Photocall, la mostra più glamour al Museo Nazionale del Cinema

La mostra più glamour della stagione è al Museo Nazionale del Cinema, si intitola Photocall. Attrici e attori del cinema italiano e rende omaggio non solo ai divi del nostro cinema, ma anche ai loro fotografi, senza i quali, bisogna dirlo, non esisterebbero divismo né popolarità. Fotografie scattate sui set cinematografici, rubate dai paparazzi, fatte sui tappeti rossi dei Festival di tutto il mondo, a incarnare il sogno che il cinema è sempre stato, sin dalla sua nascita. E ci si sente un po' protagonisti all'inizio di questa mostra, quando, sotto la cupola della Mole Antonelliana, c'è un piccolo red carpet pensato per i visitatori, con la gigantografia di alcuni fotografi torinesi che accolgono i visitatori tra flash: ci si muove, ci si gira e ci si sente una star! Poi inizia il percorso espositivo, lungo la sala elicoidale che percorre la cupola. In quattro sezioni, Attrici e attori contemporanei , Dive Pop e Italian Men , Icone della rinascita e Ritratto d'

El Mundo: Torino, tra le 10 città in cui mangiare il miglior cioccolato del mondo

Volete sapere dove potete mangiare il migliore del mondo? El Mundo ha preparato una lista che percorre tutti i continenti, dal Belgio al Brasile, dagli Stati Uniti all'Australia, dal Ghana alla Spagna (poteva mancare?) e tocca città come Bruxelles, San Salvador de Bahia, Oaxaca, Accra, Broc. Tra le regine mondiali del cioccolato, il quotidiano spagnolo mette anche Torino, "il miglior epicentro dolce d'Italia".

Torino e il cioccolato su El Mundo

Risalendo a Emanuele Filiberto di Savoia, El Mundo ricorda che lo spostamento della capitale del Ducato da Chambéry a Torino, fu celebrato con "la prima tazza di cioccolato fumante". Fu quello il punto di partenza di "una cultura del cioccolato che ha in Torino il miglior epicentro dolce d'Italia". A testimoniarlo, il breve testo cita il Bicerin, "bevanda di cacao con caffè nata nel XVIII secolo", i gianduiotti e la Nutella "creata in questa città da Pietro Ferrero" (nata a Torino come crema spalmabile, la Nutella fu poi perfezionata ad Alba, dove i Ferrero si erano trasferiti, da Michele, che le diede anche il nome che l'ha resa famosa in tutto il mondo). Sono solo alcune delle delizie made in Torino, scrive El Mundo; del resto, aggiungo io, Torino è una città che anche nel cioccolato non ha mai smesso di inventare e innovare e muchas gracias, El Mundo!


Commenti