I Lunedì Green dei Giardini Reali di Torino: le visite in esclusiva

Per tutta la stagione invernale, i Giardini Reali aprono le loro porte per le visite dei Lunedì Green , riservate ai possessori delle tessere solidali ideate per finanziare la loro manutenzione e la loro promozione e al pubblico. Le tessere sono di durata annuale e di quattro tipologie, dalla più economica Amic* del verde 10 euro alla più cara, Giardinier* del Re , 250 euro, in un crescendo di vantaggi per i loro possessori. Si acquistano al bookshop dei Musei Reali, contattando l'Ufficio Comunicazione e Promozione Museale all’indirizzo mr-to.sostienici@beniculturali.it  o in occasione di eventi promozionali. I Lunedì Green sono curati dallo staff dei Musei Reali e permetteranno di scoprire la storia e le stratificazioni dei Giardini Reali, con visite dedicate ogni volta a un settore specifico, per rivelarne storia, curiosità, botanica, cura, manutenzione. Si terranno alle ore 11 e alle 15 di ogni lunedì, dureranno 60 minuti e sono a prenotazione obbligatoria all'email

La Vendemmia a Torino, con degustazioni ed eventi nel nome del vino

Era naturale che prima o poi l'unica città italiana dotata di vigneto urbano (a Villa della Regina) dedicasse una manifestazione alla vendemmia. Succederà il 14 e 15 ottobre 2017, con La Vendemmia a Torino – Grapes in Town. Degustazioni, arte e tour racconteranno il vino e i suoi produttori, con numeri lusinghieri alla prima edizione: quasi 40 degustazioni in 2 giorni, 16 conferenze e incontri, 12 visite guidate e 5 prestigiose gallerie d'arte. Come sempre, quando Torino organizza un evento dalle possibilità multidisciplinari, sono coinvolte numerose realtà culturali: i Musei Reali, il Cicolo dei Lettori, il MAO, il Museo della Montagna, il Museo del Risorgimento, CAMERA, il Museo delle Arti Applicate e, ovviamente, Villa della Regina, con il suo vigneto dallo spettacolare panorama sulla città, sono alcune delle istituzioni partecipanti.


Ma cosa succederà nei giorni di La vendemmia a Torino? Il programma propone degustazioni in luoghi come Palazzo Cisterna (eccellenze dei vini piemontesi con oltre 100 etichette), il Museo del Risorgimento (prodotti vitivinicoli piemontesi, in particolare il Vermouth), CAMERA (degustazioni con enologo), il Circolo dei Lettori (degustazioni dei vini di Fontanafredda di Serralunga d'Alba, CN) o il Museo della Montagna (degustazione dei vini di montagna), tra i tanti.

All'inaugurazione della manifestazione, sarà presente anche una delegazione del Perù, il Paese ospite della prima edizione, guidata dall'ambasciatore del Perù in Italia Luis Iberico Núñez, con la Presidente dell'Associazione no profit Las Damas del Pisco del Perù Gladys Torres e 40 produttori vitivinicoli;  in quest'occasione sarà inaugurata anche la mostra Perù la Terra del Pisco, Cultura Vitivinicola, aperta al Circolo degli Artisti (via Bogino 9, Scala B), fino al 15 ottobre.

Ma non sono solo degustazioni ed è questo il bello. È proprio uno sguardo a 360° gradi: il vino e la cultura, la letteratura, il cinema, il paesaggio. Al Circolo dei Lettori, si parlerà di Parole e immagini di vino, Racconti e ricordi tra cinema e letteratura (14 ottobre, ore 15); al MAO, In vino veritas, una lettura delle poesie di Chicca Morone dedicate a Omar Khayyam, con arpe di Vincenzo Zitello e le vibrazioni delle crystal bowls (14 ottobre, ore 16) e poi Bere con gli dei. Storie di guerrieri, principi e sacerdoti tra Mediterraneo antico e medioevo barbarico, un viaggio lungo le rotte del vino, con parole e suoni; di nuovo al Circolo dei lettori, Il nord Piemonte a tavola: showcooking con lo chef Antonio Labriola e i vini Gattinara raccontati da Piera Genta, a cura di La città del gusto Torino – Gambero Rosso (15 ottobre, ore 17, prenotazione obbligatoria tel 0114546594 o email torino@cittadelgusto.it).

Nel ricco programma di eventi, degustazioni, incontri, laboratori, ospitati in Musei e Dimore Sabaude, tengo a segnalare il giusto protagonismo di Villa della Regina e del suo magnifico vigneto gestito dalle Cantine Balbiano: il 14 e 15 ottobre, dalle ore 10 alle 17, sarà possibile visitare il Vigneto e acquistare i suoi prodotti in Villa. Il vigneto di Villa della Regina è l'unico vigneto urbano in Italia ed è uno dei tre presenti in Europa: gli altri due sono a Schoenbrunn, a Vienna, e a Montmartre, a Parigi, ma nessuno vanta il suo fantastico panorama, che comprende la Mole Antonelliana e la corona delle Alpi. Non perdetelo!

Ma non è finita qui: La Vendemmia a Torino è anche occasione di altre iniziative. A San Salvario, l'Enoteca Diffusa, formata dai locali Affini, il Barotto, Baretti Bis, Bottega Baretti, Closer, Lo Stonnato, Mad, Shaka Brah e Sans Soushì propon, dal 12 al 15 ottobre, dalle ore 18 alle 2, un itinerario culturale di riscoperta dei vini DOC e DOCG della provincia di Torino, abbinati all'offerta culturale dei locali o da provare nei cocktail. Dal 12 al 22 ottobre, piazza Carlo Alberto ospiterà una mostra dedicata a Camera con vista, il concorso indetto da Regione Piemonte, Assessorato alla Cultura e Turismo e Fondazione per l'Architettura e rivolto ai creativi per identificare idee di ricettività specifiche per le caratteristiche culturali e paesaggistiche della nostra regione. Il 13 ottobre, dalle ore 18 e con partenza da piazza Vittorio Veneto, le guide Bogianen condurranno un tour alla scoperta del Vermouth, in vari locali del centro storico (info: www.facebook.com/vivabaretti). Il 14 e 15 ottobre, dalle ore 10 alle 18, Dopo l'UNESCO, agisco! dedica spazio ai paesaggi vitivinivoli di Langhe, Roero e Monferrato (Museo Nazionale del Risorgimento). Infine, sabato 14 ottobre, dalle ore 21, la grande Notte della Vendemmia, da Eataly Lingotto (via Nizza 230/14), con vino, musica dal vivo, dj set e la Cantina di Eataly con le barrique e le 5000 etichette di vino (ingresso libero, con consumazione facoltativa fino a esaurimento posti).

Tutte le info sulla Vendemmia a Torino, sul sito ufficiale, www.vendemmiatorino.it.


Commenti