Torinesi per sempre: chef Carlo Bigi, Torino città cosmopolita a misura d'uomo

  Carlo Bigi, nato a Torino, 34 anni, Executive chef allo Sleepy Hollow Country Club (NY), vive a Greenwich, negli USA Hanno lasciato Torino per amore, lavoro, avventura, ma non si sono liberati di lei. Per questo raccontano la loro Torino da lontano: cosa amano e cosa detestano della città, in cosa si riconoscono e a cosa si ribellano, quali sono i posti che non smettono di frequentare quando tornano e quanto si rimane torinesi inside , anche vivendo altrove. Grazie a tutti loro, per il loro tempo e per il loro affetto che non muore per questa città. C'è bisogno anche di loro, per ripensarla.  - Torinesi inside per sempre? Cosa sente di aver conservato di torinese nel suo bagaglio personale? Assolutamente si, sempre torinese e quasi con l'obbligo di raccontare la città agli stranieri, che purtroppo non la conoscono. Di torinese conservo la riservatezza, non sento il bisogno di informare tutti di tutto quello che mi accade quotidianamente - Torino vista da fuori: la qualit

Itinerari e Musei da scoprire, con l'app Valle Susa Heritage

La Valle di Susa porta la sua storia millenaria in un'app di facile consultazione, che racconta musei, itinerari e circuiti possibili. Tutto nasce dalla valorizzazione della valle come terra di transito e collegamento, sin dalle origini della storia: non è passato di qui anche Annibale? E non passa di qui la via Francigena, che portava i pellegrini dell'Europa Occidentale a Roma? La valle di Susa è anche la via di transito più facile per spostarsi tra le due capitali sabaude, Chambéry e Torino, ed è qui che si concentra l'attenzione delle nuove proposte turistiche studiate in valle, puntando soprattutto sulla Sacra Sindone e sui suoi passaggi, testimoniati da numerose immagini sindoniche, sia su tela che su muri. Per valorizzare la loro presenza, il Centro Culturale Diocesano di Susa e la Consulta per la Valorizzazione dei Beni Architettonici hanno preparato sette itinerari di uno o più giorni, che possono essere consultati sul sito di Valle di Susa. Tesori di Arte e Cultura Alpina, il progetto che da tempo valorizza la Valle e il suo patrimonio artistico-culturale. Tra le proposte, ci sono giornate tra Susa e i suoi dintorni, alla ricerca di immagini sindoniche e piccole cappelle, nei borghi alpini di Moncenisio e di Novalesa, tra Abbazia e attività fortemente influenzate dalla vicinanza del valico, ad Avigliana, con le sue atmosfere medievali.

Valle Susa Heritage Valle Susa Heritage
Gli archi rampanti della Sacra di San Michele (sin) e una vista di Susa (des)
dal sitowww.vallesusa-tesori.it

A completare la valorizzazione di questo ricco patrimonio millenario, l'applicazione Valle Susa Heritage, che rende più facile gestire le visite alla Valle e ai suoi Musei: attraverso i beacon collocati nei Musei, permetterà di ricevere maggiori informazioni sugli oggetti esposti e sulla storia dello stesso Museo. "Ampliare l'offerta attraverso il miglioramento dell'accessibilità agli spazi museali, questo l'obiettivo principale del progetto, utilizzando tecnologie che trasformino il museo da luogo distante e passivo in un indispensabile strumento di conoscenza e custode della narrazione di facile utilizzo grazie strumenti tecnologici" spiega il comunicato stampa del progetto. I siti museali e itinerari presenti nell'app sono il circuito del liberty di Bardonecchia, il Museo Laboratorio della Preistoria di Vaie, il Museo Etnografico C'era una volta una Latteria di Chiusa San Michele, il Museo Archeologico dell'Abbazia di Novalesa, l'Ecomuseo Le Terre al Confine di Moncenisio, l'Ecomuseo Colombano Romean di Salbertrand, l'area archeologica di Susa. Valle Susa Heritage è scaricabile sia per Android che iOS.


Commenti