Cosa fare a Torino ad agosto 2021

Un aperitivo a bordo di un bus scoperto che percorre le vie del centro, una visita ad appartamenti reali e a padiglioni generalmente chiusi al pubblico, un concerto in spazi suggestivi. Torino non chiude più per ferie da un pezzo e qui trovate tante cose da fare ad agosto in città. Iniziamo dai Musei (che non sembra vero di averli di nuovo aperti, con mostre, nuovi percorsi, eventi culturali e visite speciali!). Se non siete torinesi, approfittate dell'offerta del Museo Egizio (via Accademia delle Scienze 6): chi arriva con i treni regionali può usufruire di biglietti ridotti sia sul biglietto singolo (12 euro invece di 15) e sul Family Ticket (2 adulti e 2 minori 28 euro invece di 30). È sufficiente essere in possesso di un biglietto o abbonamento regionale, sovraregionale o integrato Formula (per la riduzione sul Family Ticket almeno un membro della famiglia), valido da o per Torino, anche nei tre giorni precedenti o successivi alla data del viaggio. Il biglietto va conservat

Lalàgeatelier presenta la sua prima Capsule Collection Genderless

Alla vigilia della Festa della Donna, il 7 marzo 2019, alle ore 18.30, nella Galleria Gliacrobati di via Luigi Ornato 4, sarà presentata la prima Capsule Collection Genderless by Lalàgeatelier, un progetto tutto al femminile guidato dall'artista e stilista Sara Conforti, con la collaborazione di Fragole Celesti di Oglianico (TO), che mette insieme arte, impresa, economia circolare e territorio, in favore delle donne in difficoltà.

Capsule Collection Capsule Collection

La collezione, in edizione limitata e numerata, presenta 10 magliette di cotone, serigrafate a mano con pigmenti naturali di carbone vegetale e realizzate con la collaborazione del progetto Altriluoghi Asti, e 5 zainetti. Tutte le creazioni sono espressione dell'economia circolare, essendo state realizzate con gli scarti di produzione di quattro grandi case tessili biellesi come Lanificio Subalpino, Lanificio Botto Giuseppe & Figli, Lanificio Tg di Fabio, Lanificio Guabello dal 1815.

Alla base di questa collezione c'è il desiderio di dare nuove opportunità alle donne vittime di maltrattamenti e violenze; Sara Conforti e Fragole Celesti – Comunità doppia diagnosi femminile per la cura di abusi, maltrattamenti e violenze hanno lavorato insieme al progetto In limine temporis FC5/5, che ha permesso alle donne ospiti della struttura di acquistare nuove competenze nel campo artistico; attraverso i laboratori didattici, il progetto si è trasformato nella base di lavoro per questa prima collezione. Una prima collezione che ha l'ambizione di essere un punto di partenza "per condividere una metodologia estensibile al fine di creare la rete di collaborazione che consentirà la nascita della seconda capsule collection che sarà presentata il 25 novembre 2019, Giornata Mondiale Contro la violenza sulle donne" spiega il comunicato stampa. E intende anche proporsi come una linea che "non ha limitazioni di genere, non ha una stagionalità ed è caratterizzata da una profonda attenzione nei confronti dell'impatto ambientale e sociale".

La serata del 7 marzo inizierà alle ore 18.30 con un incontro, Arte, impresa, economia circolare, cura e territorio per uno slowfashion che ricuce l'abuso, a cui prenderanno parte Monica Cerutti, Assessora Pari Opportunità Regione Piemonte, Anna Pironti, Responsabile capo Dipartimento Educazione Castello di Rivoli, Paola Zanini, Project manager Dipartimento Educazione Castello di Rivoli, Giovanni Ferrero, Presidente ISMEL, già Presidente del Castello di Rivoli e già Assessore alla Cultura della Regione Piemonte, Dott.ssa Egle Demaria ,Responsabile Clinico Fermata d’Autobus Onlus, Dott.ssa Carola Lorio, Direttrice artistica Responsabile delle attività creative artistiche di Fermata D'Autobus e Fragole Celesti, Fortunato D'Amico, Docente Politecnico di Milano, curatore e giornalista, Mauro Rossetti, Direttore Associazione Tessile e Salute Biella, Nicolò Zumaglini Lanificio Subalpino di Cerreto Castello (BI), moderati dalla giornalista Barbara Odetto. Alle ore 19.30, la performance Ninguneadas FC5/5, a cura della pianista spagnola Sira Hernandez, quindi la presentazione della Prima Capsule Collection Genderless Recycling-Upcycling by Lalageatelier.

L'ingresso è gratuito con prenotazione obbligatoria fino a esaurimento posti all'email info@gliacrobati.com.


Commenti