Il Festival 900 G-Days al Polo del '900

Tre giorni di poesia, arte e cultura al Polo del 900, con il Festival 900 G-Days, organizzato da 900 Giovani e curato dal Centro Studi Piero Gobetti, dall'11 al 13 settembre 2020. Il post-vacanze riprende anche così, con questa manifestazione che condivide bellezza e inquietudini.

Festival 900 G Days

Si inizia venerdì 11 settembre alle ore 10-30 con Let's talk, chiacchierata su presente e futuro del mondo della cultura, tra Alessandro Bollo, direttore del Polo del '900, Bertram Niessen, direttore di cheFare - agenzia per la trasformazione culturale, Eugenio Cesaro, frontman degli Eugenio in Via Di Gioia e lo street artist Rebor. Alle ore 15.30, nella Portineria di Comunità di Porta Palazzo, il Trash Challenge, una raccolta di rifiuti a squadre in collaborazione con Fridays For Future Torino. Alle ore 16, di nuovo al Polo del '900, l'inaugurazione dell'installazione VR 12 Years, un "viaggio virtuale nei fondali oceanici in un futuro distopico abitato da specie marine bioniche", spiega il comunicato stampa. La giornata si conclude alle ore 19.30, con l'inaugurazione della mostra fotografica ContrasTO - La città che cambia, dedicata alle immagini della Torino di ieri e di oggi; subito dopo, il concerto delle band torinesi Tamè e FratelliSlip, "a ritmo di pop-rock e soul".

La seconda giornata, il 12 settembre 2020, inizia alle ore 9.30 con OCA, "workshop di teatro sociale sul tema discriminazioni e disuguaglianze, curato da Social Community Theatre". Nel pomeriggio, dalle ore 14.30, il workshop si intitola Time in consolle ed è curato da Radio Banda Larga. L'aperitivo delle ore 18.30 è a base di cibi tradizionali con i musicisti busker, mentre alle ore 21.30 toccherà alla musica elettronica del poeta e performer Nicolas Cunial e al DJ set del duo melodic techno Nova Swing.

L'ultima giornata, il 13 settembre, dopo due workshop sul benessere, proporrà, alle ore 11.30, alla Portineria di Comunità, la chiacchierata Mastermind, su memoria e tempo, con il mnemonista Vanni De Luca e il docente Alessandro de Concini sul tema memoria e tempo. Alle ore 12.30, una caccia al tesoro con libri, con la partecipazione di Davide Mazzocco, autore di Cronofagia. Come il capitalismo depreda il nostro tempo. Chiusura del Festival per mano del duo del Concertino dal Balconcino, che stavolta non si esibisce dal balconcino di via dei Mercanti, ma nel cortile del Polo del 900, alle ore 16.30.

Tutti gli eventi sono gratuiti e si tengono al Polo del 900, in via del Carmine 14, o nella Portineria di Comunità di piazza della Repubblica 1f, come indicato nell'articolo; per questioni di sicurezza, è obbligatoria la prenotazione, al sito www.polodel900.it, cliccando sull'evento che interessa. Per agevolare i controlli e le misure di sicurezza, ricordano dal Polo del '900, è meglio arrivare con 30 minuti di anticipo: mascherina obbligatoria negli spazi comuni e misurazione di temperatura all'ingresso. Tutte le info, al link già indicato.


Commenti