Quando si andava in spiaggia sul Po

Mentre arriva l'autunno, queste fotografie che arrivano dal passato, per raccontare quando i fiumi di Torino erano balneabili e chi non poteva raggiungere la Liguria e le spiagge approfittava delle rive del Po, della Stura e del Sangone (lungo la Dora sorgevano le industrie ed era per questo meno ambito; per questa stessa ragione, i bagni erano a monte della città, da Moncalieri fino all'altezza delle attuali Molinette, e non a valle, dove venivano versati nel fiume gli scarichi della città e delle sue industrie). Lungo il Po sorgevano veri e propri stabilimenti balneari, con ombrellini, sdraio e, nei casi di maggior lusso, con piscina propria, oltre alle acque del fiume. I bagni più belli, i Bagni Lido Savoia e i Bagni Diana, si trovavano sulla riva destra del Po, all'altezza, più o meno di Italia 61, ma sull'altro lato; avevano alle spalle la collina e in lontananza, guadando verso nord, la guglia della Mole Antonelliana (davanti la macchia verde che ci sarebbe

Da blogspot a rottasutorino.it

Da ieri sera Rotta su Torino ha un nuovo dominio, rottasutorino.it: tutto rimane uguale e tutti gli articoli attualmente presenti nel blog, oltre 2000, sono automaticamente passati al nuovo dominio. Nulla cambia per chi legge, insomma.

rottasutorino.it

Era da un po' che pensavo a questo cambio, diciamo un 3-4 anni: non sempre sono veloce nel prendere le decisioni, non sempre mi piace uscire dalla mia zona comfort, ma, quando decido, lo faccio senza rimpianti. Così, avendo visto che cambiare il dominio è piuttosto semplice, ieri sera, nel pieno di una riunione pasquale, ho preso il computer e ho armeggiato con DNS e CNAME, trasformando il mio blog in rottasutorino.it nel giro di pochi minuti (nelle prossime settimane capirò se ne risentirà l'attualmente buona indicizzazione nei motori di ricerca).

Non inizia una nuova vita per il blog, continuerò ad aggiornarlo seguendo i miei gusti e le mie curiosità su Torino e dintorni, partiranno nuovi progetti, che renderanno la sua proposta spero originale e interessante per i lettori. Continuate a seguire Rotta su Torino, anche al suo nuovo indirizzo: rottasutorino.it. Buona Pasquetta a tutti!


Commenti