Vendemmia a Torino e Portici Divini: un autunno di eventi, tour e degustazioni con il vino

Vendemmia a Torino - Grapes in Town e Portici Divini ripetono la loro collaborazione anche nel 2021 e dal 22 ottobre al 7 novembre offrono a Torino un calendario di eventi con il vino e la sua cultura come protagonisti, online e in presenza. Vendemmia a Torino - Grapes in Town propone dirette in streaming, webinar e conversazioni dal suo nuovo sito, www.grapesintown.it , sull'app Grapes in Town (disponibile gratuitamente su Google Play e Apple Store) e sui suoi canali social. In presenza, ci sono la masterclass condotta da Lamberto Vallarino Gancia, wine expert, a Villa Sassi, le visite in cantina in occasione di Cantine Aperte in Vendemmia, la masterclass di fotografia della vigna urbana di Alba, la W ine Tasting Experience: turismo e sostenibilità a Villa Balbiano, a Chieri, e la masterclass delle Wine Angels. Belle anche le visite organizzate con Somewhere Tour &Events e con Promotur Viaggi, le trovate tutte, con tutte le info di costi e per le prenotazioni, sul sito di

Con Montagne à la carte, i sapori di montagna sul Gustotram d'autunno

Montagne à la carte, una delle azioni di Turismo del Gusto/Tourisme du Goût, il progetto ALCOTRA Interreg V France – Italie, di cui vi avevo parlato a luglio nel blog, vive la sua seconda parte, qui a Torino. Ricordate? Il progetto intende valorizzare gli stretti legami storici e culturali del Piemonte e della Savoia, un tempo appartenenti allo stesso Stato, sotto la Corona dei Savoia, e cosa c'è di meglio della tavola, con i suoi prodotti e le sue ricette? Per tutta l'estate, 21 ristoranti delle Valli alpine torinesi e della Valle della Maurienne, hanno offerto pranzi a base dei prodotti tipici dei loro territori (formaggi stagionati, salumi, erbe alpine, patate di montagna, mais, miele, con vini della Strada Reale dei Vini Torinesi e della Savoia) a prezzo fisso, 25 o 35 euro a persona, per tre portate, un calice di vino, acqua, caffè e coperto.

Montagne à la cart sul Ristotram Montagne à la cart sul Ristotram

Adesso Montagne à la carte sbarca a Torino, sul Gustotram, dove proporrà nei sabati di ottobre (16, 23, 30) e di novembre (6, 13, 20, 27) belle cene a base di prodotti di montagna. La partenza è alle ore 21 da piazza Castello, davanti al Teatro Regio; la cena costa 55 euro a persona.

Venerdì scorso sono stata invitata da Turismo Torino a partecipare a una prima cena, riservata a giornalisti e blogger della città. Per noi, il menù che potrete assaggiare nei sabati di ottobre: Carne cruda Coalvi e fonduta di Cevrin di Coazze; Lasagna di pasta verde, cipolla bionda di Andezeno e patate di montagna; Cappello del prete Coalvi brasato al freisa di Chieri e crostini di antichi mais piemontesi; Crostata di antiche mele piemontesi e crema al Genepy; Caffè Casa del Caffè Vergnano; Genepy Granger; Freisa di Chieri dop Balbiano ed Erbaluce di Caluso docq Cooperativa Produttori Erbaluce di Caluso. La cena è stata molto gradevole per la compagnia e ha mostrato la grande versatilità dei prodotti di montagna e quanto siano importanti nella preparazione della stessa cucina tradizionale piemontese. I formaggi, che arricchiscono antipasti, primi e secondi, la carne, senza la quale sarebbero inconcepibili tanti piatti classici sulle nostre tavole, le patate, che ritroviamo, anche loro, tra primi e secondi e la frutta, senza la quale sarebbero impossibili tanti dolci. Non siamo sempre consapevoli di quanto la montagna sia importante sulle nostre tavole e ben vengano iniziative culturali come questa a ricordarcelo.

Montagne à la cart sul Ristotram Montagne à la cart sul Ristotram

Ma Montagne à la carte a Torino offre una carta in più: il Gustotram. È un'esperienza veramente da fare almeno una volta nella vita, si sia torinesi o turisti, questa di cenare mentre Torino scorre al finestrino. Il tram ha una velocità bassissima, quasi non ci si accorge del suo movimento: mai frenate brusche, sempre una velocità costante, persino gli stop ai semafori sono dolci e questo rende la cena molto piacevole. Il percorso dura un paio d'ore e c'è tutto il tempo per godersi la cena e ammirare la città: si parte da piazza Castello, si scende ai Giardini Reali e si passa poi per vere e proprie icone della città: Porta Palazzo, il Rondò della Forca, piazza Statuto, Porta Susa, con il grattacielo Intesa San Paolo sullo sfondo, il Monumento a Vittorio Emanuele II, Porta Nuova, San Salvario, il Castello del Valentino, il Po, la Gran Madre, Piazza Vittorio Veneto, via Po, piazza Castello, via Pietro Micca, il Duomo, per poi risalire ai Giardini Reali e tornare in piazza Castello. Un percorso fascinosissimo, che impreziosisce una cena piacevole, ricca di prodotti genuini, del nostro territorio. Davvero da provare.

Montagne à la cart sul Ristotram Montagne à la cart sul Ristotram

Il Menù preparato per i quattro sabati novembrini è costituito da Millefoglie di Mustardela della Val Pellice e fonduta di toma di Lanzo; Cannelloni di pasta sfoglia, Saras del Fen e Barbabuc; Rotolo di maialino farcito con Salampatata, fondo all’Erbaluce e patate di montagna; Panna cotta al fieno e miele delle valli alpine; Caffè Casa del Caffè Vergnano; Liquore Barathier Bernard; Acqua minerale naturale e frizzante S. Bernardo; Selezioni di vini della provincia di Torino. Le prenotazioni vanno effettuate ai Servizi turistici di GTT, all'email servizituristici@gtt.to.it o ai numeri di telefono 011.5764733 o 011.5764750; tutte le info sulle cene (e aperitivi) sul Gustotram e sul Ristotram di GTT al link www.gtt.to.it/cms/turismo/cene-in-movimento.


Commenti