La notte che verrà, installazione itinerante di luci e suoni per la rinascita della Dora

Un'installazione di luci e suoni che il 28 luglio 2021 dalle ore 22 percorrerà entrambe le rive della Dora, dal Campus Einaudi al Parco Dora, per celebrare il via a 19 progetti che cambieranno il volto ai quartieri che vi si affacciano, migliorando la qualità della vita dei residenti. La notte che verrà , questo il suo nome, " trasporterà, cullata dal fiume, le voci, le lingue e le storie narrate dagli abitanti dei quartieri lungo il suo corso" spiega il comunicato stampa "I ponti di luce, trasportati da veicoli 100% elettrici, si muoveranno lungo gli argini del fiume e andranno a valorizzare, grazie al disegno luminoso, i luoghi simbolo dei quartieri. Sarà una coreografia in movimento che toccherà i ponti Carpanini, Livorno e Washington; che visiterà il Parco Dora, la Biblioteca Italo Calvino, il Campus e Borgo Dora, tutti luoghi simbolo di inclusività e condivisione. Ponti di luce tra le persone che condividono uno spazio sia reale, sia interiore. Al termine del pe

#Renascence, tre giorni per i progetti del Castello di Agliè

Per una breve stagione, all'inizio del secolo, è stato il Castello più famoso d'Italia: era il Castello del conte Fabrizio Ristori, l'amato di Elisa di Rivombrosa e fino ad Agliè (TO) arrivavano frotte di turisti da tutt'Italia. Poi quella fama è scemata e le difficoltà di bilancio hanno reso sempre più problematica la sua apertura, ridotta a pochi giorni alla settimana. Un peccato per il Castello, che fu prima fortezza difensiva medievale, quindi gioiello dell'architettura barocca grazie al conte Filippo di San Martino, che chiamò ad aiutarlo nella trasformazione Amedeo di Castellamonte, infine tappa della Corona di Delizie dei sovrani sabaudi.


Con le nuove politiche per la Cultura volute dal ministro Dario Franceschini, anche per Agliè potrebbe iniziare una nuova stagione. Parte del Polo Museale del Piemonte, ha ottenuto finalmente i finanziamenti necessari per la sua conservazione e, perché no, per il suo rilancio.

#Renascence si chiama la tre giorni preparata per far conoscere il Castello tra Torino e Agliè, dal 15 al 17 giugno 2017. Si inizia il 15 giugno alle ore 11, con una conferenza stampa che presenta i lavori per il Parco del Castello, a Palazzo Carignano, sede del Polo Museale piemontese; si continua il 16 giugno alle ore 9.30, ancora a Palazzo Carignano, con un Convegno di studi sul restauro de La cortigiana con parasole di Kawanabe Kyosai e sulle collezioni orientali del castello di Aglié; si conclude il 17 giugno alle ore 11, al Castello di Agliè, con una conversazione sui progetti in corso sia per la residenza che per il suo parco, che terminerà con una visita guidata alle collezioni orientali con l'orientalista Robert Vergagni e al cantiere in corso dei restauri della Fontana dei Fiumi, con i restauratori del Centro di Restauro di Venaria Marie-Claire Canepa e Alessandro Segimiro.

Che gli dei sorridano alla nuova stagione del Castello di Agliè, perché merita tutto il bello che si spera stia per arrivare. Questo il programma di #Renascenceper informazioni e prenotazioni: email pm-pie.comunicazione@beniculturali.it, tel 011 5641717/709

15 giugno 2017, ore 11
Conferenza stampa di presentazione dei lavori per il parco del castello
Saluti istituzionali
Daila Radeglia, Direttore del Polo museale del Piemonte
Marco Succio, Sindaco della Città di Aglié
Stefano Trucco, Presidente del Centro Conservazione e Restauro La Venaria RealeInterventi
Alessandra Guerrini, Direttore del Castello di Aglié
A dodici anni da Elisa di Rivombrosa: il castello di Aglié nei suoi progetti di studio, restauro e riallestimento
Stefania Dassi e Alessandra Gallo Orsi, gruppo di progettazione MiBACT Piemonte
Nuove frontiere per la conoscenza. Il rilievo del parco del complesso del castello ducale di Aglié
Roberta Bianchi, Direttore del laboratorio di restauro del Polo museale
La Fontana dei Fiumi: il progetto di restauro attraverso un cantiere di conoscenza
Giorgio Ferraris e Simona Alauria, Uppervision
Rilievo aerofotogrammetrico e strumentale del parco e della fontana dei Collino

16 giugno 2017, ore 9.30
Convegno di studi sul restauro de “La cortigiana con parasole” di Kawanabe Kyosai e sulle collezioni orientali del castello di Aglié
Saluti istituzionali
Daila Radeglia, Direttore del Polo museale del Piemonte
Gisella Capponi, Direttore dell’Istituto Superiore per la conservazione e il restauro di Roma
Marco Biscione, Direttore del MAO Museo d’Arte orientale
Interventi
Alessandra Guerrini, Direttore del Castello di Aglié
Tomaso di Savoia-Genova e le collezioni orientali del castello di Aglié
Koto Sadamura, Visiting Researcher in the Department of Asia, British Museum
“La cortigiana col parasole”: un dipinto a due mani
Maria Vera Quattrini, Istituto Superiore per la Conservazione e il Restauro
La cortigiana con parasole di Kawanabe Kyosai: il restauro

17 giugno 2017, ore 11
Conversazione sui progetti in corso per il castello e il parco
Saluti istituzionali
Daila Radeglia, Direttore del Polo museale del Piemonte
Marco Succio, Sindaco della Città di Aglié
Interventi
Alessandra Guerrini, Direttore del Castello di Aglié
Il futuro ha un cuore antico: progetti per Aglié
Giuseppe Butera, gruppo di progettazione MiBACT Piemonte
Nuove frontiere per la conoscenza. Il rilievo del parco del complesso del castello ducale di Aglié
Rosanna Piervittori, Presidente del Corso in Laurea Magistrale in Conservazione e restauro dei Beni Culturali dell’Università di Torino
Cantieri didattici del corso in laurea magistrale in Conservazione e restauro dei Beni Culturali dell’Università di Torino
Michela Cardinali, Direttrice dei laboratori del Centro Conservazione e Restauro La Venaria Reale
Il progetto di recupero della Fontana dei Fiumi: studio, formazione e restauro
Maria Vera Quattrini, Istituto Superiore per la Conservazione e il Restauro
La cortigiana con parasole di Kawanabe Kyosai: il restauro.


Commenti