Quando si andava in spiaggia sul Po

Mentre arriva l'autunno, queste fotografie che arrivano dal passato, per raccontare quando i fiumi di Torino erano balneabili e chi non poteva raggiungere la Liguria e le spiagge approfittava delle rive del Po, della Stura e del Sangone (lungo la Dora sorgevano le industrie ed era per questo meno ambito; per questa stessa ragione, i bagni erano a monte della città, da Moncalieri fino all'altezza delle attuali Molinette, e non a valle, dove venivano versati nel fiume gli scarichi della città e delle sue industrie). Lungo il Po sorgevano veri e propri stabilimenti balneari, con ombrellini, sdraio e, nei casi di maggior lusso, con piscina propria, oltre alle acque del fiume. I bagni più belli, i Bagni Lido Savoia e i Bagni Diana, si trovavano sulla riva destra del Po, all'altezza, più o meno di Italia 61, ma sull'altro lato; avevano alle spalle la collina e in lontananza, guadando verso nord, la guglia della Mole Antonelliana (davanti la macchia verde che ci sarebbe

Torino e coronavirus: pasta e pizza a domicilio gratuitamente!

Torino non si ferma, neanche in tempi di coronavirus, e mi piace segnalarvi il modo intelligente in cui sta scegliendo di farlo. Il dovere di rimanere a casa e di uscire solo in determinate circostanze (lavoro, spesa, salute) non deve venire meno e proprio per questo alcune attività commerciali torinesi hanno pensato di portare a domicilio gratuitamente quello che prima si acquistava in negozio.

Pastificio Bolognese Bricks

Non volete rinunciare alla buona pasta fatta in casa e ai suoi sapori? il Pastificio Bolognese Muzzarelli (via San Secondo 69) ha attivato un servizio di consegna a domicilio gratuito, per i quartieri Centro, Cenisia, Cit Turin, Crocetta, Parella, Pozzo Strada, San Salvario, San Donato, Santa Rita. Come funziona? Scegliete la pasta fresca, i sughi e i prodotti della gastronomia su www.pastificiobolognese.it, chiamate il numero di telefono 011 591360; ordinate entro le ore 18.30 con una spesa minima di 20 euro; consegna la mattina successiva, in veicoli refrigerati ed effettuata da personale interno del Pastificio Bolognese, dunque consapevole e preparato per la conservazione durante il trasporto. Il pagamento effettuato in contanti, con assegno e con Satispay.

Per chi vuole una pizza o le tapas, per un pranzo/cena informale e senza cucinare, c'è Bricks (via San Francesco da Paola 46), che ha chiuso, ma non per un servizio gratuito a domicilio per le zone corso Dante/corso Casale, corso Lione/Inghilterra/Regina Margherita e zona Campus Einaudi. Anche in questo caso, la prenotazione è facile: basta scegliere pizza, tapas e/o dolci su www.brickstorino.net, chiamare il numero di telefono 0110609529 e ricevere l'ordine a casa gratuitamente; pagamento in contanti o con Satispay.

Torino non si ferma, anche grazie a iniziative come queste, che permettono di continuare a lavorare e di non mettere in pericolo la propria salute e quella dei potenziali clienti. Lieta di segnalarle ai lettori di Rotta su Torino.


Commenti