Quando si andava in spiaggia sul Po

Mentre arriva l'autunno, queste fotografie che arrivano dal passato, per raccontare quando i fiumi di Torino erano balneabili e chi non poteva raggiungere la Liguria e le spiagge approfittava delle rive del Po, della Stura e del Sangone (lungo la Dora sorgevano le industrie ed era per questo meno ambito; per questa stessa ragione, i bagni erano a monte della città, da Moncalieri fino all'altezza delle attuali Molinette, e non a valle, dove venivano versati nel fiume gli scarichi della città e delle sue industrie). Lungo il Po sorgevano veri e propri stabilimenti balneari, con ombrellini, sdraio e, nei casi di maggior lusso, con piscina propria, oltre alle acque del fiume. I bagni più belli, i Bagni Lido Savoia e i Bagni Diana, si trovavano sulla riva destra del Po, all'altezza, più o meno di Italia 61, ma sull'altro lato; avevano alle spalle la collina e in lontananza, guadando verso nord, la guglia della Mole Antonelliana (davanti la macchia verde che ci sarebbe

Un concorso fotografico per i Parchi da amare, nuova kermesse al Lingotto Fiere

Dal 23 al 25 novembre 2018, al Lingotto Fiere ci sarà una tre giorni dedicata ai parchi naturali e alle aree protette italiane, con relative attività che si possono svolgere al loro interno. Si chiamerà Parchi da amare e ambisce a diventare un evento itinerante, per condividere e diffondere i valori ambientali e la promozione di un turismo consapevole, nel rispetto della natura. Non si sa ancora molto di più, se non che ci saranno stand degli enti istituzionali e ai tour operator che promuovono attività e sport come biking, sci, pattinaggio, arrampicata, passeggiate, sport marini, fluviali e lacustri. Si può già immaginare la ricchezza di argomenti che un simile evento, così impostato, può produrre.

Parco da amare Parco da amare

E infatti, in attesa di conoscere il calendario delle attività, degli incontri, degli eventi che Parchi da amare offrirà, vi segnalo il concorso fotografico che è già partito. Il tema è la natura italiana rappresentata dalle aree protette: parchi nazionali, parchi regionali, parchi marini, fluviali, lacustri, aree e umide; quattro le sezioni in cui è articolata la gara: Panorami, Macro, Flora e Fauna, Altro.. L'obiettivo è raccontare la fauna, la flora, le persone, i borghi, i mestieri patrimonio della tradizione, le atmosfere e tutto ciò che rappresenta la ricchezza culturale del nostro Paese. La partecipazione è gratuita e aperta anche ai fotografi non professionisti, non ci sono limiti d'età e ogni fotografo può presentare fino a tre foto entro il 10 novembre 2018. Le prime tre fotografie, selezionate da una giuria composta da professionisti del settore e da esponenti della società, dell'arte e della cultura, saranno premiate rispettivamente con un workshop della PixCube valido per una persona, uno zaino porta macchina fotografica e accessori, un voucher di 50 euro da spendere su Amazon Shop. La premiazione avverrà il 25 novembre alle ore 16 presso lo stand di PixCube. Tutte le info per partecipare su www.parchidaamare.it.


Commenti