La riqualificazione di piazza Arbarello, con più verde e più spazi di relax

Una delle grandi piazze incompiute di Torino, in cui convergono stili architettonici e vocazioni diverse, avrà una nuova sistemazione, più attenta al verde e alle esigenze dei residenti. Piazza Arbarello è formata da una parte alta, su una piattaforma sotto la quale c'è un parcheggio sotterraneo, e una parte più bassa, verso l'ingresso di via della Consolata, in cui vige una sorta di parcheggio selvaggio, nonostante le strisce blu; sul lato orientale è delimitata dal traffico e dal viale di corso Siccardi, fino a poco tempo fa abitato da due librerie, già smantellate  (purtroppo).

Riqualificazione di piazza Arbarello Riqualificazione di piazza Arbarello

Una riqualificazione della piazza, con una convivenza più armoniosa con i parcheggi e con corso Siccardi, era una necessità indiscutibile. L'arrivo della nuova sede di Reale Mutua e l'apertura del Collegio Carlo Alberto della Compagnia di San Paolo hanno reso quest'esigenza ancora più evidente. Così, grazie al contributo delle due istituzioni torinesi, Torino ha progettato la nuova piazza Arbarello. Il tallone d'Achille dell'area sono sempre stati i parcheggi, che hanno reso sostanzialmente inutilizzabile sia la piattaforma che la parte bassa della piazza. La parte qualificante della riqualificazione sarà proprio la riduzione dei posti auto: la parte bassa sarà trasformata in un'area verde e pedonale, una sorta di giardino isola, intorno al quale potranno continuare a girare gli autobus, per il loro regolare percorso (il 5 ha il capolinea in corso Siccardi e non ci saranno cambiamenti). La piattaforma, liberata dai parcheggi di superficie, diventerà una sorta di spazio per la socializzazione per i residenti: ci saranno un'area sportiva, con campi da basket e un'area di ristoro e pausa, con un chiosco bar, gazebo attrezzati con tavoli e panchine per i giochi di società. Ancora da chiarire, ma decisamente interessante, il progetto di un giardino d'inverno, con annessa sala lettura: il rendering, che potete vedere più in basso a destra, propone esempi di architetture simili già realizzate, piccole strutture leggere e trasparenti con tante piante e luoghi per l'incontro, la lettura, il relax.

Riqualificazione di piazza Arbarello Riqualificazione di piazza Arbarello

Questi nuovi spazi, pensati per i cittadini in cerca di socializzazione e luoghi d'incontro, conviveranno con un corso Siccardi sempre aperto al traffico, con nuovi parcheggi per recuperare parte di quelli persi nella parte bassa; la novità più importante sarà la valorizzazione del viale, trasformato in una passeggiata utilizzabile sia dai pedoni che dai ciclisti, praticamente da ridosso di via Garibaldi fino a via Cernaia (e poi chissà come proseguirà, in un'eventuale riqualificazione del viale, fino al Monumento a Vittorio Emanuele II, già in corso Vittorio Emanuele II). Secondo i progetti del Comune, che intende lavorare alla risistemazione in stretto rapporto con i residenti, già ascoltati nel nuovo disegno, la nuova piazza Arbarello sarà pronta nel 2021.


Commenti