La notte che verrà, installazione itinerante di luci e suoni per la rinascita della Dora

Un'installazione di luci e suoni che il 28 luglio 2021 dalle ore 22 percorrerà entrambe le rive della Dora, dal Campus Einaudi al Parco Dora, per celebrare il via a 19 progetti che cambieranno il volto ai quartieri che vi si affacciano, migliorando la qualità della vita dei residenti. La notte che verrà , questo il suo nome, " trasporterà, cullata dal fiume, le voci, le lingue e le storie narrate dagli abitanti dei quartieri lungo il suo corso" spiega il comunicato stampa "I ponti di luce, trasportati da veicoli 100% elettrici, si muoveranno lungo gli argini del fiume e andranno a valorizzare, grazie al disegno luminoso, i luoghi simbolo dei quartieri. Sarà una coreografia in movimento che toccherà i ponti Carpanini, Livorno e Washington; che visiterà il Parco Dora, la Biblioteca Italo Calvino, il Campus e Borgo Dora, tutti luoghi simbolo di inclusività e condivisione. Ponti di luce tra le persone che condividono uno spazio sia reale, sia interiore. Al termine del pe

La Torino Restaurant Week per festeggiare il Salone del Gusto

Il Salone del Gusto, dal 20 al 24 settembre 2018 in varie sedi torinesi, porta con sé anche tante iniziative collaterali. Questa, preparata da Turismo Torino e Provincia con la Camera di Commercio e la Città di Torino, insieme a numerosi ristoranti cittadini, va segnalata: la Torino Restaurant Week! Dal 17 al 24 settembre 2018, 39 ristoranti torinesi proporranno menù dalla tradizione locale: un antipasto misto piemontese, con 4 assaggi a scelta dello chef, agnolotto gobbo torinese con salsa a piacere e/o gnocchi alla bava (il ristoratore può decidere se averli entrambi nel menù lasciando la scelta al cliente o averne in menu solo uno dei due), dessert tipico (a scelta del ristoratore) 1 calice di Canavese Doc o Freisa di Chieri Doc o Collina Torinese Doc; acqua, coperto e caffè. Il tutto per 30 euro a persona.

Torino Restaurant Week Torino Restaurant Week

La scelta dei vini locali, abbinati a un menù del territorio, è un modo per valorizzare i vini Torino DOC, una selezione realizzata dalla Camera di Commercio di Torino, attraverso la sua Commissione di degustazione, per far apprezzare al pubblico la ricca produzione vitivinicola torinese. All'interno di Torino DOC, infatti, compaiono tutte le 7 Denominazioni di origine: oltre alla DOCG Erbaluce di Caluso, le 6 DOC Carema, Canavese, Freisa di Chieri, Collina Torinese, Pinerolese e Valsusa.

La lista dei locali aderenti, con le schede e gli indirizzi, è su www.turismotorino.org; vi segnalo che ci sono non solo locali in centro, ma anche negli altri quartieri torinesi, dalla Cantina di Eataly al Lingotto all'Osteria Rotonda dei Facchinetti a Lucento. Un'esperienza, dunque, allargata a tutta la città!

Le foto da Turismo Torino.


Commenti