Via Sacchi, un progetto di rigenerazione urbana in venti giorni

Un asse lungo un chilometro, che dalla Porta Nuova portava verso sud, dotato di eleganti portici costruiti tra l'Ottocento e il primo Novecento, in testa, verso corso Vittorio Emanuele e Porta Nuova, si trovano due dei più prestigiosi alberghi torinesi, il Turin Palace Hotel e BW Plus Hotel Genova, al loro termine, già in corso Sommeiller, Casa Lattes, una delle più belle costruzioni del Liberty nel quartiere, alle spalle di corso re Umberto. Via Sacchi ha tutte le potenzialità per essere una via del passeggio torinese, grazie ai suoi portici e alla sua posizione semicentrale, e anche, perché no?, alla presenza della Stazione di Porta Nuova, che corre parallela per tutta la sua lunghezza, fino al Dopolavoro Ferroviario.


Dopo anni di degrado, con una certa desertificazione commerciale (ma con piccoli gioielli come, al 42, la storica Pasticceria Pfatisch), via Sacchi è adesso protagonista di 20 giorni di eventi ed esperimenti che ne progettano il rilancio; saranno utilizzati anche alcuni locali commerciali adesso vuoti e sfitti, per alcune delle attività previste. Dal 10 al 30 ottobre 2017, la Fondazione Contrada coordina una serie di seminari, mostre, mercati tematici, performance e installazioni artistiche, tour nei luoghi sconosciuti e inimmaginati, voluti dalla Città di Torino con gli Assessorati per la Cultura, per il Commercio e Turismo, per le Politiche Giovanili e con la partecipazione di Politecnico di Torino- Facoltà di Architettura- Dipartimento di Architettura e Design, Accademia Albertina di Belle Arti, Ferrovie Italiane, Comitato Rilanciamo Via Sacchi, la startup Taimwise, CirKovertigo e vari esercenti e proprietari della via. Tutti gli eventi sono gratuiti, ma in alcuni è richiesto l'accredito, da richiedere alla Fondazione Contrada o al Politecnico (vedi www.contradatorino.org). Il programma è il seguente:

10 ottobre 2017
Seminario: Living Lab Via Sacchi
Dopo Lavoro Ferroviario, via Sacchi 63
ore 9-13 - Via Sacchi cos'è? Laboratorio con ruolo attivo di studenti, esperti, amministrazione cittadina, esperti di settore, cittadini, city users, e altri stakeholders del territorio.
Ore 14-18 - Via Sacchi cosa sarà... Workshop attivo con tavoli di lavoro e proposte per il futuro della via.
Inaugurazione
ore 18 - #sacchi56
Passeggiando tra le reclame
ore 18 - Viaggio sotto i portici di via Sacchi attraverso le evocative immagini dei manifesti d'epoca. A cura di Giardino forbito e Olimpia Soleri. In collaborazione con Collezione Soleri, associazione Fotografia, progettazione grafica Relocation & more. Olimpia Soleri inaugura la mostra e ne racconta la scelta tematica.

11 ottobre 2017
Il design della montagna
ore 18.30-19.30 - Libreria La Montagna, via Sacchi n.28.
La Libreria La Montagna ospita i designer e i progettisti di Ferrino

12 ottobre 2017
Gazebo Sambuy
ore 15 - Cartoline da Torino. Viaggio tra le memorabilia di Torino con il collezionista Alberto Bolaffi. A cura di Giardino forbito
Saperi & Sapori. Abitanti e commercianti sui presidi di via Sacchi
ore 16 - #sacchi56 A cura di Giardino Forbito
Libreria La Montagna, via Sacchi 28
ore 18.30 - 111 luoghi di Torino che devi proprio scoprire. di Maurizio Francesconi e Alessandro Martini, Emons edizioni.

13 ottobre 2017
Giardini Sambuy
ore 15 - Piccante a colori, Il giro del mondo in 80 peperoncini con i Fratelli Gramaglia
ore 17 - Le Mille e una Patata. Forme e ricette del tubero più cucinato al mondo Federico Chierico di Paysage à manger in collaborazione con Floritalia

14 ottobre 2017
Giardini Sambuy
ore 12 - Creatività e tradizione. La chef Imma Ferraro si racconta.
Ore 15 - Stuzzicando con le forme. Scuola di cucina il Melograno.
Ore 16 - Bolle in pentola. Il Comitato Figli di Terra Madre cerca nome.
Ore 18 - Le Beaujoulais è terminée, sboccia il novello. Aziende vinicole del territorio

15 ottobre 2017
Giardini Sambuy
ore 11 - Chi si loda s'imbroda. Appuntamento con Miss Dado – Francesca Persano
ore 12 - Il gelo è servito. Lo chef Luca Zara surgela e insegna
ore 15 - A noi ci piace la menta! Fratelli Gramaglia e la partecipazione dell'artista Alice Belcredi
ore 17 - Se non hanno più brioche che mangino pane! Storie del pane quotidiano - Tavola rotonda.
Partecipano: Salvatore Alessandro Giannino, Andrea Bertino, Emilia Luisolo, Olimpia Soleri, e Freedhome.
Ore 19 - La cipolla, i limoni, le patate, la polenta e via recitando. Il cibo in poesia. Aperitivo e reading poetico a cura di Amado mio.
Belleville Comics, via Sacchi 44
ore 19 - Presentazione dei libri Ther Rust Kingdom di Spunga, ed. Hollow Press e Lalaland di Lucio P., ed. Shockdown.

16 ottobre 2017
Seminario: Il piano colore di Torino 1997-2017
ore 16-18 - via Sacchi 27 bis (lato ferrovia)
A cura di Fondazione Contrada Torino Onlus e con la partecipazione del Comitato Rilanciamo Via Sacchi. Aggiornamenti su Piano Colore di Torino e sulle economie di scala per la riqualificazione degli ambienti unitari. Esperienze realizzate e programmi futuri

20 ottobre 2017
Dispositivi di rigenerazione e riflessioni sull'"anello"
ore 14.30-18.30, Dopo Lavoro Ferroviario, via Sacchi 63
Tavola rotonda e Assessorato alla Rigenerazione Urbana, Assessorato all’Urbanistica, Assessorato all’Ambiente, Assessorato alla Mobilità e Assessorato all'Innovazione, con i comitati Rilanciamo via Sacchi e Portici in Movimento.

25 ottobre 2017
Portici a confronto: Bologna/Torino
ore 15-18 - Dopo Lavoro Ferroviario, via Sacchi 63
Open Data, Innovazione e Sicurezza nelle applicazioni per turismo e commercio. Comune di Bologna: Agenda digitale e Tecnologie informatiche; Assessorato all’Innovazione, e SIAT (Società degli Ingegneri e Architetti di Torino), a cura di Fondazione Contrada Torino Onlus

28 ottobre 2017
Cultura Ferroviaria: Narrazione a due voci
ore 10.30 - Apertura straordinaria della Sala Gonin. In collaborazione con Gruppo FS - Grandi Stazioni Rail, e prof G.M. Lupo. Punto di raccolta allo spazio #SACCHI56


Commenti