Con Buonissima, tanti eventi enogastronomici con grandi chef e un'ambizione

Un nuovo appuntamento enogastronomico per valorizzare le tradizioni di Torino e inserire la passione per la buona cucina e i suoi dintorni in percorsi culturali e artistici. Buonissima , dal 27 al 31 ottobre 2021, è nato da un'idea di Matteo Baronetto, chef al ristorante Del Cambio, e dei critici enogastronomici Stefano Cavallito e Luca Iaccarino, con l'ambizioso obiettivo di fare di Torino la capitale italiana del gusto. E, per dare un'idea, nel ricco programma dei cinque giorni di cene e incontri, saranno presenti i fratelli Adrià, Ana Roš, la chef più apprezzata nella classifica dei 50 migliori ristoranti di Restaurant , gli chef italiani Mauro Uliassi, Norbert Niederkofler e Massimo Bottura, tutti con tre stelle. Il programma prevede due grandi cene evento, curate dagli chef già citati, con menù a 350 euro, una al Museo dell'Automobile e l'altra, già sold out, al Museo del Cinema; poi tredici cene nelle piole torinesi al prezzo fisso di 25 euro, con un fil

Brindisi a Corte: per tutto il 2018 le Residenze Reali con degustazioni dal territorio

Il 2018 inizia con una proposta turistica che coinvolgerà tutto l'anno e porterà nelle Residenze Reali, Patrimonio dell'Umanità dell'UNESCO, unendo storia, architettura, cultura, enogastronomia. Le eccellenze del nostro territorio con la scenografia barocca delle architetture sabaude, insomma. Tutto inizia con una serie di domande: come vivevano a Corte il ritmo delle stagioni? Quali prodotti arrivavano a tavola, quali le scelte dei vini e delle produzioni nei vigneti? Come si preparavano i banchetti? Domande di risposta spesso sconosciuta al grande pubblico e che, allo stesso tempo, danno un'idea dello stile di vita di Duchi e Duchesse, Re e Regine.

Brindisi a Corte Villa della Regina Brindisi a Corte Vigneto della Villa
Villa della Regina e il suo vigneto

Da queste domande è nato il progetto Brindisi a Corte, che propone di scoprire le Residenze Sabaude immaginando la vita domestica dei Savoia attraverso visite teatralizzate e degustazioni dei prodotti vitivinicoli e agroalimentari del territorio. Le degustazioni non sono solo espressione dell'area in cui si trova la Dimora Reale visitata, ma anche frutto di un lavoro di ricerca sui prodotti utilizzati dai Savoia nei loro banchetti, dunque una vera e propria proposta storico-culturale, che permette di approfondire la conoscenza della Residenza e del suo stile di vita.

L'animazione di Brindisi a Corte sarà a cura dell'Associazione Teatro & Società. Il progetto rientra invece in quello europeo della Strada dei Vigneti Alpini, finanziato dal Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (FESR), Programma di cooperazione transfrontaliera Italia-Francia ALCOTRA 2014-2020. La prima visita guidata, il 25 marzo 2018 alla Reggia di Venaria Reale (TO), l'ultima, il 28 ottobre, al Castello d Santena (TO); in mezzo non perdetevi quelle al Castello di Moncalieri (8 aprile), di nuovo a Venaria Reale (15 aprile), al Castello Ducale di Agliè (28 aprile), al Castello di Rivoli (6 maggio), a Villa della Regina (27 maggio), alla Palazzina di Caccia di Stupinigi (3 giugno), al Castello della Mandria (15 luglio), di nuovo a Villa della Regna (16 settembre) e al Castello di Agliè (14 ottobre).


Commenti