Parigi era viva, che bella mostra al Museo Accorsi-Ometto!

Al Museo Accorsi-Ometto, che si visita sempre meno di quanto si dovrebbe, ha appena aperto una mostra che è una delle belle sorprese dell'autunno torinese. Si intitola Parigi era viva  e offre un bel percorso nella pittura di Giorgio de Chirico, Alberto Savinio, Massimo Campigli, Filippo de Pisis, René Paresce, Gino Severini, Mario Tozzi ovvero degli Italiens de Paris , che tra il 1928 e il 1933 hanno indicato la direzione della pittura italiana del Novecento. Curioso pensare che sia stata Parigi a cambiare il destino della pittura italiana novecentesca, ma cosa non ha fatto e quali influenze non ha esercitato la capitale francese nella prima parte del XX secolo sulla cultura europea? I sette italiani erano arrivati a Parigi in tempi diversi, ma in qualche modo si incrociarono proprio in quel quinquennio che la mostra torinese indaga, restituendo, come racconta il comunicato stampa, "il clima artistico, propositivo, dialogante e provocatorio, di un crocevia spazio-tempora

L'idea di Somewhere: il turismo esperienziale arriva a casa. Con Alberto Marchetti

In attesa di riprendere i suoi tour, alla scoperta della Torino più misteriosa e inconsueta o della città delle eccellenze enogastronomiche, Somewhere Tour propone uno dei più originali format tra reale e virtuale che si siano visti in questi giorni di isolamento.

Non essendo ancora possibili i tour esperienziali, ovvero quelli in cui i partecipanti possono vivere vere e proprie esperienze, oltre che visitare luoghi della città, da Somewhere si sono detti: e perché "se i turisti e i visitatori non possono venire con noi a scoprire le eccellenze dell'enogastronomia piemontese, non siamo noi a portarle da loro, in modo nuovo?" Il turismo esperienziale della Fase 2, insomma. 


Il 22 maggio 2020, alle ore 21, potrete così partecipare alla prima serata di turismo esperienziale direttamente sul vostro divano, grazie alla collaborazione tra Somewhere e Alberto Marchetti, il primo marchio dell'eccellenza torinese ad aver detto sì al progetto. Il funzionamento dell'evento è davvero semplice: da casa loro, i partecipanti godranno di un incontro in esclusiva con Alberto Marchetti, che, in diretta dal proprio sito, racconterà loro la propria storia e preparerà uno dei suoi gelati più apprezzati; nel frattempo, ascoltando e partecipando alla visita offerta da Marchetti, anche con eventuali domande, i "visitatori" gusteranno il suo gelato, arrivato a casa loro una decina di minuti prima dell'inizio della diretta! Praticamente, una visita speciale con tanto di degustazione, rimanendo seduti sul proprio divano! E alla fine della serata, un regalo del gelataio torinese: il Gioco del Gelato, nuovo gioco da tavolo in cui "ricettario alla mano, vince ci riesce ad accontentare meglio i clienti preparando i loro gusti preferiti".

Bella idea, vero? Attenzione però perché i partecipanti saranno solo 12 (non per niente si tratta di un incontro esclusivo!), pertanto prima ci si iscrive meglio è. Le prenotazioni vanno fatte all'email booking@somewhere.it o al numero di telefono tel 011 6680580; il costo della serata è 30 euro; la diretta con Alberto Marchetti sarà al link www.albertomarchetti.it/prodotto/somewhere.

Il format è originale e divertente e potrebbe diventare anche "fisico". La prossima eccellenza piemontese protagonista dell'incontro esclusivo, anticipa a Rotta su Torino Laura Audi, direttore tecnico di Somewhere, sarà Cantine Balbiano, che in diretta dalla vigna di Villa della Regina guiderà una degustazione alla Freisa lì prodotta, mentre i "visitatori" si godranno un bicchiere di vino. Somewhere e Cantine Balbiano non sanno ancora se l'evento si terrà in Vigna o con i partecipanti ancora a casa loro, si stabilirà nei prossimi giorni, non appena saranno chiare le misure di sicurezza e di distanziamento previste per giugno. Anche l'incontro con Balbiano prevede un regalo finale, una delle bottiglie numerate del vino prodotto nella Vigna di Villa della Regina.

La creatività della Torino che davvero non si ferma



Commenti