Terminati i restauri, l'Altare della Cappella della Sindone presto nel percorso dei Musei Reali

Non si potrà vedere fino alla riapertura dei Musei, ma la notizia è bella lo stesso: la Cappella della Sindone torna al suo antico splendore, dopo il devastante incendio dell'11 aprile 1997, con la restituzione dell'altare di Antonio Bertola, al centro della sala progettata da Guarino Guarini e sovrastata da una delle cupole più belle del barocco europeo. I restauri, realizzati grazie al finanziamento del Ministero della Cultura - progetti Art Bonus 2018, della Fondazione Compagnia di San Paolo e della raccolta 1997 della Fondazione La Stampa-Specchio dei Tempi, sono terminati. Affidati al Consorzio San Luca di Torino, completano e concludono la restituzione di questa grandiosa opera d'arte a Torino. "Sono state restaurate e integrate le parti lapidee e quelle lignee, e ricollocati nella loro posizione originaria gli apparati decorativi scultorei, scampati all’incendio in quanto ricoverati nell’attigua Sacrestia. In ultimo, sono stati ricollocati gli arredi sacri. A completamento, si sono ricostruite anche le balaustre in legno dorato dei tre coretti della Cappella, anch’esse completamente distrutte dall’incendio" anticipa il comunicato stampa.

Altare Sindone

L'altare fu progettato da Antonio Bertola per accogliere il Sacro Lenzuolo, conservato in un'urna dal 1694 al 1993; ha due fronti, uno rivolto verso il Palazzo Reale e l'altro verso la Cattedrale (non dimentichiamo che fu cappella privata dei Savoia e che comunicava sia con il Palazzo che con il Duomo); è in marmo nero di Frabosa, con decorazioni e sculture in legno dorato. "Benchè non si conoscano i disegni di questo progetto, è molto probabile che la struttura rifletta il pensiero scenografico di Guarino Guarini, che precedeva l’inquadramento al centro della loggia che si affaccia sul duomo, come fulcro prospettico per chi, dalla navata, volge lo sguardo verso il Palazzo Reale" riflette ancora il comunicato stampa.

Altare Sindone

La Cappella sarà aperta al pubblico non appena riapriranno i Musei Reali, adesso chiusi perché Torino è in zona rossa. Alla sua riapertura, ci sarà un'app gratuita, che renderà la visita più coinvolgente, grazie alla Realtà Aumentata, e che fornirà tutte le informazioni sul restauro della Cappella e dell'Altare. Realizzata con la collaborazione di Ribes Solutions e Visivalab, è stata promossa dalla Consulta per la Valorizzazione dei Beni Artistici e Culturali di Torino. In attesa della riapertura, dal 31 marzo al 7 aprile 2021, l'altare restaurato sarà eccezionalmente visibile dal Duomo, grazie all'apertura della grande finestra della Cappella, che si affaccia sul tempio.


Commenti