Parigi era viva, che bella mostra al Museo Accorsi-Ometto!

Al Museo Accorsi-Ometto, che si visita sempre meno di quanto si dovrebbe, ha appena aperto una mostra che è una delle belle sorprese dell'autunno torinese. Si intitola Parigi era viva  e offre un bel percorso nella pittura di Giorgio de Chirico, Alberto Savinio, Massimo Campigli, Filippo de Pisis, René Paresce, Gino Severini, Mario Tozzi ovvero degli Italiens de Paris , che tra il 1928 e il 1933 hanno indicato la direzione della pittura italiana del Novecento. Curioso pensare che sia stata Parigi a cambiare il destino della pittura italiana novecentesca, ma cosa non ha fatto e quali influenze non ha esercitato la capitale francese nella prima parte del XX secolo sulla cultura europea? I sette italiani erano arrivati a Parigi in tempi diversi, ma in qualche modo si incrociarono proprio in quel quinquennio che la mostra torinese indaga, restituendo, come racconta il comunicato stampa, "il clima artistico, propositivo, dialogante e provocatorio, di un crocevia spazio-tempora

Cinque cene e quattro bocciofile per la Piccola Rassegna di Cinema di Buon Gusto

Quattro bocciofile per cinque serate di buon cinema e buona cucina. Les Petites Madeleines organizza per il quinto anno Piccola Rassegna di Cinema di Buon Gusto, che propone una cena tematica in base al film che sarà proiettato in una bocciofila torinese. E se non bastassero questi tre elementi a darvi l'idea di una serata d'estate diversa e speciale, date un'occhiata alla locandina della rassegna, che innamora immediatamente, con Rita Hayworth nei panni immortali e sensuali di Gilda e una forchetta pronta in mano, a riassumere il senso della manifestazione.

Piccola Rassegna di Cinema di Buon Gusto

Si inizia il 9 giugno (domani), alla Bocciofila del Fortino (strada del Fortino 20) con la proiezione de I villani di Daniele De Michele, accompagnato da una cena italiana; il 15 giugno, alla Bocciofila Ponchielli (via Ponchielli 36b), toccherà al film svedese The Reunion di A. Odell, dunque, la cena sarà svedese. Il 30 giugno, uno dei film tedeschi più amati dell'inizio del secolo, Goodbye Lenin di W. Becker, che sarà proiettata di nuovo alla Bocciofila Fortino e preceduto da una cena sovietico-tedesca grazie alla collaborazione di due ristoranti etnici molto amati, Sovietniko e La Deutsche Vita.

Siamo arrivati ormai a luglio e il 7 alla Bocciofila Cavorettese, in strada dei Ronchi 36, il film Parenti serpenti di Mario Monicelli seguirà una cena abruzzese, mentre il 13 luglio, l'ultimo film sarà L'amore ha due facce di Barbra Streisand, accompagnato da una cena americana, alla Bocciofila Tesorirera di via Crevacuore 60.

Per tutte le serate, l'appuntamento è alle ore 20.30, con proiezione prevista alle ore 21; l'ingresso, che include cena e film, costa 20 euro (biglietto per il solo spettacolo 5 euro); essendo i posti limitati, la prenotazione è necessaria, all'email cinemabuongusto@gmail.com.


Commenti