Riaprono i Musei della Direzione Regionale Musei del Piemonte

l primo weekend di luglio porta con sé la riapertura dei palazzi e castelli della Direzione Regionale Musei del Piemonte. Dal 3 luglio riapriranno le porte Palazzo Carignano e Villa della Regina, a Torino, il Castello di Moncalieri e il Castello di Agliè, in provincia di Torino, e il Forte di Gavi, in provincia di Alessandria. Dal 4 luglio saranno di nuovo visitabili l'Abbazia di Vezzolano, ad Albugnano, in provincia di Asti, e i Castelli di Racconigi e di Serralunga d'Alba, in provincia di Cuneo. Riaprono luoghi dotati in larga parte di giardini e parchi, che nella stagione dalle temperature più alte sono particolarmente apprezzati, riapre il Castello di Agliè, di nuovo di grande attualità con il ritorno in tv di Elisa di Rivombrosa, la serie con Alessandro Preziosi e Vittoria Puccini che gli ha regalato grande popolarità.

Palazzo Carignano Villa della Regina
Palazzo Carignano (sin) e Villa della Regina (des),
le Residenze Sabaude torinesi che riaprono il 3 luglio 2020

Le due grandi novità da segnalare sono il ritorno degli Appartamenti Reali del Castello di Moncalieri, grazie a un accordo di valorizzazione raggiunto con l'Arma dei Carabinieri, attraverso il colonnello Stefano Fernando Russo, Comandante del 1° Reggimento Carabinieri Piemonte, e la riapertura del primo anello del Parco del Castello di Racconigi, anch'esso dopo una lunga chiusura. Un regalo ulteriore nel post-pandemia che permette di valorizzare uno dei parchi più belli del Piemonte, (dopo la visita al Castello, regalatevi una passeggiata sotto i percorsi frondosi del Parco di Racconigi, vale davvero la pena!) e uno degli Appartamenti Reali di maggiore significato emotivo (a Moncalieri Vittorio Emanuele II e Maria Adelaide vissero la loro vita coniugale, arredando secondo il proprio gusto gli appartamenti, qui furono cresciuti i loro figli e qui tornò la primogenita, Maria Clotilde, dopo l'infelice matrimonio francese).

La post-pandemia richiede particolari misure di sicurezza, con nuovi giorni e orari di apertura, che, spiega il comunicato stampa, "privilegiano per lo più la seconda parte della settimana e in particolare il weekend. La priorità di mantenere le distanze interpersonali è all'origine della strategia adottata, con ingressi contingentati in piccoli gruppi e obbligo di prenotazione". Obbligatorio l'uso della mascherina per tutti i visitatori, che saranno inoltre sottoposti alla misurazione della temperatura corporea prima dell'ingresso; ci saranno anche tutte le segnalazioni per i percorsi da seguire, in modo da mantenere il distanziamento richiesto per evitare il contagio. 

Tutte le info sugli orari e i biglietti su polomusealepiemonte.beniculturali.it.


Commenti