Il Giardino dell'Antico Egitto, che sarà una serra dal 2024, al Museo Egizio

Un nuovo spazio verde nel cuore di Torino da non perdere di vista, stavolta in uno dei suoi cortili più frequentati, quello del Museo Egizio. Il Cortile Aperto: Flora dell'antico Egitto è un giardino aperto gratuitamente nello spazio che porta verso la biglietteria, ed è il primo passo della trasformazione dell'intera corte, in vista delle celebrazioni per il bicentenario del Museo, nel 2024. Il cortile interno "del seicentesco palazzo del Collegio dei Nobili, che verrà coperta da una cupola in acciaio e vetro, al di sotto della quale ci sarà un giardino egizio permanente, di cui ora viene inaugurata una prima parte" anticipa il comunicato stampa. Tra le piante selezionate, "il loto azzurro, con i suoi fiori che si schiudono all'alba per poi richiudersi al tramonto, simbolo di rinascita e rigenerazione e non può mancare il papiro, che originariamente cresceva in fitte paludi lungo il Nilo o lungo il suo delta ed era la pianta araldica del Basso Egitto&qu

La Torino Wine Week invernale apre con la Notte delle Bollicine

La Torino Wine Week propone quest'anno un'edizione invernale, a ridosso di Natale, dall'11 al 19 dicembre 2021, per invitare a scoprire le eccellenze enoiche italiane. Saranno oltre 70 i produttori presenti in città e, in pieno clima con le imminenti feste di fine anno, la Settimana sarà aperta da una Notte delle Bollcine, sabato 11 dicembre. Nell'Enoteca di Eataly Lingotto (via Foglietti 14), "la più grande di Torino con le sue oltre 35.000 bottiglie, dalle ore 18 si potrà brindare al Natale con un aperitivo immersi fra le eccellenze gastronomiche del nostro Paese" anticipa il comunicato stampa "Al centro le storie dei produttori e delle loro etichette, per raccontare identità e tradizioni del territorio Italiano e del Piemonte, ripercorrendo gli itinerari e i percorsi storici della produzione delle bollicine senza dimenticare il tema della sostenibilità nella varietà delle uve. Non solo l’Italia con le bollicine di Abrigo, Bel Colle, L'Autin, l’edizione 2021 propone anche uno sguardo internazionale tra Francia, Spagna e Nuova Zelanda attraverso la selezione di Elemento Indigeno: Sifer Wines (Spagna), Domaine Mittnacht Freree (Francia) e Cambridge Road Vineyard (Nuova Zelanda)".

Torino Wine Week

Dal 14 al 17 dicembre 2021, cene, degustazioni ed eventi, in tutti i quartieri cittadini, "una formula che alle eccellenze vitivinicole unisce la valorizzazione del patrimonio culturale e museale della Città, fra Residenze Sabaude e dimore storiche, a partire dal week-end del Salone del Vino in programma al Museo del Risorgimento". Qui, il 18 e 19 dicembre, oltre 70 produttori provenienti da tutt'Italia presenteranno i loro vini. E non solo: sarà presentata la nuova Guida Cantine d'Italia 2022 di Go Wine, con la degustazione di alcuni dei produttori premiati; saranno premiate le aziende ecentemente scelte da Camera di commercio di Torino e dal suo Laboratorio Chimico tra i produttori delle 7 DOC e DOCG torinesi, per la selezione Torino DOC 2021-22 (19 dicembre or 14.30-16.30). E oltre "alle etichette che raccontano il nostro terroir, tante anche le regioni italiane come Liguria, Sardegna, Lazio, Toscana e Lombardia, passando da una delle più importanti aree a vocazione vitivinicola del nostro paese: i vini di Bolgheri che saranno raccontati in collaborazione con La Provinciale Bolgherese. Ulteriori focus sui vitigni autoctoni saranno realizzati grazie a Go Wine, e ancora il canavese con l’Associazione dei Giovani Vignaioli Canavesani e la DOC di Torino, con l'Enoteca Regionale dei vini della Provincia di Torino".

Il programma completo della Settimana Torinese del Vino è su www.torinowineweek.it.


Commenti