Le Giornate Europee del Patrimonio a Torino: le aperture, le mostre, il programma

Le Giornate Europee del Patrimonio, il 21 e 22 settembre 2019, portano a Torino tanti eventi speciali, per riscoprire i tesori artistici e storici che la città custodisce.

Giornate Europee del Patrimonio 2019

Iniziamo con le aperture straordinarie: il Museo della Radio e della Televisione (via Verdi 16) aprirà per una visita guidata anche del Centro di Produzione Rai fino allo Studio Tv1 (21 e 22 settembre 2019, ore 10-18). Apertura straordinaria serale per i Musei Reali, che il 21 settembre propongono l'ingresso a 1 euro e una visita guidata con i curatori dei Musei Reali alla mostra I mondi di Riccardo Gualino collezionista e imprenditore. Dalle ore 9 alle 13 e dalle ore 14 alle 17, studenti, amatori e pubblico possono visitare i musei con matita e foglio bianco, per raccontare cosa li colpisce di arte e bellezza; nei giorni successivi, una selezione dei lavori sarà esposta in Biblioteca Reale. Il 22 settembre, due attività per famiglie: dalle ore 10.30 alle 12.30, Oggi si gioca come gli antichi!, mentre dalle ore 16 alle 18, ci sarà Il gioco dell'(arche)Oca.

A Palazzo Carignano (via Accademia delle Scienze 5), il 21 settembre alle ore 18, 19 e 20 e il 22 settembre, alle ore 10, 11, 12 e 13, visite guidate tematiche racconteranno quanto la linea curva di Guarino Guarini sia stata rivoluzionaria nella Torino del Seicento. Ancora a Palazzo Carignano, stavolta negli Appartamenti, il 21 settembre, alle ore 16, il concerto Accordi Dorati, del Gruppo Cameristico Alchimea riporta alla scoperta della musica barocca (e quale posto migliore di uno dei più bei palazzi italiani dell'epoca?). Il Museo civico Pietro Micca, in via Guicciardini 7a, invita a scoprire la Cittadella sotterranea, in particolare i resti archeologici del Rivellino degli Invalidi, recentemente ritrovati: costituiscono l'unica fortificazione di superficie tornata alla luce e visitabile; le visite, dalle ore 15 alle 18 di entrambe le Giornate Europee.

Al Museo d'Arti Decorative Accorsi-Ometto (via Po 55), uno dei Musei più belli e più sconosciuti di Torino, ci saranno visite guidate in entrambe le Giornate Europee, alle ore 10.30, 11.30, 16.30, 17.30, per soffermarsi soprattutto sulla passione collezionistica di Piero Accorsi e Giulio Ometto e per conoscere la storia degli oggetti più significativi del percorso museale. Con partenza alle ore 10.30 del 21 settembre, e per tutto il weekend del Patrimonio Europeo, il Museo dell'Auto (corso Unità d'Italia 40) mette a disposizione dei visitatori, le proprie guide, che aiuteranno a scoprire storie e curiosità delle monoposto e delle auto più famose della collezione; la visita è gratuita, compresa nel biglietto d'ingresso. Il 22 settembre, alle ore 11 e alle ore 15, Villa della Regina offre una visita teatralizzata, in cui gli attori Pasquale Buonarota e Alessandro Pisci accompagneranno i visitatori, interpretando personaggi curiosi, a metà tra passato e presente; l'incontro tra il principino e il figlio del vignaiolo, inoltre, permetterà di avvicinare e confrontare giochi e favole auliche e popolari (biglietto 5 euro, ridotto 2 euro, prenotazione obbligatoria tel 011 8194484.

All'Archivio di Stato di Torino (piazza Castello 209), sarà eccezionalmente esposta parte dell'archivio del professor Franco Rosso, docente di Disegno e Rilievo alla Facoltà di Architettura del Politecnico di Torino: "Le sue ricerche, che univano aspetti squisitamente tecnici ad aspetti culturali di ampio respiro, spaziando dalla costruzione delle cupole in età barocca alla storia della città e dell’architettura dell’Ottocento, erano sempre corredate da rilievi accuratissimi, che saranno eccezionalmente esposti presso la Sala Disegni delle Sezioni Riunite" spiegano dall'Archivio; l'ingresso è libero, l'orario di apertura è dalle ore 15.30 alle 19. Il 22 settembre, dalle ore 14.30 alle 17.30, con ingresso libero, il Museo del Risparmio (via san Francesco d'Assisi 8a) proporrà la visita guidata gratuita Storie di salvadanai, con cui racconterà il nuovo allestimento della sua collezione di salvadanai.

Nei dintorni di Torino, la Palazzina di Caccia di Stupinigi propone Dagli 'Uffici di bocca' ai grandi banchetti. Il cibo e le feste a Stupinigi, visita tematica che comprende straordinariamente anche le cucine della Palazzina, alla scoperta degli antichi ricettari di corte illustrati, della gastronomia, dell’arte di preparare e decorare le tavole dei banchetti delle grandi feste di corte (21 settembre 2019, ore 15.30, biglietto 8 euro, ridotto 5 euro, prenotazioni tel 011 6200634). A Chieri, Casa Martini apre le porte del Museo (piazza Luigi Rossi 2) per Il vetro come forma e contenuto. Mixing glass: l'artista chierese e maestro del vetro Silvio Vigliaturo dialoga con Davide Colombo, Martini Brand Home Ambassador; al termine, visita guidata ai musei di Casa Martini e alla mostra temporanea Mixing Glass con degustazione finale (6 euro, prenotazione obbligatoria tel 011 94119562). Il Castello di Rivoli, che ospita il Museo di Arte Contemporanea, tra i più apprezzati del nostro Paese, propone una visita guidata che sottolinea soprattutto la storia dell'edificio e la sua presenza nella storia sabauda ed europea.

In programma, ancora, laboratori per famiglie, incontri con gli insegnanti, visite guidate in Musei e Castelli del Torinese. Il programma completo è su www.beniculturali.it.


Commenti