Le cupole della chiesa di San Lorenzo e della Moschea di Córdoba, misteri di archi e luce

La chiesa di San Lorenzo custodisce una delle cupole più belle di Torino, la più bella, si potrebbe definire, insieme alla "sorella", la cupola della Cappella della Sindone, non a caso dello stesso architetto, Guarino Guarini. Di lei si sa tutto o quasi da un punto di vista statico, sono meno chiare le influenze culturali, che ispirarono il frate teatino: cosa gli ispirò l'idea di una cupola formata da otto archi intersecantisi, a formare una stella a otto punte e un ottagono su cui impostare la lanterna? Le influenze culturali sono una delle parti più interessanti dell'architettura, che non si limita a metterci un tetto sulla testa, ma è prodotto di idee, tradizioni, contaminazioni e racconta anche il modo di vivere e di pensare, i valori di una società.  La cupola della chiesa di San Lorenzo a Torino (sin), la cupola sul mihrab delal Mezquita di  Córdoba (des) entrambe le foto, da Wikipedia Una delle ispirazioni più chiare di San Lorenzo è la cupola della maqsura

Vita Supernova, per il primo Salone del Libro post-pandemia, a ottobre

Il Salone del Libro di Torino ha lasciato maggio per l'autunno e si terrà al Lingotto Fiere dal 14 al 18 ottobre 2021, per ragioni già note, con lo stesso entusiasmo travolgente e lo stesso brio che Nicola Lagioia ha portato alla kermesse con la sua direzione. Vita Supernova è il filo conduttore della XXXIII edizione e ha un sapore dantesco, nel settecentesimo anniversario della morte del grande fiorentino. "La supernova è un'esplosione stellare di enorme potenza: con la sua luce può illuminare ciò che altrimenti resterebbe al buio, ma la sua energia ha anche una forza distruttiva. Come sarà il pianeta con cui stiamo ricominciando a prendere confidenza dopo un periodo che fino a pochi anni fa sarebbe stato inimmaginabile? Saremo capaci di sciogliere tutta una serie di nodi, remoti e recenti, o ci troveremo di fronte a una moltiplicazione di nuovi problemi?" si chiede il comunicato stampa, che aggiunge altre domande, lasciate dal covid-19: "Cosa ci è successo? Cosa sta davvero accadendo al nostro mondo interiore? Come cambiano i rapporti tra di noi?"

Salone del Libro 2021

Per analizzare i cambiamenti che questo straordinario e inimmaginabile anno e mezzo ci lascia, il Salone ospiterà alcuni degli scrittori e intellettuali più amati e apprezzati. André Aciman presenterà Mariana, Stefania Auci chiuderà il cerchio iniziato al Salone 2019, dove ha lanciato la fortunata saga dei Florio, gli spagnoli Javier Cercas e Alicia Giménez-Bartlett presenteranno i loro ultimi romanzi, rispettivamente Indipendenza e Autobiografia di Petra Delicado, l'argentino Alan Pauls porterà La metà fantasma, la francese Valérie Perrin parlerà di Tre, lo statunitense David Quammen, uno de più importanti divulgatori di scienza, racconterà Spillover, in attesa del suo nuovo libro sul Covid-19. E poi ancora Carlo Verone, la turca Ece Temelkurane, Jeff Kinney.

Tra le collaborazioni nuove e confermate, ci sono quella con la Biennale Democrazia, con Lucca Comics & Games, con la Fondazione Teatro Stabile di Torino, la Fondazione Collegio Carlo Alberto, La Milanesiana; eventi culturali di diversa declinazione, che mostrano quanto il Salone si muova in ambiti diversi e quanto i libri, la letteratura, coinvolgano tutti gli aspetti della nostra vita.

Il manifesto del Salone 2021 è firmato da Elisa Seitzinger, illustratrice, artista visiva e docente di morfologia e dinamica della forma all'Istituto Europeo di Design di Torino. "Ho ideato un'immagine con l'intento di trasmettere la sensazione dell'energia propagata da una stella che esplode" commenta Elisa Seitzinger "una supernova, cavalcata da Artemide, dea della luce lunare e personificazione dello spirito femminile indipendente e guerriero, che ci guida e propaga contenuti culturali attraverso una delle sue più antiche forme di diffusione: il libro. Il dito indice, vessillo della dea, omaggio alle illustrazioni di John Alcorn, è un monito a superare quello che è stato, guardare avanti e tornare a scommettere sul futuro". E anche questo è un bel modo di immaginare il futuro del post-pandemia.

Tutte le info e gli aggiornamenti sul Salone del Libro di Torino su salonelibro.it.


Commenti