La notte che verrà, installazione itinerante di luci e suoni per la rinascita della Dora

Un'installazione di luci e suoni che il 28 luglio 2021 dalle ore 22 percorrerà entrambe le rive della Dora, dal Campus Einaudi al Parco Dora, per celebrare il via a 19 progetti che cambieranno il volto ai quartieri che vi si affacciano, migliorando la qualità della vita dei residenti. La notte che verrà , questo il suo nome, " trasporterà, cullata dal fiume, le voci, le lingue e le storie narrate dagli abitanti dei quartieri lungo il suo corso" spiega il comunicato stampa "I ponti di luce, trasportati da veicoli 100% elettrici, si muoveranno lungo gli argini del fiume e andranno a valorizzare, grazie al disegno luminoso, i luoghi simbolo dei quartieri. Sarà una coreografia in movimento che toccherà i ponti Carpanini, Livorno e Washington; che visiterà il Parco Dora, la Biblioteca Italo Calvino, il Campus e Borgo Dora, tutti luoghi simbolo di inclusività e condivisione. Ponti di luce tra le persone che condividono uno spazio sia reale, sia interiore. Al termine del pe

Paesaggi e sconti del Treno del Foliage, tra Domodossola e Locarno

Con l'autunno e l'ormai prossimo foliage torna uno dei viaggi più suggestivi nelle valli piemontesi. Lo propone il Treno del Foliage, che, tra Domodossola e Locarno, si muove tra la Val d'Ossola e la riva svizzera del Lago Maggiore, in scenari di grande fascino, infiammati dai morbidi e dolci colori dell'autunno. Ma non è solo il viaggio in treno: come informa il comunicato stampa, "presentando il biglietto presso gli operatori convenzionati, si potranno ottenere in omaggio alcuni prodotti tipici di quest'area alpina incastonata tra laghi e monti: cioccolato, salumi e tomini artigianali, birre e vini locali, prodotti di pasticceria a km 0, mieli, confetture". Tra Domodossola, Santa Maria Maggiore e Locarno, ci saranno inoltre "proposte speciali di hotel, B&B e ristoranti che coccoleranno i viaggiatori con omaggi e sconti".

Treno Treno del Foliage
foto di Giovanni Tagini

Lungo la ferrovia, tante località fascinose e appuntamenti interessanti: a Domodossola, il centro storico ricco d'atmosfera e la mostra De Chirico. De Pisis. La mente altrove, aperta a Palazzo San Francesco, fino al 31 ottobre 2019; a Santa Maria Maggiore, il Museo dello Spazzacamino, unico in Italia per una professione antica e umile, e la Casa del Profumo, che ripercorre la storia dell'Acqua di Colonia, sono imperdibili, insieme ad appuntamenti come Fuori di Zucca, il 20 e 21 ottobre. Tutti i paesini attraversati dalla ferrovia hanno motivo per una sosta: Malesco con il Museo della Pietra Ollare e degli Scalpellini, Villette per le sue meridiane, Re per il Santuario della Madonna del Sangue. Poi si arriva a Locarno, adagiata sul Lago Maggiore, con un centro storico antico, di viuzze e piazzette; fino al 21 ottobre c'è anche l'Autunno Gastronomico del Lago Maggiore e Valli.

I biglietti del Treno del Foliage sono in vendita sul sito ufficiale della Ferrovia Vigezzina-Centovalli, www.vigezzinacentovalli.com, e nelle biglietterie di Domodossola e Locarno; il singolo biglietto prevede un viaggio a/r (in uno o due giorni) sull'intera linea e include nella tariffa una sosta nel viaggio di andata ed una nel viaggio di ritorno, per poter visitare le più affascinanti località che costellano il percorso ferroviario.

Treno del Foliage Treno del Foliage
foto di Emanuela Ricci (sin)

Il Treno del Foliage viaggerà tra il 13 ottobre e il 4 novembre 2018 e per quel periodo saranno validi anche gli omaggi e sconti previsti. Buon viaggio!


Commenti