La Manica della Fondazione Collegio Universitario Einaudi, colorato e accogliente

Un edificio degli anni '50, in corso Lione, trasformato in La Manica, un collegio universitario da 41 posti, a pochi passi dal Politecnico e a poca distanza dalle fermate dei bus che conducono verso le diversi sedi universitarie sparse in città. È la bella operazione appena completata dalla Fondazione Collegio Universitario Einaudi, che, spiega nel comunicato stampa, "è impegnata nel rinnovamento di tutte e cinque le proprie residenze e nel recupero di immobili di proprietà fino ad oggi adibiti ad altri usi, con l'obiettivo da una parte di adeguarle a esigenze e standard della vita contemporanea, dall'altra di ampliare il numero di posti di studio e contribuire così all'aumento di questo tipo di offerta da parte del Sistema Universitario Torinese". La ristrutturazione de La Manica è piuttosto interessante perché garantisce ai 41 studenti non solo spazi privati dotati di tutti i comfort, manche ampi luoghi di socializzazione. Realizzata su progetto di DAR

I notturni al Sacro Monte, performance d'arte sul percorso devozionale

Tre serate d'arte per celebrare il quarto anniversario dei Sacri Monti di Piemonte e Lombardia Patrimonio Mondiale dell'Umanità dell'UNESCO (il riconoscimento è del 3 luglio 2003). Dall'1 al 3 luglio 2017, al Sacro Monte di Belmonte (TO), I notturni al Sacro Monte proporrà un modo nuovo di vivere il percorso devozionale, con "una performance itinerante di teatro, danza contemporanea, pittura, artigianato, scultura, canto, musica e arti circensi. Lassù, le emozioni di uno spettacolo sotto le stelle, o sotto le fronde, inviteranno a riconquistare lo spirito del Sacro Monte o, meglio, dei sacri monti: luoghi in cui si viaggia verso altre terre, lontane oppure così vicine da farsi terre dello spirito" secondo le parole del regista Claudio Montagna.


Dalle ore 20.30, in un percorso adeguatamente illuminato, e con partenze in gruppi ogni quarto d'ora, gli spettatori potranno vedere tredici quadri legati alle scene illustrate nelle Cappelle, che offriranno un'interpretazione contemporanea del Sacro Monte, 55 artisti e performers, attori, pittori, acrobati, cantanti, danzatrici, musicisti, narratori, offriranno al pubblico un'esperienza immersiva, per riflettere, nel buio illuminato dalle rappresentazioni, sul significato del Sacro Monte e sulle metafore dell'esistenza umana. A guidare il pubblico lungo il percorso, i Viandanti attori, "protagonisti in ogni tempo dei cammini devozionali, ritornati al Sacro Monte per invitare al viaggio e alla meditazione, sugli antichi sentieri".

Lo spettacolo è gratuito. Per salire al Sacro Monte ci sono varie possibilità: sul percorso da Valperga si potrà essere accompagnati da guide naturalistiche, divisi in due gruppi, con partenze alle ore 17 e 17.30. Altrimenti si salirà da Cuorgnè e Pertusio con bus navetta (2 euro a persona andata e ritorno, con partenze alle ore 19.00 - 19.45 - 20.30 – 21.15; il ritorno a Cuorgnè, dalle ore 21.30, ogni mezz'ora, fino alle 24). Sarà possibile raggiungere il Sacro Monte anche da Torino, il 2 luglio 2017, con partenza alle ore 14.30 da Porta Susa e con ritorno entro mezzanotte (15 euro a persona, prenotazioni tel 011/9833504, e-mail info@kubabaviaggi.it). Il programma degli spettacoli e gli aggiornamenti su www.notturniteatrali.it.


Commenti