Da Artissima in poi, arriva la Settimana dell'Arte Contemporanea di Torino

Un weekend densissimo, di quelli che ti fanno sperare che Torino continui a non stare mai ferma e in cui avere il dono dell'ubiquità sarebbe cosa utile e vantaggiosa. È il primo weekend di novembre, che Torino consacra all'arte contemporanea e che intorno ad Artissima ha creato una rete di eventi, fiere e mostre, nate come contorno e diventate nel tempo indipendenti e con identità propria. Sintetizziamolo, per quanto possibile!

Torino Art Week Torino Art Week

All'Oval del Lingotto, Artissima celebrerà i suoi primi 25 anni, con il tempo come filo conduttore. Time is on our side – Il tempo è dalla nostra parte è lo slogan, intendendo per tempo non la " statica cristallizzazione del ricordo e della celebrazione", ma il " flusso dinamico, in grado di imprimere il ritmo del cambiamento". Il tempo come opportunità per conoscere e per scoprire, per dare spazio ai giovani visitatori della Fiera, che con Artissima Junior avranno la possibilità di produrre un'installazione ambientale con uno degli artisti presenti. O il tempo per le nuove sezioni, che si aggiungono alle tradizionali Main Section, Dialogue, Art Spaces & Editions e New Entries, come Sound, alle OGR, con 16 progetti monografici dedicati al suono. I 25 anni saranno festeggiati anche con il progetto formativo Artissima Experimental Academy o con Alfabeto Treccani, un racconto enciclopedico per immagini dell'arte italiana contemporanea concepito ad hoc da artisti italiani di diverse generazioni. Artissima Digital, la piattaforma digitale della Fiera si arricchirà per i 25 anni di Artissima Stories. 25 years of Art, un programma editoriale e video diffuso sul blog e i social media della fiera, con 25 punti di vista sulla storia di Artissima, sul Torino e sull'arte contemporanea. Al centro di tutto questo, le 200 gallerie, provenienti da ogni parte del mondo, per soddisfare gusti e curiosità dei 50mila visitatori attesi.
Artissima sarà aperta dal 2 al 4 novembre 2018, all'Oval del Lingotto (via Giacomo Mattè Trucco 70); l'orario di apertura è 12-20 tutti i giorni; Sound sarà aperto alle OGR (corso Castelfidardo 22) dalle ore 11 alle ore 20 tutti i giorni. Il biglietto costa 18 euro, ridotto 13 (12-18 anni, over65, studenti con libretto universitario), abbonamento 3 giorni 36 euro. Info su www.artissima.it.

Paratissima tornerà dal 31 ottobre al 4 novembre 2018 nell'ex Caserma La Marmora di via Asti 22, per dare agli artisti l'opportunità di presentare e promuovere il proprio lavoro in modo indipendente. Sei le sezioni, NoPhoto, N.I.C.E., Kids, G@P, Bootique, Crafters & Makers, che occupano altrettante palazzine dell'ex Caserma: NoPhoto è la sezione per la fotografia che rifiuta i contenitori istituzionale e i divieti imposti, il filo conduttore delle esposizioni 2018 è You call it strange; N.I.C.E. - New Independent Curatorial Experience offrirà 6 mostre curate dai 12 allievi del corso per curatori di Paratissima, ciascuna composta da almeno 10 artisti selezionati tramite call; Kids è la sezione per i giovanissimi, dai 3 ai 18 anni, pensata per avvicinarli all'arte attraverso i laboratori creativi e itinerari ad hoc tra indovinelli da risolvere e indizi nascosti in quadri e sculture. G@P - Galleries at Paratissima, è la sezione dedicata ai professionisti di settore nella vendita. Bootique - Fashion & Design, curata da Stefania Manfrè di Chicchissima, è la sezione in cui la moda indipendente e il design contemporaneo offriranno prodotti unici e irripetibili; Crafters & Makers è la sezione di creativi e artigiani.
Premiatissima sarà dal 31 ottobre al 4 novembre 2018 all'ex Caserma La Marmora, in via Asti 22; l'orario di apertura è 31 ottobre dalle ore 18 alle 24, il 1° novembre ore 10.30-22, il 2 e 3 novembre ore 10.30-24, 4 novembre, ore 10.30-22. Biglietti 5 euro, abbonamento 5 giorni 10 euro, ingresso gratuito per i minori di 14 anni. Info su https://paratissima.it/

Torino Art Week Torino Art Week


The Others, dall'1 al 4 novembre 2018 nell'ex ospedale Regina Maria Adelaide (Lungodora Firenze 87), è lo spazio degli indipendenti e degli emergenti dell'arte contemporanea internazionale: sedi non convenzionali, orari di apertura serali, eventi trasversali, che comprendono anche musica, cibo e incontri vari fanno di The Others la più inafferrabile, e probabilmente più libera, di tutte le fiere della Settimana dell'Arte Contemporanea torinese. L'orario di apertura è: 1° novembre ore 20.00-00.30, 2-3 novembre ore 17.00-00.30, 4 novembre ore 11-20. Biglietto 7 euro, ridotto 5 euro. Info su http://www.theothersfair.com/it/

FLAT – Fiera Libro Arte Torino, tre giorni dedicata al libro d'artista e d'arte contemporanea, avrà luogo dal 2 al 4 novembre 2018 nella Centrale della Nuvola della Lavazza (ingresso da via Ancona 11a). Conversazioni, talk, performance, workshop, presentazioni di libri d'arte e d'artista costituiscono la base del programma, con l'intervento di 30 artisti, designer, curatori, professionisti ed esperti del mondo dell'arte e dell'editoria internazionale. Saranno presenti 42 espositori da 11 Paesi e ci sarà la seconda edizione della serie di mostre Le pagine, che ha come protagonista la produzione libraria di Dieter Roth. L'ingresso a FLAT costa 5 euro ed è valido tre giorni; l'orario di apertura sarà 2-4 novembre ore 11-19, 3 novembre ore 11-21; info www.flatartbookfair.com

Tanti ancora gli eventi, le kermesse e le mostre: da segnalare ovviamente Club to Club, una delle manifestazioni di musica elettronica più attese dell'anno, tra Lingotto Fiere, OGR e Reggia di Venaria, e poi Dreamers, che dà spazio alla moda indipendente da Toolbox (via Agostino da Montefeltro 2), Dama, che a Palazzo Paesana di Saluzzo presenta una nuova selezione di gallerie internazionali, e Flashback, che al PalaIsozaki (mi abituerò a chiamarlo Pala Alpitour), rifletterà sull'immortalità dell'arte a partire da Le rive di un altro mare, libro di fantascienza di Chad Oliver. Senza dimenticare i tre grandi Musei torinesi dell'arte contemporanea, il Museo Ettore Fico (via Cigna 114), che propone 100% Italia, mostra su un secolo di arte italiana, la Fondazione Sandretto Re Rebaudengo (via Modane 16) che inaugurerà Lynette Yiadom-Boakye, dalla Collezione Sandretto Re Rebaudengo, Rachel RoseWil-OWisp e Monster Chetwind, Il gufo con gli occhi laser, e la Fondazione Merz (via Limone 24), che darà il via alla mostra Shkrepëtima di Petrit Halilaj, un progetto del vincitore della 2° edizione del Mario Merz Prize (e alla Fondazione Merz, il 2 e 3 novembre, anche una colazione by Lavazza); e il papà di tutti loro, il Castello di Rivoli, dove, nel Museo di Arte Contemporanea, ci sono diverse mostre da non perdere (a cominciare da Giorgio De Chirico, che chiuderà il 4 novembre). Segnalo, come riflessione personale, il ruolo che le OGR si stanno prepotentemente conquistando nella scena culturale torinese: ovunque si parli di arte e di contaminazioni, non manca mai il loro contributo. Bello e interessante, quello che stanno facendo. Uno spunto per articoli futuri.

Per terminare, infine, se siete a Torino durante la Settimana dell'Arte Contemporanea, non dimenticate la Torino+Piemonte Contemporary Art: costa 29 euro, vale 7 giorni per un adulto e un under12 e permette di entrare gratuitamente ad Artissima e in tutti i musei dedicati all'arte moderna e contemporanea a Torino e nel Piemonte; nel solo mese di novembre anche tour completo gratuito su una linea a scelta del City Sightseeing Bus, da capolinea a capolinea e, infine, si può avere una riduzione su Luci d'Artista Special Tour, in partenza ogni sabato e domenica dal 3 novembre 2018 al 6 gennaio 2019, 25 e 26 dicembre e 1° gennaio 2019, alle ore 17.30 con visita guidata in lingua italiana, inglese e francese.


Commenti