Il cielo su Torino porta gli artisti torinesi al Teatro Gobetti

Il cielo su Torino è il bel titolo di una rassegna teatrale dedicata dal Teatro Stabile alle creazioni più interessanti degli artisti torinesi. I cinque spettacoli vanno in scena al Teatro Gobetti (via Rossini 8) e sono stati selezioni dal Teatro Stabile con il Sistema Teatro Torino. Una delle cose che mi hanno colpito della rassegna è la forte presenza femminile alla regia e alla sceneggiatura. Un teatro che guarda al mondo delle donne e al loro talento non può che essere appoggiato e promosso.

Le info su orari e prezzi (da 25 euro) su www.teatrostabiletorino.it. Ecco il calendario

12 - 13 marzo 2018
La donna che cammina sulle ferite dei suoi sogni
testo di Riccardo Liberati e Pietra Selva
regia Pietra Selva
con Serena Barone, Gloria Liberati e Alberto Valente
Letizia Battaglia è la prima donna fotografa europea a ricevere il premio “W. Eugene Smith” per la fotografia sociale. Pietra Selva dirige tre attori in un poetico e sanguigno scandaglio delle ragioni di una vocazione fortissima, quella che ha condotto una giovane donna a inseguire il filo di una violenza irragionevole, nei volti di vittime e carnefici, per realizzare una grande ed epica fotografia lunga quasi mezzo secolo.

15 - 16 marzo 2018
Arte
di Yasmina Reza
nuova traduzione Luca Scarlini
regia Alba Maria Port
con Mauro Bernardi, Elio D’Alessandro, Christian La Rosa
Osservatrice sarcastica della nostra società, Yasmina Reza ha una scrittura scoppiettante, elegante, pungente. Qui mette a fuoco la crudele verità che si nasconde dietro i rapporti di amicizia. Alba Maria Porto, al suo debutto registico, dirige un gruppo di giovani interpreti, nel gioco dialettico acuto e lapidario della commedia.

18 - 19 marzo 2018
Blatte
liberamente ispirato a Blatta di Alberto Ponticelli
drammaturgia Michelangelo Zeno
regia Girolamo Lucania
con Stefano Accomo, Jacopo Crovella, Francesca Cassottana, Dalila Reas
Liberamente ispirato alla graphic novel Blatta di Alberto Ponticelli,lo spettacolo guarda a un adolescente che si chiude nella sua stanza deciso a non frequentare più il mondo esterno. Qui vedremo un suo progressivo annullamento, in favore di un accesso a una realtà superiore.

21 - 22 marzo 2018
Ognidìviensera
progetto, regia e interpretazione Carla Carucci
testo in versi Alice Umana
drammaturgia Carla Carucci e Alice Umana
Nascosta nella sua bottega, una giovane sartina cuce e ricuce, intonando cupe cantilene. Immedesimatasi nella Penelope omerica che attende il suo Ulisse, ne ricostruisce i tormenti, trascinando lo spettatore in un universo interiore, onirico e delirante. Lisetta però, a differenza di Penelope, non vedrà tornare il futuro sposo

24 - 25 marzo 2018
Effetti indesiderati anche gravi
di Corrado Trione e Giulia Pont
con Giulia Pont e Lorenzo De Iacovo
Siamo nel 2218. Il mal d'amore è stato ormai debellato, e solo qualche vecchio libro conserva i segreti di questa pericolosa infezione. Tra distopia e parodia, un esilarante viaggio attraverso le relazioni amorose di ogni tempo. Cinico, dissacrante, ma anche tenero e malinconico, il lavoro di Giulia Pont stupisce e coinvolge per la capacità di indagare in modo divertente e emozionante la nostra quotidianità.


Commenti