Un menù autunnale a filiera cortissima e autoprodotta, la svolta di Affini

Un menù autunnale che è risultato di un progetto bello e ambizioso, pensato avendo l'Agenda 2030 dell'ONU come direzione. Il Gruppo Affini svolta verso il controllo della filiera produttiva, sempre più corta, così da rispondere in modo concreto alle esigenze di sostenibilità, più urgenti da dopo il lockdown. Da Green Pea, dove il suo terzo locale (gli altri due sono a San Salvario ea Porta Palazzo) sta per festeggiare un anno di apertura, Davide Pinto spiega come il periodo di chiusura sia stato utilizzato per lo studio e le sperimentazioni: "Il delivery ci ha annoiato subito, sapevamo che non era la nostra soluzione" ha spiegato. Così, durante la pausa delle attività, insieme al suo team, (l'aromatiere e distillatore Alfedo La Cava e il bar manager Michele Marzella in primis ), si è dedicato alla ricerca di nuovi metodi di produzione, con cui sono arrivate anche nuove collaborazioni. Artigiani Gentili , questo il nome del progetto, ha una parte legata alle

Black Friday (originale) tra i marchi (e negozi) torinesi della moda

Black Friday di prossimità, come invita una recente campagna della Camera di Commercio di Torino, #comprasottocasa, per sostenere le piccole attività, le botteghe e gli artigiani in questo periodo eccezionale. E in questo Venerdì Nero di affari da non perdere vi propongo alcuni marchi torinesi che si muovono nel mondo della moda, come creativi e come venditori.

Uno dei miei prediletti, chi legge Rotta su Torino con una certa continuità lo sa, è l'Atelier Beaumont di Paola Benedetta Cerruti, che, fa sapere nella sua newsletter, sta lavorando alla nuova collezione. Nessun Black Friday, ma uno sconto del 50% su tutti gli abiti presenti nella sua vetrina su Facebook; vestiti iperfemminili, come nella tradizione dell'Atelier, che vestono il corpo femminile e si distinguono per l'elegante sensualità, rendendo ogni donna affascinante e sicura di sé (il potere di un abito ben fatto, chicas!). Per ogni vestito, una breve scheda con le taglie disponibili e il materiale in cui è realizzato, oltre che il prezzo. L'Atelier continua a realizzare per i clienti mascherine per proteggersi dal coronavirus, attività che aveva già iniziato durante il primo lockdown, fornendole gratuitamente al personale sanitario coinvolto nell'emergenza del contagio.

Atelier Beaumont Born in Berlin

Black Friday originale anche da Born in Berlin, che premierà gli acquisti non con sconti eccezionali, ma con regali pensati per questo periodo. Per ogni acquisto superiore ai 150 euro, si riceverà infatti in omaggio una tuta firmata Born in Berlin, che sarà poi in vendita prossimamente nella collezione; la tuta, spiega la newsletter del marchio italo-tedesco, è stata realizzata "pensando a quante persone sono bloccate in casa per smart working o quarantene, ci piace l'idea che anche per questa situazione ci sia un capo born". Per gli acquisti inferiori ai 150 euro, un regalo sempre firmato Born in Berlin: una serie di nuove mascherine della collezione  j'accuse numerate. Info e acquisti su www.borninberlin.com.

Jamais sans toi Moi.To

Più tradizionale il Venerdì Nero di Moi.To, vivacissimo negozio di Micaela e Ylenia, che guarda con attenzione alle giovani thirty and something e che però con le sue proposte riesce a raggiungere tutte le fasce d'età (si è ragazze dentro dai 15 ai 100 anni, e guai a chi non ci crede!). Nell'e-shop, collezioni e idee, nel profilo Instagram, novità e tutti gli sconti pensati per il 27 novembre (ma non perdetelo di vista perché Ylenia e Micaela rinnovano continuamente le loro proposte, anche di sconti). Un altro e-shop che vale la pena visitare oggi è quello di Jamais sans toi: su Instagram il codice per lo sconto del 20% sui gioielli impreziositi dalle sfere di ceramica, elemento irrinunciabile nelle collezioni del marchio torinese; l'e-shop per gli acquisti è shop.jamaissanstoi.it/.


Commenti