Il Giardino dell'Antico Egitto, che sarà una serra dal 2024, al Museo Egizio

Un nuovo spazio verde nel cuore di Torino da non perdere di vista, stavolta in uno dei suoi cortili più frequentati, quello del Museo Egizio. Il Cortile Aperto: Flora dell'antico Egitto è un giardino aperto gratuitamente nello spazio che porta verso la biglietteria, ed è il primo passo della trasformazione dell'intera corte, in vista delle celebrazioni per il bicentenario del Museo, nel 2024. Il cortile interno "del seicentesco palazzo del Collegio dei Nobili, che verrà coperta da una cupola in acciaio e vetro, al di sotto della quale ci sarà un giardino egizio permanente, di cui ora viene inaugurata una prima parte" anticipa il comunicato stampa. Tra le piante selezionate, "il loto azzurro, con i suoi fiori che si schiudono all'alba per poi richiudersi al tramonto, simbolo di rinascita e rigenerazione e non può mancare il papiro, che originariamente cresceva in fitte paludi lungo il Nilo o lungo il suo delta ed era la pianta araldica del Basso Egitto&qu

Torino, nel video di Elettronica, nuova canzone di Samuel

Una Torino notturna e fascinosissima, nel video di Elettronica, nuovo single di Samuel. È uscito in questi giorni e accompagna un testo che rimpiange gli anni 90', i club, la possibilità di muoversi da un locale all'altro durante la notte. La Torino che ha visto nascere i Subsonica, gli Statuto, i Linea 77, l'underground più vivace d'Italia.


L'abbiamo persa con la pandemia? L'abbiamo persa, con l'età? Devo essere una dei pochi torinesi adolescenti degli anni 80 che non ha mai frequentato Giancarlo né i Murazzi, non ho nostalgia di quella Torino, ma mi piace rivederla in questo video, raccontata da uno dei suoi animatori alla prova della nostalgia dell'età e del tempo.

E mi piace la città contemporanea che viene fuori, tra piazza Vittorio Veneto, corso Cairoli, il Monte dei Cappuccini e quella Mole Antonelliana testimone di tutte le malinconie. Guardo il video, lo skyline barocco, le luci e i portici e penso che Torino è cinematografica sempre e va bene per tutte le emozioni: si tratti di noir, romanticismo, malinconie e nostalgie dell'età, lei è lì, che sa raccontarli. E ascoltate Elettronica, è una gran bella canzone.


Commenti