta per me, che ho origini sarde, i piccoli musei archeologici dell'isola, un paio di anni fa!). Per tutta la settimana, i Musei informeranno sulle loro collezioni, i loro eventi, le loro storie, seguendo gli argomenti giornalieri, ma anche il pubblico potrà partecipare, condividendo foto e memorie e facendo domande per saperne di più. Buona #MuseumWeek, alla scoperta dei Musei (non solo) torinesi!


Commenti