Da youtube, il video di Kirsten Dirsen sulla Pra di Brëc di QOS Studio, a Locana

Kirsten Dirsen è tornata nelle valli alpine torinesi, alla scoperta di antichi edifici di montagna rinati a nuova vita. Dopo la Baita di Studioata , presenta nel suo canale di youtube (1,7 milioni di iscritti!) un bel progetto di ristrutturazione, realizzato a Locana, a poche decine di km da Torino. Qui la famiglia Laboroi ha voluto trasformare l'antica casa-fienile, che appartiene loro da ben quattro generazioni, in una casa per le vacanze, chiamata Pra di Brëc. Il progetto è stato affidato all'astigiano QOS Studio. Come spiega a Kirsten Davide Querio, geometra dello studio, l'edificio è stato liberato dall'intonaco aggiunto qualche decennio fa, per lasciare a vista i bei muri in pietra. Una scelta che ha restituito identità all'intera struttura: nel video si mostra il "prima" e "dopo" e si può apprezzare quanto la casa fosse stata resa anonima dall'intonaco e quanto invece adesso abbia una personalità coerente con il paesaggio circosta

I 15 anni della Fondazione Merz, Facciamo luce dalla Reggia di Venaria Reale

Bei progetti online dalla cultura torinese, in attesa della riapertura, il 18 maggio 2020, secondo quanto annunciato dal Presidente del Consiglio Giuseppe Conte sulla Fase 2.

Fondazione Merz Reggia di Venaria

La Fondazione Merz celebra i suoi 15 anni di attività con tre progetti social: #FondazioneMerzRewind è "una narrazione online che raccoglie quotidianamente, attraverso i profili Instagram e Facebook immagini, testi e video per raccontare i 15 anni di storia espositiva", mentre #ScusiNonCapisco propone "una nuove versione online del format già sperimentato, che accompagnerà il pubblico in diretta su Instagram dal 4 maggio e per otto domeniche alle ore 16.30. Si tratta di un dialogo a due e condiviso con il pubblico che coinvolge autori, intellettuali, professionisti e personalità del mondo accademico e imprenditoriale con l'obiettivo di comprendere meglio i linguaggi e il pensiero che stanno dietro le opere di arte contemporanea, ma anche riflettere sul ruolo dell'arte in un momento critico come questo. Il terzo progetto, infine, continua ancora il comunicato stampa, è "#RaccontoCaptivus, diario di opere in trappola. Format che partirà in occasione della Notte dei Musei (16 maggio 2020). In una notte di musei vuoti, in città vuote, immaginare che le opere d'arte, anch'esse rimaste in trappola, possano parlarci e farsi portavoce di un'esperienza collettiva raccontando i silenzi, la solitudine, le paure e le speranze dei luoghi e delle loro anime". E questo terzo progetto è davvero intrigante, per quello che immagina (l'arte in trappola nei musei vuoti di città deserte, una bella immagine!).

Alla Reggia di Venaria Reale, prosegue la valorizzazione della Galleria Grande, attraverso musica, reading, incontri, realizzati con la collaborazione di alcuni dei più importanti enti culturali torinesi (Teatro Stabile di Torino - Teatro Nazionale, Conservatorio Giuseppe Verdi di Torino, Teatro Regio Torino, Casa del Teatro Ragazzi e Giovani, Teatro Concordia - Fondazione Via Maestra - Venaria Reale)- Il 3 e il 10 maggio 2020, dalle ore 17, parteciperanno all'iniziativa Facciamo luce tutti insieme, che dalla Galleria Grande offrirà concerti, letture recitate e performance teatrali registrate su vari temi. Le dirette sul sito www.lavenaria.it e sui social di tutti gli enti coinvolti. Questo il programma:

3 maggio 2020, dalle ore 17
Conservatorio Giuseppe Verdi di Torino
Polifonie, Coro da camera del Conservatorio di Torino
Dario Tabbia Direttore, Astrid Saraceni, pianoforte
Teatro Stabile di Torino- Teatro Nazionale
Agosto 1999 - La notte estiva
tratto da Cronache Marziane di Ray Bradbury
Testo letto dal Direttore artistico Valerio Binasco

10 maggio 2020, dalle ore 17
Teatro Concordia - Fondazione Via Maestra - Venaria Reale
La vita del Signor De Molière
di Michail Bulgakov
Testo interpretato da Eugenio Allegri
Casa del Teatro Ragazzi e Giovani
Il mercante di stelle
di Gianni Rodari
contributo di Daniel Lascar e Isabella Locurcio con la partecipazione degli allievi della Scuola di Teatro, a cura di Luigina Dagostino e con la collaborazione di Micol Jalla
La luce
di Marina Carpineti, Marco Giliberti, Nicola Ludwig, del Dipartimento di Fisica dell'Università degli Studi di Milano, contributo di Emiliano Bronzino
Teatro Regio Torino
Pagine del grande repertorio operistico italiano
(Ecco, ridente in cielo dall'Atto I del Barbiere di Siviglia di Rossini, Casta Diva dall'Atto I della Norma di Bellini, O soave fanciulla dal Quadro I della Bohème di Puccini, Parigi, o cara dall'Atto III della Traviata di Verdi)


Commenti