Clara Caroli: La casa dei cuori sospesi, leggerezza e ironia per storie della Torino contemporanea

Ho letto La casa dei cuori sospesi di Clara Caroli (La Corte Editore) poche settimane fa, al mare, e me ne sono innamorata. Si svolge a Torino ed è la principale ragione per cui mi ha incuriosito, poi mi ha intrigato la trama, che racconta una storia corale, ricca di incastri e di sorprese, con al centro Romina e Stella, amiche che gestiscono insieme la libreria Non è una pizza (e la nascita di questa libreria ha lati esilaranti, oltre a essere una dichiarazione d'amore ai libri) e sono coinquiline in una casa sulla collina di Moncalieri, che fa venire voglia di viverci per qualche tempo. Tutt'intorno a loro, storie, personaggi, anche animali, che mano a mano si incastrano come in un puzzle divertente e leggero, che si legge d'un fiato sotto l'ombrellone e mantiene alta la curiosità fino alla fine, con momenti di comicità, di riflessione e di sorpresa. Essendomi innamorata della storia, della città che racconta e dello stile, è stato inevitabile contattare Clara Carol

Torino sulla copertina di Abitare di aprile con un progetto di Officina8A

Torino sulla copertina del numero di aprile di Abitare, con un progetto davvero bello, un appartamento in un edificio ottocentesco di piazza Solferino, ristrutturato dallo studio torinese Officina8A. Approfittando delle altezze, gli architetti hanno realizzato un soppalco su due terzi della superficie, ottenendo così una sorta di appartamento superiore (i soppalchi sono comunicanti tra di loro, attraverso arcotti aperti). Gli affreschi recuperati sui soffitti, i materiali scelti per il soppalco, l'interior design, basato su una palette di colori molto sobria, con citazioni molto torinesi, rendono le atmosfere fascinosissime. Me ne sono innamorata vedendo le foto e quando l'architetto Bernardo Ascanio Rossetti mi ha rivelato che su uno dei soppalchi avevano immaginato un giardino interno sospeso, ha vinto tutto. Non vi racconto niente di più, trovate tutto su Abitare, illustrato con foto molto belle di Sabrina Gazzola


Per me una bellissima soddisfazione: un mio articolo in copertina mi rende felice, ma vedere Torino in copertina, quando si parla di architettura, non ha prezzo



Commenti