Torna il delivery: i Millennium di Affini, i menù del Pastificio Bolognese e dell'Osteria Bacalhau

Ci sono iniziative torinesi nate qualche mese fa e presentate in questi giorni, con la minaccia di chiusura di tutte le attività a causa del coronavirus. Anche per questo il loro arrivo merita di essere segnalato, come una manifestazione di chi non rinuncia ad avere idee e a lanciare nuove proposte per godere delle cose belle.

Torino

Da Affini arrivano dodici drink a numero limitato, solo 100, lanciati ogni due settimane, con altrettanti bicchieri personalizzati, da collezionare per rendere omaggio ai protagonisti del primo decennio del XXI secolo. E, visto che manca niente alle elezioni presidenziali degli Stati Uniti, si parte il 2 novembre, con l'omaggio al Presidente che ha dominato politica e immaginario di questo scorcio di secolo, l'Obama-Mama. Il progetto spiega il comunicato stampa, intende "raccontare un decennio importante, ricco di personaggi–icona, di nuovi stili di vita e nuove mode. Una vera e propria experience, per reagire alla crisi attuale dovuta a Covid-19 e alle nuove restrizioni, regalando un sorriso attraverso sapori mixati, la voglia di giocare con la fantasia e la riscoperta in chiave drink di uomini e donne che hanno fatto la Storia" come spiega il comunicato stampa. I dodici drink si ispirano a cocktail classici per poi reinventarli e arrivare a creazioni nuove e innovative. L'Obama-Mama, il primo cocktail, per esempio, è un "esotico mix di rum, banana e cacao, omaggio alle origini hawaiane del Presidente Obama, da gustare la domenica pomeriggio, immaginando il mare, al pensiero "Yes, weekend!"" (ok, lo confesso che quest'ultima battuta, da astemia senza rimpianti, mi ha convinto da sola a scrivere di questo progetto).

Per gustare i nuovi cocktail, due modi: da Affini Porta Palazzo Riv.2, in Piazza della Repubblica 3 (orario 8-18) oppure, date le attuali restrizioni per evitare il contagio, la formula take away insieme al bicchiere personalizzato. E, a proposito delle attuali limitazioni, Affini fa sapere che in questo periodo terrà aperto solo il locale di Porta Palazzo "con le sue colazioni, i suoi pranzi e gli aperitivi “anticipati”. Una decisione nata per concentrare bene le forze e garantire una proposta di alta qualità nonostante le difficoltà".

Non cede al coronavirus neanche il Pastificio Bolognese Muzzarelli (del resto è rimasto attivissimo anche durante la quarantena della scorsa primavera), che dai suoi laboratori di via San Secondo 69 lancia per le tavole d'inverno i Caciaroni e i Ravioli di porchetta di Ariccia IGP. I primi nascono dall'idea di caciara familiare, chiasso e risate, senza dimenticare che "la caciara era anche il luogo dove trovavano ricovero i buonissimi formaggi ricavati dal latte di pecora". Da qui i tondelli ripieni di ricotta fresca di pecora e pecorino romano DOP, "ovvero lo splendido profumo e sapore del "cacio&pepe" racchiuso all'interno di un raviolo. I Ravioli di porchetta di Ariccia IGP ripieno sono nati da un'idea di Achille Muzzarelli, padre di Cristina e Laura, le magnifiche padrone di casa del Pastificio, e dell'amico Franco Albano, ristoratore della Torino degli anni '80. "Cristina e Laura insieme a Alessandro Albano di Ariccia Food Prodotti Tipici Romani hanno così realizzato un ripieno ricco dei profumi romani tutti racchiusi all'interno di un raviolo".

Ai due nuovi prodotti, il Pastificio Bolognese Muzzarelli aggiunge anche un Menù speciale per Halloween, con la zucca grande protagonista: i Mantovani di zucca con granella di amaretti e mostarda di Cremona e parmigiano reggiano, i ravioli neri ripieni di filetti di platessa e patate cotti al forno con le erbette, gli gnocchi di patate viola, gli gnocchi di zucca lavorati con la zucca zuccherina, e i tagliolini neri e i riccioli neri, entrambi lavorazioni realizzate con il nero di seppia.

E in questi tempi di restrizioni, gli acquisti nel negozio di via San Secondo sono potenziati dal servizio di consegna a domicilio non solo a Torino, ma anche nei suoi dintorni: tutti i mercoledì mattina a Collegno e Pinerolo; tutti i mercoledì pomeriggio a Moncalieri e Cavoretto; tutti i giovedì mattina a San Mauro, Settimo T.se, Pino T.se, Pecetto e Chieri; tutti i venerdì e martedì pomeriggio a Venaria. Usare questo servizio è facile: basta scegliere la pasta fresca, i sughi e i prodotti della gastronomia su www.pastificiobolognese.it, chiamare lo 011 591360 entro le 18.30 e ordinare una spesa minima di 30 euro; la consegna, nelle 24 ore successive in Torino o nei giorni indicati fuori città.

Offre la consegna a domicilio anche la Bacalhau Osteria, che, da corso Regina Margherita 22, propone una cucina tutta a base di baccalà e merluzzo. Il pranzo continua a essere servito in sede, "nel rispetto delle norme anti-covid con l'introduzione nel locale di pannelli di acciaio plexi e l'igienizzazione costante degli spazi con la lampada a pannello U-vir-LED 21 della 21 Equipment Wellness Company per garantire una massima sicurezza" spiega lo chef e proprietario Fabio Montagna. Per la cena, due possibilità, la consegna a domicilio, gratuita con ordine minimo di 30 euro, dalle ore 20 alle 21.30 su Torino, oppure il servizio d'asporto, con uno sconto del 10% per chi ritira la propria ordinazione in corso Regina Margherita 22. Oltre ai piatti in menù, che si ispirano alle tradizioni italiana e portoghese (da provare le proposte autunnali come il carpaccio di baccalà in salsa tonnata, gli gnocchi di patata viola, zucca, baccalà e amaretto, i ravioli di zucca e amaretto con baccalà, al burro d’alpeggio e salvia, il trancio di baccalà con crema di zucca e polvere di olive taggiasche), due belle novità: ogni giovedì, un vero aperitivo portoghese, "composto da 5 petiscos e la birra portoghese Super Bock a 20 euro"; al sabato sera, "il menu Portogallo 360 è una full immersion nei sapori della terra portoghese. Ordinando Portogallo 360 si inizia con un aperitivo a base di due petiscos per poi cenare con due piatti e concludere con la pastel de nata, il tutto accompagnato dalla birra portoghese Super Bock a 45 euro a persona". Con l'ordine minimo di due menù, la birra può essere sostituita con una bottiglia di Vinho Verde portoghese".

Le prenotazioni, sia per l'asporto che per il delivery (consegna a domicilio), su www.bacalhau.it, nella sezione "A casa tua"; per il pranzo bisogna prenotare almeno il giorno precedente alla consegna, per la cena entro le ore 14 del giorno della consegna, il tutto anche al numero di telefono 011 8397975.


Commenti