La Festa di San Giovanni 2020 unisce Torino, Genova e Firenze

Il covid-19 e le sue restrizioni hanno portato a una Festa di San Giovanni davvero speciale e originale. Il 24 giugno 2020, Torino, Genova e Firenze, che hanno lo stesso patrono, celebreranno insieme la festa, in una piazza comune, ovviamente virtuale, in diretta dalle ore 21 circa, su Rai Premium, su www.raiplay.it e sulla piattaforma digitale www.sangiovannix3.it.

Mole Antonelliana
La Mole Antonelliana - Museo Nazionale del Cinema (foto di Michele D'Ottavio)

"Gli elementi centrali del palinsesto, cultura e festa, saranno accompagnati da innovazione e tecnologia per tutta la durata dello spettacolo" anticipa il comunicato stampa diffuso dal Comune di Torino "Le città metteranno in scena uno spettacolo comune per regalare due ore di emozioni, cultura, musica, intrattenimento e contenuti innovativi". Tutto partirà dalla Mole Antonelliana, dove ci sarà la regia dello spettacolo, firmato da Duccio Forzano. All'interno del Museo del Cinema, ospitato nella Mole Antonelliana, "si susseguiranno una serie di performance tra cui un'imponente coreografia composta da circa 200 droni che danzeranno, per la prima volta indoor, interagendo con gli artisti di Zebra, compagnia di danza contemporanea guidata dalla coreografa Silvia Gribaudi (produzione originale realizzata grazie al sostegno di Torinodanza Festival / Teatro Stabile di Torino – Teatro Nazionale). Un autentico record mondiale sia per il numero dei droni impiegati, sia per l'interazione con i ballerini, a dimostrazione che anche in un periodo di evidenti limitazioni si possono organizzare iniziative straordinarie". Tra le tre città, anche numerosi ospiti: Luciana Littizzetto, Niccolò Fabi, Eugenio in Via di Gioia, Guido Catalano, Suor Cristina e l'orchestra del Teatro Regio a Torino; Maurizio Lastrico, Pippo Lamberti, Alfa, Vittorio Descalzi e l’orchestra del Teatro Carlo Felice a Genova; Carlo Conti, Irene Grandi, Piefrancesco Favino, Diodato e Zubin Mehta a Firenze.

Se la Mole Antonelliana, con la chiesa Gran Madre di Dio, sarà la sede degli eventi, a Genova lo saranno i Palazzi dei Rolli, antiche dimore dell'aristocrazia locale, patrimonio UNESCO, e il teatro Carlo Felic, mentre a Firenze lo saranno il Salone dei 500 di Palazzo Vecchio e il Museo Bardini. Molta musica, classica e contemporanea, celebrerà le tre città e il loro santo patrono, con il Teatro Regio, il Carlo Felice e il Maggio Musicale sedi di piccoli concerti, conversazioni e incontri. Da non perdere, oltre allo spettacolo dei droni nella Mole, anche il corteo del Calcio Storico e degli sbandieratori, che omaggeranno il personale sanitario, della Protezione civile e del volontariato in piazza Santa Croce. Sarà un San Giovanni senza falò per Torino e per Genova e senza fochi per Firenze, ma sarà, come lo ha definito il sindaco di Firenze Dario Nardella "un grande spettacolo corale che vede per la prima volta unite tre grandi città italiane, i loro simboli universali e alcuni dei loro protagonisti in un palinsesto davvero unico".

Oltre alla Festa comune, anche un programma locale, che a Torino parte il 23 giugno, eccolo:

23 giugno 2020
ore 19.00 - cortile di Palazzo Civico
Benedizione e consegna e dei Pani della Carità alla Sindaca Chiara Appendino
Come tradizione vuole, nell'imminenza della festa di San Giovanni, Gianduja e Giacometta della Famija Turineisa portano in dono alle autorità cittadine e regionali il pane di San Giovanni. Viene offerto in segno di buon auspicio rispetto alle decisioni che devono essere assunte nel governo della Città.
A seguire
Premiazione tesi di laurea su Torino
Il professore Giovanni Vecchione Presidente 'Premio tesi di laurea su Torino' consegnerà il premio alla vincitrice. Alla cerimonia sarà presente la Banda della Polizia Municipale in formazione ridotta
ore 20.00 – Palazzo Madama, Museo Civico d'Arte Antica
Rintocchi di festa
La campana barocca voluta dal duca Carlo Emanuele II di Savoia tornerà a suonare e a celebrare la festa del patrono della città con solenni e gioiosi rintocchi dalla torre di sud-est di Palazzo Madama. La campana, in bronzo, intonata sulla nota MI, suonerà una sequenza di 24, 6 e 20 rintocchi per festeggiare la data del 24 giugno 2020 e commemorare i 350 anni dalla sua realizzazione, avvenuta nel 1670 per mano del fonditore francese Simon Boucheron. Il concerto è realizzato in collaborazione con l'associazione CampaneTo.
dalle ore 21.30 – streaming di 60 minuti di musica sui siti dei club aderenti all'iniziativa e sulle pagine Facebook di TorinoGiovani e di TorinoCreativa
WCHIBALLA
progetto patrocinato dalla Città di Torino realizzato dal Comitato Promotore di Art&Club Commission Torino. Una sintesi della creatività dei più noti e amati dj's della città incorniciati all’interno dei club più significativi di Torino

24 giugno 2020
ore 10.30
Messa solenne in Duomo
ore 12.15 - Palazzo Civico - Sala del Consiglio Comunale
Cerimonia di nomina di sette Ambasciatori delle eccellenze di Torino e del suo territorio
Personalità che si sono distinte per le loro esperienze umane e professionali e che, a livello nazionale e internazionale, sono espressione di alte capacità imprenditoriali, di cultura, creatività, solidarietà e impegno nel campo del sociale e della giustizia. Gli ambasciatori nominati sono: Maria Lodovica Gullino, Patrizia Sandretto Re Rebaudengo, Paolo Pininfarina, Lorenzo Sonego, Sergio Momo, Ernesto Olivero e don Luigi Ciotti
ore 21.00/23.30
La Notte di San Giovanni in diretta tv
La parte torinese dello spettacolo prevede anche la performance del chitarrista Jacopo Mastrangelo; l'esecuzione dell'orchestra del Teatro Regio; la presenza di Suor Cristina; l'omaggio del Maestro Bacchetti a Ezio Bosso; l'intervento del poeta Guido Catalano; la passeggiata di San Giovanni al Museo Egizio del Direttore Christian Greco, il commento di Alessandro Barbero su Torino Magica, il racconto del Maestro Bruno Santori insieme alla testimonianza del Professor Curnis. La serata terminerà con il dj set di Ema Stockholma, prima in diretta tv, successivamente in streaming sulla pagina facebook della Città di Torino


Commenti