Federica De Benedictis: Sua Bellezza Reale, la mia guida frizzante sulle Residenze Sabaude torinesi

Di Sua Bellezza Reale, libro che ha appena pubblicato, Federica De Benedictis, blogger di Dire Fare Mole, parlava già da qualche tempo sui social del blog, con piccole curiosità e rapidi accenni, lasciando intendere che i lavori procedevano, anche mentre si dedicava ad altro. Condividendo il suo interesse per le Residenze Reali e apprezzando il suo stile di scrittura, è stato naturale contattarla per saperne di più, non appena il libro, autopubblicato con youcanprint, è uscito. Appuntamento a San Salvario, colazione da Samambaia, in via Madama Cristina, ed ecco cosa mi ha raccontato

Sua Bellezza Reale Villa della Regina

- Come nasce Sua Bellezza Reale?
Nasce perché ho sempre amato le Residenze Reali, ne ho parlato spesso nel blog, avevo già scritto articoli su alcune di loro e ho pensato perché non scrivere di tutte e fare una piccola guida di quelle in Torino e fuori? Avevo l'idea di farla illustrata e, essendoci nella squadra di Dire Fare Mole Annalisa Mazzo, molto brava a disegnare, l'ho coinvolta; ho tirato dentro anche un'altra collaboratrice del blog, Lisa Zanchetta, che fa belle foto, e tutte insieme abbiamo realizzato questa piccola opera. In copertina c'è il mio nome, ma è un lavoro di squadra e nelle pagine finali, nelle bio, ci siamo tutte e tre, ognuna con il proprio avatar, io ho la piuma per scrivere, Lisa la macchina fotografica e Annalisa macchina fotografica e pennello. Ci tengo molto a dire che è un lavoro condiviso.

- Cosa sottolinei delle Residenze?
Sono sotto la tutela UNESCO, cosa che non tutti sanno; mi ha spinto a scrivere questo libro proprio la mancanza di conoscenza di tanti concittadini, che mi ha stupito e mi ha fatto anche un po' rabbia: ci sono persone che vanno dall'altra parte del mondo e poi in casa abbiamo cose di grande valore, di cui si ignora l'importanza. Per ognuna di loro racconto una parte storica, una architettonica e poi ho cercato aneddoti, qualche gossip curioso, sulle Madame Reali e le loro feste e i loro amanti o Napoleone che a Stupinigi faceva il farfallone e Giuseppina si arrabbiava. Ho cercato di rendere un po' frizzante la storia: si dice sempre sia noiosa e non è affatto vero.

- Scrivendo il libro, cosa hai imparato sulle Residenze?
Non direi che ho imparato qualcosa sulle Residenze Reali, ho scritto cose che conoscevo già. Direi che ho imparato a raccontarle in un altro modo: la scrittura sul blog è diversa dalla scrittura di un libro. Ho imparato un nuovo linguaggio e un nuovo approccio, cosa che mi è molto piaciuta. Ho riunito nel libro le esperienze di questi anni di blog tour nelle Residenze Reali, di letture, di visite che ho fatto. Mi sono resa conto di essermi ispirata alle guide turistiche che mi hanno colpito, per come sono riuscite a rendere divertenti visite storico-culturali; pensando alle guide incontrate a Stupinigi, all'approccio di Guide Bogianen o Turin-tour, che danno un taglio brillante e meno serioso alle visite, ho cercato di scrivere un libro che racconta cose serie in modo brillante e sfizioso.

- Le Residenze Reali che consigli?
Tre soprattutto. Il Castello di Moncalieri, per questioni familiari; a Moncalieri è vissuta la mia famiglia materna, si sono sposati i miei genitori e mi sono sposata io. Poi amo le vicende tormentate del Castello, lo sento molto vicino e ho sposato la sua causa: spero che prima o poi possa riaprire perché è meraviglioso, anche per come è rinato dal fuoco, il restauro conservativo che hanno fatto. Da consigliare anche Stupinigi, che amo per questioni affettive: quando andavo a scuola, da Orbassano a Mirafiori, lo vedevo tutte le mattine, è sempre stato una visione familiare. E poi è imponente, mi piace la sua architettura, come chiude corso Unione Sovietica, sembra quasi abbracciarti con i due bracci e cosa dire del salone centrale? È ineguagliabile! Villa della Regina è il mio amore da adulta: ne avevo letto, sono andata a visitarla, pochi anni fa, ed è stato un colpo di fulmine. I suoi esterni sono meravigliosi, non solo la vista su Torino, nella mia Top personale, ma anche il vigneto urbano, che è una sorpresa; poi i giochi d'acqua che ci sono sia davanti che dietro. Non si parla tanto di Villa della Regina, invece vale davvero la pena visitarla.

- Come hai scelto le Residenze di cui parlare?
Ho selezionato quelle a cui dedicare un'escursione, tra Torino e la sua Provincia: ci sono le Residenze Reali in Torino, meno il Castello del Valentino, che non è visitabile essendo sede della Facoltà di Architettura, più le residenze negli immediati dintorni della città. Mancano Racconigi, Pollenzo e Govone, che sono in provincia di Cuneo. Ma non escludo, prima o poi di occuparmi di loro.

- Sua Bellezza Reale è autopubblicato. Come è andata?
Ho utilizzato youcanprint, consigliatomi da un amico blogger, che aveva già pubblicato un suo libro. Lo svantaggio è che la promozione la devi fare da solo, perché ovviamente la casa editrice non ti appoggia, il vantaggio è che controlli tutto il processo di pubblicazione e mi sono trovata bene. Anche i costi sono stati gestibili perché la casa editrice ti offre dei servizi, ma puoi anche non usufruirne e fare tutto da solo. Non ho avuto grandi problemi e per ora sono soddisfatta della scelta.

- Altri libri in programma?
Prima di tutto c'è la promozione di questo libro, il prossimo appuntamento è il 21 giugno, all'interno di un evento che faccio con altre creative torinesi, tra cui fotografe, artigiane, videomaker, designer, fotografe. Si chiama Summer Vibes in Turin| il lato glamour dell'estate torinese, si svolge nel salotto di Claudia Pour Toujours, in via dei Mille 5/B, e dalle ore 15 alle 21, ci permetterà di mostrare le nostre creazioni attraverso workshop, sfilate, presentazioni; ci saranno anche l'aperitivo a cura de La Colazione di Sara e la degustazione di vini Tenuta Tamburnin, gestita da tre sorelle. L'ingresso è libero, alcuni corsi sono a pagamento. Presenterò Sua Bellezza Reale intorno alle 17. Altre presentazioni per l'autunno. Poi mi piacerebbe scrivere un libro sui borghi piemontesi, da Orta San Giulio a Usseaux, tra i miei prediletti, abbracciando tutta la regione; lo vorrei sempre illustrato e con la stessa squadra che mi ha accompagnato in Sua Bellezza Reale.

Sua Bellezza Reale è in vendita nelle principali librerie online, a cominciare da quella della sua casa editrice, youcanprint.it.


Commenti