A Bra, dalla terra alla birra, con Hoppiness

A Bra (CN), Hoppiness presenta dal 29 al 31 marzo 2019 vini, birre artigianali e territori in cui nascono. Non solo etichette da assaggiare, infatti, ma anche approfondimenti sulle materie prime e sui metodi di produzione, laboratori e degustazioni guidate, grazie alla collaborazione con il progetto My Personal Beer Corner. Le degustazioni delle birre artigianali e dei vini potranno essere acquistate direttamente alle casse della manifestazione, nel Movicentro di Bra (Piazza Carabinieri caduti a Nassirya e Forze di Pace, accanto alla Stazione ferroviaria), a partire da 5 euro (bicchiere, tasca portabicchiere, 1 gettone degustazione); oltre ai birrifici, quasi tutti piemontesi, a eccezione di due, uno senese e l'altro ravvenate, ci sono i vini della Wine Area, con un omaggio al Roero, vini del territorio e spumanti da vitigno.


Presente anche l'offerta gastronomica del territorio: Mac 'd Bra, che unisce due eccellenze come il pane e la salsiccia di Bra; Stragood, che propone tanti prodotti del territorio, dal prosciutto crudo di Cuneo DOP ai primi della tradizione; Fioca, il Gelato di Montagna, che da Melle (CN) porta un gelato ai gusti dei prodotti tipici della Val Varaita (fiori di sambuco, menta selvatica, fieno, albicocche...). L'apertura di Hoppiness è il 29 marzo dalle ore 18 alle 24, il 30 marzo dalle ore 16 alle 24 e il 31 marzo dalle ore 12 alle 24.

Qui il programma degli incontri, laboratori, eventi.

29 marzo 2019
ore 18
Apertura Casse di Hoppiness!
ore 18-20
Sparklind Land! Aperitivo effervescente
Due modi di raccontare il proprio territorio a confronto: le birre artigianali e gli spumanti da vitigno autoctono.
Ore 19
Inaugurazione e premio ad Andrea Turco – Cronache di birra
Area TALK: saluti di benvenuto e consegna del premio da parte di FoodAround, della Città di Bra e di GAI ad Andrea Turco fondatore di Cronache di birra, blogzine di riferimento a livello nazionale sul tema della birra artigianale. Presentazione del libro Dieci anni di Cronache di Birra: La storia di un decennio di birra artigianale italiana.

30 marzo 2019
ore 11 – 13
Laboratorio di analisi sensoriale sul luppolo
Iniziativa riservata ad addetti ai lavori.
ore 16
Apertura Casse di Hoppiness!
Ore 16 – 17
Dalla terra alla birra, le materie prime nel bicchiere
Laboratorio di degustazione guidata di cinque birre condotta da Andrea Giuliano – docente My Personal Beer Corner
20 euro a persona, ridotto 15 euro - 25 posti disponibili
Iscrizioni su www.foodarounditaly.it
ore 17.30 – 18.30
Luppolo made in Italy? Prospettive di sviluppo della luppolicoltura italiana
La produzione di un luppolo in Italia con caratteristiche tipiche è davvero possibile? Se sì, qual è lo stato dell'arte e i possibili obiettivi raggiungibili? Conoscere la situazione in Italia, ed in Piemonte in particolare, ci aiuterà a capire meglio le diverse fasi della filiera, le problematiche da affrontare, le reali opportunità date dallo sviluppo del comparto.
Ingresso libero, l'incontro si concluderà con una degustazione di birre artigianali.
Iscrizioni su www.foodarounditaly.it
ore 17 e 19
Beer vs Wine - due mondi a confrontoDegustazione di 1 vino da vitigno autoctono e di 1 birra artigianale che condividono un tratto in comune: Italian Grape Ale, Barley Wine, Birre Champenoise...
5 euro a persona, 4 euro ridotto - 15 posti disponibili
Iscrizioni su www.foodarounditaly.it

31 marzo 2019
ore 12
Apertura Casse di Hoppiness!
Ore 12.30, 17.30 e 19.30
Beer vs Wine - due mondi a confronto
5 euro a persona, 4 euro ridotto - 15 posti disponibili
Iscrizioni su www.foodarounditaly.it
ore 16 - 17
Orzo, cereali e una birra (davvero) 'local'?
Il futuro della birra artigianale italiana potrebbe essere segnato dal fenomeno dei birrifici agricoli e da un loro più compiuto radicamento territoriale, che parte dalla coltivazione diretta dell'orzo e dalla sua maltazione. Filiera corta ed economia circolare sono le parole d'ordine di una rivoluzione brassicola che tuttavia deve ancora fare i conti con alcune importanti problematiche strutturali, e con una critica birraria ancora propensa a guardare più nel bicchiere e meno a ciò che gli ruota intorno.
Iscrizioni su www.foodarounditaly.it
 ore 18 - 19
Birra, vino e cibo: l'abbinamento è un'opportunità o una gabbia?
L'abbinamento di birra e vino a tavola ai raggi X, tra l'opportunità di raggiungere un pubblico più ampio, interessato a conoscere le infinite strade del matrimonio gastronomico tra bevanda alcolica e cibo, e il rischio di sacrificare la bontà di ciò che si beve sull'altare del pairing perfetto.
Ingresso libero, l'incontro si concluderà con una degustazione di birre artigianali e vini da vitigno autoctono
Posti limitati, iscrizioni su www.foodarounditaly.it


Commenti