Da youtube, il video di Kirsten Dirsen sulla Pra di Brëc di QOS Studio, a Locana

Kirsten Dirsen è tornata nelle valli alpine torinesi, alla scoperta di antichi edifici di montagna rinati a nuova vita. Dopo la Baita di Studioata , presenta nel suo canale di youtube (1,7 milioni di iscritti!) un bel progetto di ristrutturazione, realizzato a Locana, a poche decine di km da Torino. Qui la famiglia Laboroi ha voluto trasformare l'antica casa-fienile, che appartiene loro da ben quattro generazioni, in una casa per le vacanze, chiamata Pra di Brëc. Il progetto è stato affidato all'astigiano QOS Studio. Come spiega a Kirsten Davide Querio, geometra dello studio, l'edificio è stato liberato dall'intonaco aggiunto qualche decennio fa, per lasciare a vista i bei muri in pietra. Una scelta che ha restituito identità all'intera struttura: nel video si mostra il "prima" e "dopo" e si può apprezzare quanto la casa fosse stata resa anonima dall'intonaco e quanto invece adesso abbia una personalità coerente con il paesaggio circosta

8 dicembre: apertura speciale del Circolo dei Lettori, l'Albero di ghiaccio di Eataly

D'accordo, l'8 dicembre è giornata di mercatini e di via allo shopping natalizio (e in questo post trovate i mercatini torinesi da non perdere in questo dicembre!). Ma qui vi voglio proporre un 8 dicembre un po' diverso, perché Torino è una di quelle città in cui non sai mai cosa fare non perché non ci sia niente da fare, ma perché di sicuro ti perdi qualcosa, vista l'ampia offerta.


L'8 dicembre di Eataly, al Lingotto (via Nizza 230/14), inizia in realtà il 6, quando i Maestri Scultori Giambattista Lanni e Epure Dumitru iniziano a preparare lo spettacolare Albero di Natale di ghiaccio, alto 5 metri per 18 tonnellate di peso. Lanni e Dumitru sono specialisti del ghiaccio: hanno preparato la squadra vincitrice della Coppa del Mondo a Londra 2014 e Lione 2015 e sono stati i designer di Neve e Glitz, indimenticate mascotte di Torino 2006. Due giorni di lavoro per un'inaugurazione tradizionale: l'8 dicembre, alle ore 18. Come resistere a un Albero di Natale di ghiaccio, nel piazzale in cui ci sono stati l'Or-TO e il vigne-TO? Un albero mai uguale a se stesso, come fa notare il comunicato stampa: "L'8 dicembre avrà così inizio uno spettacolo da vivere ogni momento: la scultura, infatti, si trasformerà di giorno in giorno, assumendo forme diverse, prima di arrivare allo scioglimento".

L'8 dicembre è una giornata speciale anche al Circolo dei Lettori, in via Bogino 9, con un'apertura straordinaria che dà il via alle feste. Alle ore 11 una lezione del biologo e botanico Renato Bruni, per Capire le piante e ed esplorare il loro mondo, che "viene osservato sempre più attentamente per carpirne segreti utili a migliorare la qualità della nostra vita: progettare reti per lo scambio d’informazioni, pianificare nuovi approcci al marketing, sviluppare architetture leggere ecosostenibili, ottenere la fotosintesi artificiale". La giornata festiva prosegue con un brunch, dedicato a Virginia Woolf, con uova e pancetta, piatti salati e dolci nel nome della tradizione britannica (dalle ore 11.30 alle 14.30, 20 euro a persona, prenotazione consigliata al tel 0114323700). Nel pomeriggio, dalle ore 16, un laboratorio natalizio per i bambini: Lettere sotto l'albero con carta, penna e colori per scrivere a Babbo Natale, con la guida di Dario Benedetto (8 euro a persona, con merenda finale, per bambini dai 5 agli 11 anni, prenotazione obbligatoria tel 0114326827). Alle ore 17.30, l'incontro conclusivo, con Marco Paolini e Gianfranco Bettin, che presentano il loro nuovo romanzo, Le avventure di Numero Primo, storia di un bambino dotato di intelligenza artificiale, per riflessioni su presente e futuro (ingresso libero).

La foto, dal profilo Facebook del Circolo dei Lettori.


Commenti