Parigi era viva, che bella mostra al Museo Accorsi-Ometto!

Al Museo Accorsi-Ometto, che si visita sempre meno di quanto si dovrebbe, ha appena aperto una mostra che è una delle belle sorprese dell'autunno torinese. Si intitola Parigi era viva  e offre un bel percorso nella pittura di Giorgio de Chirico, Alberto Savinio, Massimo Campigli, Filippo de Pisis, René Paresce, Gino Severini, Mario Tozzi ovvero degli Italiens de Paris , che tra il 1928 e il 1933 hanno indicato la direzione della pittura italiana del Novecento. Curioso pensare che sia stata Parigi a cambiare il destino della pittura italiana novecentesca, ma cosa non ha fatto e quali influenze non ha esercitato la capitale francese nella prima parte del XX secolo sulla cultura europea? I sette italiani erano arrivati a Parigi in tempi diversi, ma in qualche modo si incrociarono proprio in quel quinquennio che la mostra torinese indaga, restituendo, come racconta il comunicato stampa, "il clima artistico, propositivo, dialogante e provocatorio, di un crocevia spazio-tempora

Arriva l'Atlante dei Sapori delle Terre del Monviso e delle Valli Occitane

MOVE è l'acronimo di Monviso Occitan Valleys of Europe ed è un progetto di promozione culturale e turistica del territorio del Monviso e delle Valli Occitane, per un totale di 69 Comuni, 2600 kmq e 136mila abitanti. Siamo nel Piemonte sud-occidentale, nei territori che furono del Marchesato di Saluzzo (e infatti Saluzzo è città di riferimento di MOVE) e che vantano una cultura plurisecolare, formata dai millenari rapporti tra i due versanti delle Alpi e dalla presenza degli Occitani, con la loro lingua e le loro tradizioni.


MOVE ha un sito web che vale la pena seguire, per tutte le informazioni che offre sul patrimonio naturalistico, storico e artistico, sugli itinerari, sui sapori e le culture di questo territorio. Ma non solo. Impegnato nella promozione di un'area così complessa e ricca di possibili letture, il 13 gennaio 2018 lancerà da Saluzzo (Antico Palazzo Comunale, ore 10.30), l'Atlante dei Sapori delle Terre del Monviso e Valli Occitane, elaborato con la collaborazione dell'Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo (CN). Come il nome lascia già intuire, l'Atlante individua le eccellenze del territorio, con una particolare attenzione per le materie prime. 80 schede illustrano materie prime e cibi tipici del territorio compreso tra Valli Stura, Grana, Maira, Varaita, Po, Infernotto-Bronda e la Pianura del Saluzzese, suddivisi in categorie (Carne Pesce Salumi, Formaggi e Latticini, Frutta, Miele e Dolci, Ortaggi Funghi Tartufi Spezie, Vini Birre Liquori Piante officinali, Specialità alimentari). Un censimento accurato, con tante fotografie e suggerimenti, che alla fine non è solo un racconto di eccellenze, ma una vera mappa, un viaggio nella storia e nelle storie di questo territorio speciale e sorprendente, a poco più di un'ora da Torino.


In attesa di averlo tra le mani, con i cenni storici, le ricette, i nomi dei produttori da cui comprare e dei locali in cui assaporare i prodotti, l'Atlante dei Sapori presenta alcune anteprime nel sito web di MOVE, potete spulciare su www.visitmove.it.

Le due fotografie che illustrano l'articolo sono tratte da www.visitmove.it


Commenti