La notte che verrà, installazione itinerante di luci e suoni per la rinascita della Dora

Un'installazione di luci e suoni che il 28 luglio 2021 dalle ore 22 percorrerà entrambe le rive della Dora, dal Campus Einaudi al Parco Dora, per celebrare il via a 19 progetti che cambieranno il volto ai quartieri che vi si affacciano, migliorando la qualità della vita dei residenti. La notte che verrà , questo il suo nome, " trasporterà, cullata dal fiume, le voci, le lingue e le storie narrate dagli abitanti dei quartieri lungo il suo corso" spiega il comunicato stampa "I ponti di luce, trasportati da veicoli 100% elettrici, si muoveranno lungo gli argini del fiume e andranno a valorizzare, grazie al disegno luminoso, i luoghi simbolo dei quartieri. Sarà una coreografia in movimento che toccherà i ponti Carpanini, Livorno e Washington; che visiterà il Parco Dora, la Biblioteca Italo Calvino, il Campus e Borgo Dora, tutti luoghi simbolo di inclusività e condivisione. Ponti di luce tra le persone che condividono uno spazio sia reale, sia interiore. Al termine del pe

Gran Tour d'autunno: gli itinerari tra Torino e il Piemonte

Continuano le anticipazioni sugli eventi d'autunno: il Gran Tour riprenderà le celebrazioni dei suoi 10 anni dall'8 settembre 2018, con oltre trenta nuovi itinerari che tutti nuovi non sono, perché molti rappresentano il meglio di quelli proposti nei dieci anni di storia della manifestazione.

Sacra di San Michele Museo Lavazza

Tanti i luoghi generalmente non visitabili, dagli impianti della SMAT - Società Metropolitana Acque Torino alla Vigna di Madama Reale (già Villa Abegg), passando per il Palazzo di Giustizia Bruno Caccia. Poi evergreen come l'itinerario nella Torino Medievale, quindi la Torino ebraica a 80 anni dalle leggi razziali, la scoperta della Torino contemporanea nelle OGR e nel Museo Lavazza, le visite a Palazzo Barolo per conoscere da vicino l'opera di Giulia e Tancredi, gli ultimi Marchesi Falletti, e al Parco La Mandria, alla ricerca delle piante officinali. Un capitolo a parte meritano gli itinerari del progetto BiblioTour Piemonte, che propongono il centro storico di Asti presentato attraverso i luoghi di Giorgio Faletti, la Ciriè svelata nei luoghi tra sacro e profano e la Biblioteca d'Arte del Castello di Rivoli per comprendere l'arte contemporanea. Tre appuntamenti al Centro Restauro della Reggia di Venaria Reale faranno conoscere il lavoro di quest'eccellenza piemontese, che ha recuperato al nostro tempo numerosi capolavori del passato.

E poi, la bellezza e il fascino del Piemonte, dai tesori della Valle di Susa alle Langhe, nella doppia veste di territorio di degustazioni e di terra di preziose testimonianze artistiche, dai mestieri antichi delle Valli Maira e Grana ai castelli medievali del Biellese.

Tutti gli itinerari d'autunno del Gran Tour sono sul sito www.abbonamentomusei.it, ognuno con la propria scheda e i propri orari. Le prenotazioni aprono il 4 settembre e sono obbligatorie, da effettuare entro due giorni prima della data dell'itinerario precescelto; è possibile partecipare con mezzi propri agli itinerari in bus, comunicandolo in fase di prenotazione. I bambini under 6 non pagano, i possessori della tessera Abbonamento Musei entrano gratuitamente nei Musei e nelle strutture in cui hanno questo diritto.


Commenti