Le due anime del J|Hotel, l'hotel della Juventus, alla Continassa

Tra i tanti primati di Torino, anche questo: il primo albergo italiano realizzato con una squadra di calcio. Si chiama J|Hotel, si trova nel J|Village ed è a pochi metri dall'Allianz Stadium, in una posizione ideale per i tifosi della Juventus, provenienti da ogni parte del mondo per assistere alle partite dei bianconeri. È stato realizzato grazie alla collaborazione della Juve con Lindbergh Hotels, uno dei maggiori esponenti dell'imprenditoria turistica italiana e mescola i saperi contemporanei di una catena alberghiera, con le esigenze e il glamour della squadra più titolata d'Italia.

Juventus Hotel Juventus Hotel

All'interno del Parco dello Juventus Village, in cui si trovano anche la Scuola Internazionale e il Concept Store, l'Hotel è articolato in quattro bracci, che formano un isolato quadrato, all'interno del quale c'è un giardino. Una sorta di sorpresa, voluta dal'architetto Armando Balducci, che ha disegnato l'albergo e ha coordinato i lavori dello Juventus Village, per ovviare al panorama non particolarmente interessante della periferia torinese. Le camere e le sale che vi si affacciano si trovano immerse in una piacevole atmosfera senza tempo, accentuata dalle facciate dell'albergo, con due fasce di cortine frangisole che danno un intenso ritmo geometrico e regalano un bel gioco di trasparenze tra interno ed esterno.

Juventus Hotel Juventus Hotel

Nelle intenzioni dei gestori, lo Juventus Hotel ha due anime, una fortemente legata alla squadra e l'altra al business. La prima viene enfatizzata nel weekend: i tifosi che seguono la Juve hanno la possibilità di soggiornare vicino allo stadio, dove c'è anche il Museo con i memorabilia, e di prenotare i biglietti per la partita (ma c'è anche la possibilità di seguire le partite fuori casa in apposita stanza dedicata); nel tempo lasciato libero dal tifo, si possono scoprire i dintorni, a cominciare dalla vicinissima Reggia di Venaria Reale. Durante la settimana, lo Juventus Hotel si rivolge alla clientela business, proponendosi come punto di riferimento per le aziende situate nei suoi dintorni: la vicinanza all'aeroporto di Torino, a 20 minuti (e quando ci sarà la benedetta linea ferroviaria, che dall'Aeroporto porterà in città, con l'apertura della fermata Juventus Stadium, saranno circa 10 minuti!), le numerose sale dotate di tutte le tecnologie più moderne per incontri, tavole rotonde, seminari, lo rendono più competitivo degli analoghi alberghi del centro città.

Juventus Hotel Juventus Hotel

E in più, all'essere l'albergo della Juventus, c'è un'intera area riservata alla squadra, ai calciatori e allo staff: 35 delle 138 stanze sono infatti assegnate permanentemente alla Prima squadra, direttamente collegate al centro di allenamento. Le altre stanze sono divise in cinque tipologie, Comfort, Deluxe, Executive, J|Executive e Suite, e offrono tutti i comfort, compreso l'inevitabile collegamento Sky per seguire le partite in tv (alcune delle tariffe proposte comprendono anche l'uso del minibar).

Juventus Hotel Juventus Hotel

Ancora doppia anima anche nella ristorazione, con il Tàola Restaurant e Tàola Lounge. Il primo può ospitare fino a cento persone e propone i piatti della tradizione rivisti da uno dei più celebri chef torinesi, Davide Scabin, mentre il secondo è stato pensato per appuntamenti più informali e aperitivi serali, con un menù curato da Scabin (i due format, informano dall'hotel, "si distinguono per l'ampiezza della carta e l'atmosfera dei locali"). I cocktail sono curati da Barz8, uno dei marchi più noti della mixology torinese.

Juventus Hotel Juventus Hotel

Il design è raffinato ed elegante, con sale luminosissime, che guardano verso l'esterno e invitano a gentili socializzazioni, stanze arredate con toni e materiali caldi, che danno una bella idea di accoglienza. Prevalgono i toni del marrone, del grigio, illuminati da qualche verde, con pareti candide e qualche velato accenno al bianco e al nero, i colori della squadra di casa. Un rapido cenno che si apprezza: del resto, sebbene si rivolga prevalentemente ai suoi tifosi, lo Juventus Hotel deve conquistare anche chi, come la sottoscritta, bianconero non è.

Le foto sono di Barbara Corsico.


Commenti