Tre visite al cantiere di restauro della Fontana del Nettuno di Villa della Regina

L'ingresso a Villa della Regina, la residenza sabauda più panoramica di Torino, avviene attraverso un lungo viale, in salita, chiuso dal grandioso Grand Rondeau, al cui centro c'è la Fontana del Nettuno. È affiancata da due monumentali scalinate laterali simmetriche, disposte a tenaglia, mentre lo sguardo è già attirato dalla villa, finalmente a due passi. Le simmetrie scenografiche, l'asse visuale, la meraviglia sono tutti elementi del barocco torinese che trovano espressione in questa residenza. Saranno ancora più leggibili dopo il restauro delle sculture della fontana, che parte in questi giorni e che avviene grazue al lavoro degli studenti del primo anno del settore di specializzazione in Materiali lapidei e derivati; Superfici decorate dell'architettura del Corso di Laurea magistrale in Conservazione e Restauro dei Beni Culturali dell'Università degli Studi di Torino, in convenzione con la Fondazione Centro Conservazione e Restauro "La Venaria Reale&q

Torino ricorda i 500 anni di Leonardo da Vinci: tutte le iniziative (partendo dai Musei Reali)

Il ricordo dei 500 anni dalla morte di Leonardo da Vinci sarà il grande evento culturale del 2019 torinese. Tutto parte dalla Biblioteca Reale, che rende Torino città leonardesca grazie ad alcuni disegni autografi del genio toscano, tra cui il celebre Autoritratto e il Codice sul volo degli uccelli, documenti preziosissimi, per comprendere ricerca e inquietudini di Leonorardo e di tanto in tanto esposti in pubblico. Intorno a queste eccezionali testimonianze, i Musei Reali hanno imbastito una mostra, Leonardo da Vinci. Disegnare il futuro, che sarà inaugurata il 15 aprile 2019 nelle Sale Palatine della Galleria Sabauda. Saranno presenti oltre cinquanta opere, tra cui quelle già citate e conservate alla Biblioteca Reale, che non solo documenteranno il genio di Leonardo, ma che offriranno l'occasione di confrontare la sua ricerca con grandi maestri del Rinascimento come il Pollaiolo, Bramante, Michelangelo, Raffaello. La mostra sarà patrocinata dal Comitato Nazionale per le celebrazioni dei 500 anni dalla morte di Leonardo da Vinci.


Come capita spesso nelle grandi occasioni torinesi, la mostra ai Musei Reali ha messo in moto la rete degli enti culturali torinesi, che parteciperanno all'anniversario leonardesco con iniziative e proposte speciali. Ci saranno una cena leonardesca al Ristoro del Priore, a Superga, con piatti dai ricettari di Casa Savoia e con riferimenti anche alle note di cucina di Leonardo (18 maggio 2019, ore 20, 28 euro a persona, ridotto 25 con Abbonamento Musei, Torino+Piemonte Card, info tel 0118997456), un tour ricorrente da Eataly Lingotto, dalla lista della spesa di Leonardo alle ricette dello chef Enrico Panero (1 aprile-31 luglio 2019); e poi convegni che analizzano il genio e il legato di Leonardo, dallo studio dell'ingegneria all'invenzione (forse falsa) della bicicletta, percorsi tematici, laboratori, attività per famiglie. Il calendario delle attività è su www.leonardoatorino.it, sito che Turismo Torino ha appositamente preparato per i 500 anni.

E Turismo Torino ha un ruolo da protagonista nella comunicazione di questo evento speciale. Non solo il sito, ma anche card apposite, come la Torino + Piemonte Card, che permetterà di visitare gratuitamente la mostra Leonardo da Vinci. Disegnare il futuro, i più importanti musei di Torino, i castelli e le Residenze Reali della Regione, oltre ad altre agevolazioni legate alla celebrazione leonardesca. Al Salone del Libro, a maggio, lo stand della Città di Torino sarà dedicato a Leonardo; nelle prossime settimane arriveranno da Parigi giornalisti delle più importanti testate specializzate francofone per scoprire la città e i suoi legami con il genio toscano, morto nella capitale francese, dove vendette il suo quadro più celebre, la Gioconda, oggi custodita al Museo del Louvre; in tutta Torino manifesti e locandine, dalle prossime settimane ci ricorderanno l'imminente inizio dei festeggiamenti. Inutile dirlo: non perdeteli.


Commenti