Tre visite al cantiere di restauro della Fontana del Nettuno di Villa della Regina

L'ingresso a Villa della Regina, la residenza sabauda più panoramica di Torino, avviene attraverso un lungo viale, in salita, chiuso dal grandioso Grand Rondeau, al cui centro c'è la Fontana del Nettuno. È affiancata da due monumentali scalinate laterali simmetriche, disposte a tenaglia, mentre lo sguardo è già attirato dalla villa, finalmente a due passi. Le simmetrie scenografiche, l'asse visuale, la meraviglia sono tutti elementi del barocco torinese che trovano espressione in questa residenza. Saranno ancora più leggibili dopo il restauro delle sculture della fontana, che parte in questi giorni e che avviene grazue al lavoro degli studenti del primo anno del settore di specializzazione in Materiali lapidei e derivati; Superfici decorate dell'architettura del Corso di Laurea magistrale in Conservazione e Restauro dei Beni Culturali dell'Università degli Studi di Torino, in convenzione con la Fondazione Centro Conservazione e Restauro "La Venaria Reale&q

MouseiON, il video dei Musei Reali di Torino come se fossero casa

In questi anni, i Musei hanno cercato modi sempre più originali per promuoversi tra un pubblico dotato di sempre maggiori strumenti di informazione (e mano a mano con sempre meno mediazioni). Uno dei più curiosi è il progetto MouseiON, che ha coinvolto un gruppo di studenti dell'Università degli Studi di Torino. Il risultato è un video in cui i giovani studenti vivono i Musei Reali come una casa: come sarebbe salire le scale del monumentale ingresso con la sporta della pesa? Prendersi un tè in vestaglia passeggiando tra le sale del Palazzo? Lavarsi i denti nei bagni che furono dei Savoia e leggersi un libro in una delle loro stanze? Le brioche portate velocemente nella scenografica Galleria dell'Armeria Reale e poi una colazione con gli amici nei Giardini Reali, per l'immancabile selfie da condividere sui social. I Musei Reali come la casa dei torinesi e di chi la visita, oltre che come residenza dei Savoia.

Palazzo Reale di Torino

Un progetto garbato e intelligente, che offre un punto di vista aulico e quotidiano sin dal suo nome: Mouseion riprende il nome del tempio sacro alle Muse, protettrici delle Arti anche oggi, e, allo stesso tempo, ON rimanda a online, perché ormai non si può più essere off, offline, se si vuole condividere la propria ricchezza culturale con il mondo. Bel video, bel modo per promuovere i Musei Reali: libiamo nei lieti calici, allora! E se guardate il video capite perché!




Commenti