I vincitori del Photo Contest La Venaria Reale 2021

La IV edizione del Photo Contest La Venaria Reale, che permette agli iscritti di muoversi nella Reggia e nel suo complesso (e quest'anno anche nell'adiacente Castello della Mandria) con poche limitazioni, per fotografare i suoi luoghi secondo la propria sensibilità e i propri gusti, è stata un successo. I 200 posti sono stati raggiunti in solo 39 secondi dall'apertura delle iscrizioni, per darvi un'idea di quanto la manifestazione sia ormai un punto fermo per gli appassionati e quanto fotografare la residenza sabauda sia un obiettivo ambito. Le foto vincitrici del 1° Premio del concorso (sin) e del 2°, firmte rispettivamente da Riccardo Bussano e Luca Prin Svoltasi tra giugno e luglio, la competizione ha adesso i suoi vincitori, che si sono aggiudicati premi per un valore totale di 2000 euro (e finalmente si parla di premi in denaro). La Giuria, composta da Guido Curto, Direttore Consorzio delle Residenze Reali Sabaude, in qualità di esperto di museologia, Massimo

Il Festival del Giornalismo Alimentare 2021 si sposta a settembre

[AGGIORNAMENTO il Festival del Giornalismo Alimentare è stato spostato all'autunno, dal 23 al 25 settembre 2021]
Anche il Festival del Giornalismo Alimentare, come già la Biennale della Democrazia, lascia i primi mesi dell'anno e per l'edizione 2021 sceglie la tarda primavera. Il 17, 18, 19 giugno sono le date scelte e appena comunicate: una decisione obbligata, dato "l'andamento della curva pandemica e l'avvio della grande campagna di vaccinazione" spiega nel suo sito web.

Il filo conduttore della prossima edizione sarà Il mondo nuovo dopo la pandemia. Come cambierà l'informazione enogastronomica? Quali le trasformazioni che la pandemia ha portato con sé? Quali investimenti per le aziende e i professionisti del settore alimentare? Un nuovo mondo che si sta preparando e che il Festival intende raccontare perché, spiega il direttore Massimiliano Borgia, "nulla sarà come prima. Così come il nostro lavoro di giornalisti non sarà più come prima. In fin dei conti, il Covid sta spazzando definitivamente via il '900 e ci lancia brutalmente nel nuovo secolo".

Per il direttore, dopo la pandemia "cambierà il modo di vendere e somministrare il cibo e le bevande. Cambieranno i luoghi del pasto. Cambieranno le esigenze e le opportunità di comunicazione delle aziende. Esploderà la nostra richiesta di sicurezza e salute alimentare, di qualità del cibo. Saremo attenti, come non mai, all'igiene, all'equilibrio nutrizionale dei cibi. Saremo più esigenti con la qualità della vita: abbiamo toccato con mano ancora una volta come, anche nella modernità, siano importanti le relazioni. Abbiamo voglia di un ambiente di vita che ci aiuti a prevenire".

E cambierà inevitabilmente il rapporto con l'informazione. Un momento appassionante per chi si occupa di comunicazione, che il Festival del Giornalismo Alimentare racconterà nella prossima edizione. Tutti gli aggiornamenti, fino ad allora, su www.festivalgiornalismoalimentare.it/ e su https://www.facebook.com/foodjournalismfest.


Commenti