Con Buonissima, tanti eventi enogastronomici con grandi chef e un'ambizione

Un nuovo appuntamento enogastronomico per valorizzare le tradizioni di Torino e inserire la passione per la buona cucina e i suoi dintorni in percorsi culturali e artistici. Buonissima , dal 27 al 31 ottobre 2021, è nato da un'idea di Matteo Baronetto, chef al ristorante Del Cambio, e dei critici enogastronomici Stefano Cavallito e Luca Iaccarino, con l'ambizioso obiettivo di fare di Torino la capitale italiana del gusto. E, per dare un'idea, nel ricco programma dei cinque giorni di cene e incontri, saranno presenti i fratelli Adrià, Ana Roš, la chef più apprezzata nella classifica dei 50 migliori ristoranti di Restaurant , gli chef italiani Mauro Uliassi, Norbert Niederkofler e Massimo Bottura, tutti con tre stelle. Il programma prevede due grandi cene evento, curate dagli chef già citati, con menù a 350 euro, una al Museo dell'Automobile e l'altra, già sold out, al Museo del Cinema; poi tredici cene nelle piole torinesi al prezzo fisso di 25 euro, con un fil

Torino sulla copertina di Abitare di aprile con un progetto di Officina8A

Torino sulla copertina del numero di aprile di Abitare, con un progetto davvero bello, un appartamento in un edificio ottocentesco di piazza Solferino, ristrutturato dallo studio torinese Officina8A. Approfittando delle altezze, gli architetti hanno realizzato un soppalco su due terzi della superficie, ottenendo così una sorta di appartamento superiore (i soppalchi sono comunicanti tra di loro, attraverso arcotti aperti). Gli affreschi recuperati sui soffitti, i materiali scelti per il soppalco, l'interior design, basato su una palette di colori molto sobria, con citazioni molto torinesi, rendono le atmosfere fascinosissime. Me ne sono innamorata vedendo le foto e quando l'architetto Bernardo Ascanio Rossetti mi ha rivelato che su uno dei soppalchi avevano immaginato un giardino interno sospeso, ha vinto tutto. Non vi racconto niente di più, trovate tutto su Abitare, illustrato con foto molto belle di Sabrina Gazzola


Per me una bellissima soddisfazione: un mio articolo in copertina mi rende felice, ma vedere Torino in copertina, quando si parla di architettura, non ha prezzo



Commenti