Tre visite al cantiere di restauro della Fontana del Nettuno di Villa della Regina

L'ingresso a Villa della Regina, la residenza sabauda più panoramica di Torino, avviene attraverso un lungo viale, in salita, chiuso dal grandioso Grand Rondeau, al cui centro c'è la Fontana del Nettuno. È affiancata da due monumentali scalinate laterali simmetriche, disposte a tenaglia, mentre lo sguardo è già attirato dalla villa, finalmente a due passi. Le simmetrie scenografiche, l'asse visuale, la meraviglia sono tutti elementi del barocco torinese che trovano espressione in questa residenza. Saranno ancora più leggibili dopo il restauro delle sculture della fontana, che parte in questi giorni e che avviene grazue al lavoro degli studenti del primo anno del settore di specializzazione in Materiali lapidei e derivati; Superfici decorate dell'architettura del Corso di Laurea magistrale in Conservazione e Restauro dei Beni Culturali dell'Università degli Studi di Torino, in convenzione con la Fondazione Centro Conservazione e Restauro "La Venaria Reale&q

Due giorni con la Gente di lago e di fiume, saperi e sapori sull'Isola dei Pescatori

L'Isola dei Pescatori del Lago Maggiore ospiterà la seconda edizione di Gente di lago e di fiume, manifestazione voluta dallo chef Marco Sacco (due stelle Michelin per il suo ristorante, Piccolo Lago, e una nuova avventura al ristorante 35° piano del grattacielo Intesa Sanpaolo di Torino), per promuovere i laghi, i fiumi e le culture, anche gastronomiche, che si sviluppano intorno a loro. L'appuntamento è per il 6 e 7 ottobre 2019: nelle stradine dell'isola, performance d'arte e musica, laboratori di pittura e d'artigianato, eventi di divulgazione scientifica e di enogastronomia, per raccontare, saperi e sapori di chi vive intorno alle acque interne; il 6 ottobre ci sarà persino una caccia al tesoro, che permetterà di scoprire luoghi inaspettati dell'isola dei Pescatori e curiosità sulle acque dolci, fino alla conquista del tesoro finale, ovvero una cena per due persone nel ristorante Piccolo Lago di Marco Sacco.

Isola dei pescatori Gente di lago e di fiume

A ora di pranzo, 11 postazioni dei ristoranti dell'isola, per scoprire piatti a base di pesce di lago, firmate dagli chef locali con grandi firme internazionali: Ristorante Verbano: chef resident Gianfranco Mameli, chef ospite Cesare Battisti (Ristorante Ratanà), Piatto: Tartare di salmerino crema di rafano e germogli. Ristorante Il Covo dei Pirati: chef resident Ornella Malorgio, chef ospite Max Celeste (Il Portale*), Piatto: plin croccante di trota e bagna cauda; Ristorante Casabella: chef resident Ivan Konstachuk, chef ospite Gianni Tarabini (La Fiorida*), Piatto: Storione con patata mantecata al burro di montagna; Trattoria Imbarcadero: chef resident Giorgio Negri, chef ospiti Alessandro Donadello, Gabriele Avanzi, Christian Turra (Hotel Hermitage Cervinia), Piatto: Tortelloni di Lago; Ristorante La Pescheria: chef resident Pasquale Botta, chef ospite Umberto De Martino (Florian Maison*), Piatto: fritturina di lago; Ristorante Chez Manuel: chef resident Alberto Todisco, chef ospite Renato Bosco (Saporè), Piatto: luccioperca mantecato con letto di zucchine alla griglia; Ristorante Italia: chef resident Gabriele Ruffoni, chef ospiti Luigi Taglienti (Ristorante Lume*) fratelli Trentin (Le Delizie del Grano), Piatto: Antipasto di lago; Ristorante Belvedere: chef resident Claudio Bucelloni, chef ospiti Luca Marchini (Ristorante L'Erba del Re*) e Paolo Griffa (Petit Royal), Piatto: Risotto mantecato al timo con ragù di lago; Ristorante La Rondine: chef resident Giuseppe Rinaldi, chef ospiti Federico Beretta (Feel Como) e Marco Acquaroli (Ristorante Natura), Piatto: Zuppetta di lago; Osteria Ara 36: chef resident Angelo Doriani, chef ospite Mauro Elli (Ristorante Il Cantuccio*), Piatto: filetto di persico con erbe fritte. Postazione Guendalina: Marco Sacco (Il Piccolo Lago**) e Pietro Leemann (Joia*), Piatto: proposta vegetariana in collaborazione con Lavazza.

Il 7 ottobre sarà dedicato al dibattito e al confronto nazionale, con istituzioni, enti, rappresentanti del mondo scientifico e produttivo accanto agli chef e ai professionisti dell'informazione e della comunicazione per parlare del futuro dei laghi e delle acque dolci. A concludere la giornata, la cena di gala firmata da sette chef di quattro ristoranti stellati, affiancati da un mastro cioccolatiere e sotto la supervisione di Marco Sacco, che sarà servita nelle sale del Grand Hotel Des Iles Borromèes a Stresa. Il costo di partecipazione, 200 euro a testa, sarà un contributo al sostegno dei progetti futuri di Gente di lago e di fiume; il menù della cena di gala, con gli chef che firmano i piatti, è il seguente: Aperitivo a cura di La Casera di Verbania; Calamari arrosto radici fermentate ed erbe, Gianfranco Pascucci (Ristorante Al Porticciolo*); Pollo, champignon e salsa Albufera, Luigi Taglienti (Ristorante Lume*); Riso ostriche prezzemolo e limone nero, Paolo Barrale (Presidente associazione CHIC); Plin d'anatra, zuppetta di fegato grasso e latte di bufala, Simone Corbo e Gabriele Tratzi (Sous Chef di Villa Crespi**); Code, creme brule di wasabi e brodo di dashi, Chicco Cerea (Ristorante Da Vittorio ***); Filetto di vitello cotto a bassa temperatura, leggera fonduta al Bettelmatt, perlage al tartufo. Gianni Conti ( Grand Hotel des Iles Borromées & SPA ); La perla bianca, Filippo Novelli (Cioccolateria La Perla); Vini abbinati selezionati da Moon Import, Acqua S.Pellegrino e Acqua Panna, Caffè Lavazza.

Tutte le info su Gente di lago e di fiume, su www.lagentedilago.com.


Commenti