Tre visite al cantiere di restauro della Fontana del Nettuno di Villa della Regina

L'ingresso a Villa della Regina, la residenza sabauda più panoramica di Torino, avviene attraverso un lungo viale, in salita, chiuso dal grandioso Grand Rondeau, al cui centro c'è la Fontana del Nettuno. È affiancata da due monumentali scalinate laterali simmetriche, disposte a tenaglia, mentre lo sguardo è già attirato dalla villa, finalmente a due passi. Le simmetrie scenografiche, l'asse visuale, la meraviglia sono tutti elementi del barocco torinese che trovano espressione in questa residenza. Saranno ancora più leggibili dopo il restauro delle sculture della fontana, che parte in questi giorni e che avviene grazue al lavoro degli studenti del primo anno del settore di specializzazione in Materiali lapidei e derivati; Superfici decorate dell'architettura del Corso di Laurea magistrale in Conservazione e Restauro dei Beni Culturali dell'Università degli Studi di Torino, in convenzione con la Fondazione Centro Conservazione e Restauro "La Venaria Reale&q

I 15 anni di Eataly Lingotto: cene, degustazioni e corsi nella lunga festa

Appuntamenti a tavola, degustazioni guidate, tour del negozio e la più grande cena di sempre celebrano i primi 15 anni di Eataly Lingotto, il primo Eataly, negli storici spazi della ex Carpano appositamente ristrutturati. Era il 27 gennaio 2007, da allora la creatura di Oscar Farinetti non ha fatto altro che crescere, influenzando il nostro modo di guardare al cibo e le nostre abitudini. La festa per il compleanno durerà fino al 6 febbraio, con tanti prodotti a 1 euro o scontati del 50%. Dal 20 al 30 gennaio, inoltre, alcuni produttori saranno nel negozio e offriranno degustazioni, racconto e occasioni di didattica; mentre grandi chef, rappresentanti di tradizioni e nuove tendenze, presenteranno i loro menù.


Si inizia il 20 gennaio con Terra! La cena vegetale, curata dall'Executive Chef di Eataly Lingotto Patrik Lisa,: "I classici plin ma anche le tagliatelle di funghi cardoncelli, passando per una personalissima versione degli involtini primavera, fino ad un goloso dolce alle mele e gelato di San Pè, tutto secondo le verdure che la stagione offre (60 euro, con vini, acqua e caffè inclusi)" anticipa il comunicato stampa. Poi ci sarà un vero e proprio tour tra le eccellenze e tradizioni d'Italia, grazie ai grandi chef che arriveranno a Torino: domenica 23 gennaio, la tradizione marinara dell'Osteria Caserma Guelfa, da San Benedetto del Tronto: insalata di mare, maccheroncini di Campofilone allo scoglio e pescatrice in potacchio sono i protagonisti del menù; lunedì 24 toccherà alla pizza di Giovanni Mandara di Piccola Piedigrotta, a Reggio Emilia, preparata con eccellenze come il pomodoro Corbarino, la mozzarella di Vacca Rossa, la cipolla ramata di Montoro, il guanciale sardo al mirto e altri curiosi abbinamenti. Giovedì 27 è il turno di Yoji Tokuyoshi, che riporta in città la sua Bentoteca: gli ingredienti italiani incontrano la cultura giapponese, in un mix di gusto; venerdì 28, l'osteria fiorentina Mangiando Mangiando fa fare un tuffo in sapori e tradizioni toscane, dalla chianina alla ribollita; sabato 29 gennaio, infine, la Puglia e i suoi grandi classici saranno protagonisti del menù di Lilith, Laboratorio in masseria a Vanze, in provincia di Lecce.

Eataly Lingotto Eataly Lingotto

Tre gli eventi speciali della lunga festa di compleanno. Il 22 gennaio, dalle ore 19, una grande degustazione dei vini di montagna, nell'Enoteca di Eataly, la più grande di Torino, con oltre 5.000 etichette e più di 35.000 bottiglie, accompagnata con tapas preparate dagli chef di Eataly o dalle proposte della cucina di Giù da Guido, il nuovo locale della famiglia Alciati (evento su prenotazione - carnet da 6 calici a 30 euro e da 3 calici a 18 euro). Il 30 gennaio, si potrà concludere il pasto nei Ristoranti di Eataly con il Tiramisù Eataly, proposto a offerta libera (da 2 euro). Tutto il ricavato verrà devoluto al progetto "Orti in Africa" della Fondazione Slow Food per la Biodiversità Onlus.

Il grande evento di questa festa, però, è Cuciniamo l'Italia, il 26 gennaio, la più grande cena di sempre, con chef provenienti da tutte le regioni, isole comprese: "Ognuno di loro sceglierà i prodotti per il menu direttamente la mattina stessa della cena tra le eccellenze di stagione del Mercato di Eataly Lingotto: ne nascerà un menù a sorpresa, con piatti per tutti i gusti, uno spaccato delle cucine regionali d'Italia frutto dell'estemporaneità, di diverse storie ed esperienze degli chef stessi. Un'incredibile maratona di piatti, accompagnata dai migliori vini selezionati dai Cantinieri dell'Enoteca di Eataly e dalle birre Baladin, in una serata ricca di intrattenimento e musica, grazie anche alla presenza della Bandakadabra, per celebrare insieme questo 15° compleanno" chiosa il comunicato stampa.

Il programma completo della festa, che comprende anche corsi e degustazioni, su www.torino.eataly.it.


Commenti