La notte che verrà, installazione itinerante di luci e suoni per la rinascita della Dora

Un'installazione di luci e suoni che il 28 luglio 2021 dalle ore 22 percorrerà entrambe le rive della Dora, dal Campus Einaudi al Parco Dora, per celebrare il via a 19 progetti che cambieranno il volto ai quartieri che vi si affacciano, migliorando la qualità della vita dei residenti. La notte che verrà , questo il suo nome, " trasporterà, cullata dal fiume, le voci, le lingue e le storie narrate dagli abitanti dei quartieri lungo il suo corso" spiega il comunicato stampa "I ponti di luce, trasportati da veicoli 100% elettrici, si muoveranno lungo gli argini del fiume e andranno a valorizzare, grazie al disegno luminoso, i luoghi simbolo dei quartieri. Sarà una coreografia in movimento che toccherà i ponti Carpanini, Livorno e Washington; che visiterà il Parco Dora, la Biblioteca Italo Calvino, il Campus e Borgo Dora, tutti luoghi simbolo di inclusività e condivisione. Ponti di luce tra le persone che condividono uno spazio sia reale, sia interiore. Al termine del pe

Il foliage nell'autunno del Parco del Castello di Miradolo

Un altro bel posto dove ammirare il foliage, il colore autunnale delle foglie, in Piemonte (Rotta su Torino ha già segnalato il Treno del Foliage, tra Domodossola e il Lago Maggiore). Nel Castello di Miradolo, alle porte di Pinerolo (TO), l'autunno è la seconda stagione di Invito al Parco, il bel progetto di valorizzazione che la Fondazione Cosso sta realizzando dalla scorsa estate, per invitare a scoprire i ritmi stagionali del Parco, con una programmazione appositamente studiata, grazie al contributo della Compagnia di San Paolo.


Se l'estate ha regalato la natura rigogliosa e lussureggiante, l'autunno è davvero magico, con le sfumature dei suoi colori nelle piante esotiche e autoctone. Per apprezzarlo in tutta la sua bellezza, ci sono le audioguide stagionali, che per ogni stagione evidenziano le caratteristiche delle piante e dei luoghi. L'itinerario autunnale punta sull'acero del Giappone, che si colora di rosso, sulle sfumature dorate del ginkgo e su quelle brunate dei tassodi. Nella Sala del Parco, le stagioni sono raccontate anche dai video, che sono stati realizzati con i droni e permettono di cogliere scorci e prospettive che a noi umani sono negate, dalla terra (non perdeteli, sono un bel momento). In questa stagione, in attesa della mostra dedicata a Fausto Melotti, che verrà inaugurata l'11 novembre 2017, il Parco del Castello apre solo alla domenica, dalle ore 10 alle ore 18.30 (gli altri giorni solo su prenotazione). E per queste domeniche d'ottobre, il programma è il seguente:

1 ottobre 2017
ore 15.30
Visita guidata Il Parco del Castello di Miradolo per scoprire la storia e le curiosità botaniche del luogo, tra alberi maestosi e centenari, specie esotiche e angoli pittoreschi.

8 ottobre 2017
ore 15.30
La Fondazione Cosso aderisce a F@mu- la giornata nazionale delle famiglie al museo, con un divertente laboratorio per i più piccoli
Letture diffuse Il Giardino di Sofia. Racconti di parchi, giardini e giardinieri, in collaborazione con il circolo LAAV di Torre Pellice.

15 ottobre 2017
ore 15.30
La passeggiata nel parco pittoresco alla scoperta del Parco del Castello di Miradolo con Maria Luisa Reviglio e Sabrina Villa, autrici del dizionario illustrato L'arte dei giardini pittoreschi
ore 17
Merenda nella Caffetteria del Castello, con le prelibatezze dell'Antica Pasticceria Castino di Pinerolo

22 ottobre 2017
ore 15.30
Visita guidata tematica del Parco L'orologio delle piante, dedicata agli amanti della natura e delle piante

29 ottobre 2017
ore 11
Visita guidata tematica del Parco per le famiglie Le piante delle streghe, un percorso che avvicina grandi e piccini, per passare insieme una mattinata all'aria aperta.
Ore 15.30
Aspettando Halloween, laboratorio per bambini Scuola di stregoneria, tra pozioni, amuleti e tanto divertimento


Commenti