Tre visite al cantiere di restauro della Fontana del Nettuno di Villa della Regina

L'ingresso a Villa della Regina, la residenza sabauda più panoramica di Torino, avviene attraverso un lungo viale, in salita, chiuso dal grandioso Grand Rondeau, al cui centro c'è la Fontana del Nettuno. È affiancata da due monumentali scalinate laterali simmetriche, disposte a tenaglia, mentre lo sguardo è già attirato dalla villa, finalmente a due passi. Le simmetrie scenografiche, l'asse visuale, la meraviglia sono tutti elementi del barocco torinese che trovano espressione in questa residenza. Saranno ancora più leggibili dopo il restauro delle sculture della fontana, che parte in questi giorni e che avviene grazue al lavoro degli studenti del primo anno del settore di specializzazione in Materiali lapidei e derivati; Superfici decorate dell'architettura del Corso di Laurea magistrale in Conservazione e Restauro dei Beni Culturali dell'Università degli Studi di Torino, in convenzione con la Fondazione Centro Conservazione e Restauro "La Venaria Reale&q

La Top Nine 2018 di Rotta su Torino, su Instagram

Il primo post del 2019 è dedicato alle nove foto di Rotta su Torino più popolari su Instagram, il mio social preferito, nel 2018. Amo la fotografia e uso Instagram senza applicare alcuna strategia (in realtà non ne applico in nessun social, mi piace essere come sono e presentare Rotta su Torino come mi piace e come mi va: non ho mai speso un euro né fatto spam in giro per promuovere il blog sui social); è un social in cui seguo pochi account torinesi e tanti profili di Buenos Aires, Siviglia, Berlino o Lussemburgo, semplicemente perché amo scorci e culture di queste città e mi importa poco se sono strategicamente inutili. Per questo, a fine anno, mi diverte scoprire quali sono le foto di Rotta su Torino che hanno ottenuto il maggior numero di like.


Nel 2017 aveva 'vinto' la Mole Antonelliana, presente su ben 5 foto delle 9 della classifica. Quest'anno non c'è un soggetto prediletto: ci sono una nevicata di febbraio, un viaggio in tram sotto la pioggia in via Pietro Micca, i tulipani di piazza Emanuele Filiberto, la scorsa primavera. E poi uno scorcio di piazza Carlina, durante un sopralluogo di Open House Torino (posso dire che non vedo l'ora che arrivi la terza edizione, a giugno 2019?), una facciata di via Arsenale, il tavolo sociale di Snodo, alle OGR, la Galleria San Federico, il bow-window di Casa La Fleur, all'angolo tra via Principi d'Acaja e corso Francia.

Sono tante immagini di Torino, con una sola ripetizione, i tulipani di piazza Emanuele Filiberto, fotografati in una mattina primaverile di pioggia. Mi piace e mi rende felice che non ci sia una sola foto dell'immagine stereotipata di Torino: niente Mole Antonelliana, nessun panorama dalla collina, solo altri volti di Torino. I tanti altri volti possibili della città, andando oltre i luoghi comuni. Una specie di dichiarazione di intenti per il 2019. Grazie a tutti coloro che hanno messo il loro like alle fotografie, grazie a chi segue Rotta su Torino e continuerà a farlo nel 2019. Buon Anno a tutti!


Commenti