La Manica della Fondazione Collegio Universitario Einaudi, colorato e accogliente

Un edificio degli anni '50, in corso Lione, trasformato in La Manica, un collegio universitario da 41 posti, a pochi passi dal Politecnico e a poca distanza dalle fermate dei bus che conducono verso le diversi sedi universitarie sparse in città. È la bella operazione appena completata dalla Fondazione Collegio Universitario Einaudi, che, spiega nel comunicato stampa, "è impegnata nel rinnovamento di tutte e cinque le proprie residenze e nel recupero di immobili di proprietà fino ad oggi adibiti ad altri usi, con l'obiettivo da una parte di adeguarle a esigenze e standard della vita contemporanea, dall'altra di ampliare il numero di posti di studio e contribuire così all'aumento di questo tipo di offerta da parte del Sistema Universitario Torinese". La ristrutturazione de La Manica è piuttosto interessante perché garantisce ai 41 studenti non solo spazi privati dotati di tutti i comfort, manche ampi luoghi di socializzazione. Realizzata su progetto di DAR

Il TOdays Festival chiude l'estate torinese: grandi ospiti e laboratori

L'estate si avvia verso la sua conclusione e a Torino arriva il TOdays Festival, da tre anni l'ultimo grande evento cittadino prima dell'autunno. Di questo Festival bisogna segnalare non solo la qualità del suo calendario e il prestigio dei musicisti che vi prenderanno parte, ma anche gli obiettivi, che sono la mescola di linguaggi d'arte, con le conseguenti contaminazioni, e i momenti di formazione, con cui scoprire nuove suggestioni. Merita di essere ricordata anche la scelta di portare TOdays in un quartiere che in questi ani sta facendo della cultura una delle possibili chiavi di futuro, utilizzando anche il passato industriale e le tracce che ha lasciato: in Barriera di Milano, il Festival avrà come sedi l'ex INCET, il grande prato di sPAZIO211, la Galleria d'Arte Gagliardi e Domke e gli Arca Studios, tutti distanti tra loro poche centinaia di metri, tutti in spazi che furono un tempo grandi industrie torinesi.


Dal 25 al 27 agosto 2017, i concerti avranno come protagonisti, tra gli altri, PJ Harvey e Mad DeMarco (25 agosto), Richard Ashcroft e Perfume Genius (26 agosto), Band of Horses, The Shins e Timber Timbre (27 agosto); i biglietti sono in vendita su www.ticketone.it/ (ma i concerti sono praticamente sold out). Alla musica si accompagnano numerosi laboratori, gratuiti e imperdibili per chi ama l'arte e le sue contaminazioni possibili: agli Arca Studios e alla Galleria d'Arte Gagliardi e Domke, i TOLab favoriscono l'incontro tra artisti, giornalisti, designer, opinion maker e visionari che si muovono in modo trasversale tra musica, arte, cultura, per discutere di musica, tecnologia, professioni possibili. "TOdays interpreta il DNA della città che si trasforma, nel rispetto dell'ambiente capace di coniugare architettura e verde, memoria storica e innovazione: al Parco Aurelio Peccei, realizzato e riconosciuto come il primo parco d’Italia totalmente ecosostenibile, delimitato dall'adiacente complesso Docks Dora, la musica si fonderà con l'arte in produzioni esclusive e site specific capaci di attraversare i confini fra le diverse discipline" spiega il comunicato stampa. La partecipazione è gratuita, per le modalità d'ingresso (spesso è necessaria comunque un'iscrizione) il link è questo www.todaysfestival.com.

TOdays è uno dei grandi eventi che si tengono a Torino dopo l'introduzione di nuove misure di sicurezza: il Prefetto di Torino ha vietato la vendita di alcolici e bevande in bottiglie di vetro o lattine; vietato anche il loro consumo negli spazi del Festival. Il divieto riguarda gli esercizi pubblici dell'area intorno alle sedi dei concerti, tra corso Vigevano e via Lauro Rossi, tra corso Vercelli e il Passante Ferroviario (corso Venezia), e inizia alle ore 15 della tre giorni.


Commenti