Le cupole della chiesa di San Lorenzo e della Moschea di Córdoba, misteri di archi e luce

La chiesa di San Lorenzo custodisce una delle cupole più belle di Torino, la più bella, si potrebbe definire, insieme alla "sorella", la cupola della Cappella della Sindone, non a caso dello stesso architetto, Guarino Guarini. Di lei si sa tutto o quasi da un punto di vista statico, sono meno chiare le influenze culturali, che ispirarono il frate teatino: cosa gli ispirò l'idea di una cupola formata da otto archi intersecantisi, a formare una stella a otto punte e un ottagono su cui impostare la lanterna? Le influenze culturali sono una delle parti più interessanti dell'architettura, che non si limita a metterci un tetto sulla testa, ma è prodotto di idee, tradizioni, contaminazioni e racconta anche il modo di vivere e di pensare, i valori di una società.  La cupola della chiesa di San Lorenzo a Torino (sin), la cupola sul mihrab delal Mezquita di  Córdoba (des) entrambe le foto, da Wikipedia Una delle ispirazioni più chiare di San Lorenzo è la cupola della maqsura

Saluzzo43, la prima smart house di Torino: i servizi a portata di app

Cambia il modo di abitare e cambia anche nei quartieri storici torinesi, come San Salvario. E non bisogna costruire edifici nuovi, basta ristrutturare gli esistenti alle nuove esigenze. In questo stesso quartiere c'è infatti Luoghi Comuni, uno degli esempi più importanti di social housing presenti in città, nato dalla ristrutturazione di un edificio a poca distanza dalla Sinagoga.

Smart House Saluzzo43 Smart House Saluzzo43

Nel 2022 verrà inaugurato in via Saluzzo Smarrt House Saluzzo43, la prima smart house torinese. Cos'è una smart house? È una casa intelligente, capace di rispondere alle esigenze dei residenti grazie all'applicazione delle nuove tecnologie alla vita quotidiana. Per esempio, in questo nuovo complesso, in cui investono Red Group, società d'investimento e sviluppo immobiliare statunitense, la torinese Torchio & Daghero e Planet Idea, si possono trovare servizi innovativi, che semplificano la vita: "Sistemi di videosorveglianza e di illuminazione smart per ridurre i consumi e sentirsi più sicuri, un'ampia ciclorimessa per incentivare l'ultilizzo delle due ruote, il distributore di acqua frizzante e refrigerata per gli abitanti, il portierato innovativo da remoto, gli spazi condivisi, arricchiti da servizi come i lockers per il delivery, l'area bookcrossing, la palestra e la biblioteca degli oggetti, dove trovare sempre quello di cui si ha bisogno in un quadro di piena economia circolare".

Smart House Saluzzo43 Smart House Saluzzo43

In un'intervista al Corriere della Sera, Andrea Marangione, managing partner di Red Italia sostiene che Saluzzo43 è una residenza per Millennials, dato l'ampio uso di nuove tecnologie e di servizi ottenibili via app. In realtà piacerebbe a qualunque generazione vivere in un contesto contemporaneo, con servizi a portata di cellulare e con appartamenti dotati di ogni comfort, compresi risparmio energetico, sostenibilità e rispetto dell'ambiente.

Smart House Saluzzo43 Smart House Saluzzo43

Saluzzo43 ristrutturerà dunque un edificio storico di San Salvario, dall'architettura tipicamente ottocentesca, con ritmo regolare di aperture e abbaini sui tetti. All'interno, nel cortile, inserirà una griglia di gusto contemporaneo, che accoglierà balconi e verde, aprendo alla socializzazione e a uno stile di vita più sostenibile. Ci saranno 38 appartamenti di diversa metratura, dotati di soluzioni intelligenti e di moderni impianti per il risparmio energetico. Poi, a portata di app, i servizi comuni, tra i quali il più curioso e interessante è la biblioteca degli oggetti, e, fuori dal portone, la vita multiculturale di San Salvario, con la staione della metropolitana a pochi metri di distanza e il Parco del Valentino a pochi minuti di passeggiata.

I rendering di Smart House Saluzzo43 appartengono a Red Group.


Commenti